Spettacolo nel derby pontino. Bene Circe, Terracina ko inatteso

IL primo derby pontino di Eccellenza regala una girandola di emozioni a non finire. Dal primo fino all’ultimo minuto il risultato è stato in bilico. Match dalle mille volti con Podogora e Formia che nell’arco dei novanta minuti hanno mostrato tutte le loro potenzialità e allo stesso tempo tutti i loro limiti. I ragazzini terribili 

Leggi tutto

IL primo derby pontino di Eccellenza regala una girandola di emozioni a non finire. Dal primo fino all’ultimo minuto il risultato è stato in bilico. Match dalle mille volti con Podogora e Formia che nell’arco dei novanta minuti hanno mostrato tutte le loro potenzialità e allo stesso tempo tutti i loro limiti.
I ragazzini terribili di Paloni hanno mostrato una vivacità che ha sorpreso un Formia cinico, come lo sono le grandi squadre ma apparso lento e con poche idee soprattutto nel primo tempo, nonostante il vantaggio iniziale.

LA CRONACA – Gara subito sbloccata dalla formazione del golfo: il formiano Parasmo al 2’ sigla la prima rete ufficiale del girone «B» di Eccellenza. L’ex Lupa Frascati si fa trovare pronto di testa sul cross di Cacace e beffa Ristic. Nemmeno il tempo di esultare che il Podgora rimette tutto in equilibrio: il borghigiano Cassandra, scatenato, viene atterato in area da Scipioni, per l’arbitro Caltabiano ci sono gli estremi per la massima punizione che Martellacci non sbaglia. Il Podgora galvanizzato dal pareggio comincia ad alzare il proprio baricentro. Fratangeli e Martellacci cercano di innscare sulla corsia destra Cassandra, in giornata di grazia con il Formia in evidente sofferenza sul quel settore del campo. Al 24’ un cross proprio del numero undici di casa trova in mezzo Fratangeli che stampa il pallone sulla traversa con Leone battuto. Al 36’ tripla chance per i locali: il cross sempre dall’out di destra è ad opera del solito Cassandra con Martellacci pronto di testa a girare in rete la difesa ospite respinge, si inserisce Porcelli che di prima intenzione spara a botta sicura con la strepitosa risposta di Leone; sulla palla si avventa Martellacci che in mezza girata calcia clamorosamente alto da due passi. Prima del riposo torna a farsi pericoloso con Iezzi il Formia. La punta di mister Selvaggio spara un sinistro a fil di palo che mette paura a Ristic. Nella ripresa il copione non cambia. Il Podgora torna in campo arrembante ma alla prima occasione il Formia punisce. Sempre Parasmo, tra i più attivi dei suoi lavora un ottimo pallone sulla corsia destra e crossa a rientrare pescando in area l’indisturbato Carcace, che trafigge Ristic dai due passi. Il cinismo e l’esperienza del Formia nella fase centrale della ripresa esce fuori e per il Podogora è davvero difficile arrivare dalle parti di Leone. Poco prima della mezz’ora un contropiede per organizzato e concluso da Iezzi porta il Formia sul 3-1. Ma da qui in poi inizia un altro incontro. I ragazzi di Selvaggio fanno l’errore di credere di aver acquisito i tre punti e prima del novantesimo subiscono prima la rete del 2-3 firmata da Martellacci e poi in pieno recupero, a pochi secondi dal triplice fischio, il Podgora completa la rimonta grazie alla voleè di Fratangeli, per un pirotecnico 3-3 finale.
Gabriele Mancini

TRIS della Nuova Circe che apre il suo campionato con uno squillante successo ai danni dell’Anitrella. Dopo il pari nel turno preliminare di Coppa Italia arriva la prima vittoria ufficiale per la compagine guidata da mister Marzella. I pontini hanno leggittimato la gara nella ripresa quando i ciociari, in inferiorità numerica già dal primo tempo, per l’espulsione dell’estremo difensore Germanelli, sono crollati sotto i colpi di Sannino, Cinelli e De Simone.

LA CRONACA – Il tecnico sanfeliciano a dispetto della gara di coppa cambia quattro titolari: Pedini, Onorato, Berti e Sannino al posto di Bernola, Fedeli, Falso e Cinelli. Partenza tambureggiante dei locali che cingono d’assedio l’area ospite. Al 15’ arriva la prima svolta dell’incontro: il portiere ciociaro Germanelli viene allontanato dal rettongolo di gioco dal fischietto Guglielmi per inprecazione, un’ingenuità che costringe l’Anitrella a rivedere i suoi piani. Forti della superiorità numerica la Nuova Circe rinchiude l’Anitrella nella propria trequarti. Gli ospiti reggono l’urto e vanno a riposo con un insperato 0-0. Nella ripresa mister Marzella inserisce Cinelli per dare più vivacità in attacco. Una mossa che si rivelerà vincente. Al 22’ Sannino sblocca il risultato: il numero undici di casa raccoglie un cross basso di De Simone e lo gira alle spalle di Campagna. Il gol subito taglia le gambe all’Anitrella che nemmeno due minuti dopo subisce il raddoppio. Proprio il subentrato Cinelli dopo aver duettato al limite con Sannino lascia partire un tiro che si insacca sotto il sette. Nel finale di gara c’è gloria anche per De Simone che sigla il 3-0 a tu per tu con Campagna.

ESORDISCE con un pareggio il Gaeta, che non riesce ad avere la meglio su un Rocca di Papa-Nemi, che ha saputo reggere il confronto contro una squadra che non si è espressa secondo quanto si attendeva il folto pubblico presente allo stadio Riciniello. Dopo un’occasione creata dagli ospiti con Bernardi, partito in sospetto fuorigioco, era Nunziata che creava lo scompiglio nella difesa ospite. Ma la partita si metteva subito male per Visciglia e compagni, che dopo trentasei minuti sono andati sotto grazie ad un calcio di rigore trasformato da Mari e concesso dall’arbitro per un presunto fallo di Colozzi ai danni di Bernardi. Un penalty che ha lasciato più di qualche perplessità. Dopo quattro minuti l’ottimo Nunziata, già protagonista di tre conclusioni, scodellava al centro dell’area un pallone che il difensore castellano Vartolo deviava in rete. Ad inizio ripresa i biancorossi perdono il loro uomo più brillante, Nunziata, uscito per infortunio, ma la partita era avara di emozioni. Un pareggio che sostanzialmente è stato il risultato più giusto, con un Gaeta che non ha saputo imporre la propria superiorità. Un risultato che lascia un pò di amaro in bocca, ma il Gaeta ha ancora tutto il tempo per diventare una delle protagoniste del campionato.

IL Terracina stecca la prima. All’esordio in quel di Monte San Giovanni Campano i tigrotti cedono per 2-1. Primo tempo sottotono dei pontini che nella ripresa cambiano marcia ma vengono puniti da una disattenzione al 90’. Al 18’ il gol dell’ex De Ciantis su punizione porta in svantaggio i pontini. La reazione dei tigrotti è immediata con le occasioni firmate Festa e Neri con la prima frazione che va in archivio sul parziale di 1-0. Nella ripresa il Terracina continua a spingere a fasi alternati rischiando qualcosa su Lorini. Alla mezz’ora la formazione di Cucciari trova la rete del pari con Di Franco. L’ex Formia trova la deviazione sotto misura sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel momento migliore i ragazzi di Cucciari capitolano. E’ Drogheo al 44’ a colpire indisturbato di testa. Salemme preso in controtempo non può opporsi.

Gabriele Mancini

BORGO PODGORA1950 – FORMIA1905 3-3
Borgo Podgora1950: Ristic, Trapani, Grasso (28’st Bertassello), Fantin, Sossai, Lauteri, Schiavon (21’st Cifra), Fratangeli, Porcelli, Martellacci, Cassandra. A disp.: Paolangeli, Cannariato, Iannuccillo, Martorana, Tiligna. All.: Paloni
Formia1905: Leone, Diana, Scipione C., Siciliano, Carcarino, Bianchi, Cacace (22’pt Amitrano), De Santis, Mariniello (36’st Volante), Parasmo (31’st Volpe), Iezzi. A disp.: Falco, Scipione G., Pirolozzi, Ricca. All.: Selvaggio
Arbitro: Caltabiano di Roma2; assistenti Caratti e Filabozzi di Roma1
Marcatori: 2’pt Parasmo, 4’pt, 44’st Martellacci, 7’st Carcarino, 29’st Iezzi, 48’st Fratangeli
Note – Espulsi: al 38’st Paloni per proteste. Ammoniti Scipione C., Diana, Iezzi

NUOVA CIRCE – ANITRELLA 3-0
Nuova Circe: Pedini, Toti, Onorato (10’st Cinelli), Omizzolo, Fiore, Seppani, Bernardo, Totaro A., De Simone, Berti (38’st De Santis), Sannino (26’st Monti). A disp.: Bernola, Fagioli, Totaro R., Falso. All.: Marzella
Anitrella: Germanelli, Sardellitti, Montemitoli (21’st Filippi), Sperduti (15’pt Campagna), Cianfarani, Di Girolamo, Marzocchella, Di Pastena, Marini (20’st Velardo), Marziale, Carosi. A disp.: Di Stefano, Pelle, Abbondanza. All.: Caldaroni
Arbitro: Guglielmi di Roma1; assistenti Mohamed (Aprilia) e Mazzarella (Ostia)
Marcatori: 22’st Sannino, 24’st Cinelli, 45’st De Simone
Note – Espulsi: al 15’pt Germanelli. Ammoniti Onorato, Omizzolo, Sannino (NC), Marini, Filippi (A)

GAETA – ROCCA DI PAPA NEMI 1-1
Pol. Gaeta: Capodici, Mantoan (20′ st Armenio), Colozzi (32′ st Fortunato), Romeo, Calabrese, Elitro, Bosco, Leccese, Emma, Visciglia, Nunziata (7° pt Sandu). A disp.: Maffeo, Arena, Monaco, Russo. All.: Melchionna
Rocca di Papa Nemi: Salsano, Angelucci (45′ st Rendina), Ticconi, Pompili, Fatello, Battistelli, Mari (26′ st Angelucci D.), Pieri, Bernardi (36′ st Bastianelli), Vartolo, Tiberi.  A disp.: Ceccacci, Di Luzio, Serafini, Sardini. All.: Panno
Arbitro: Salama di Ostia
Marcatori: 36′ pt rig. Mari, 40′ pt aut. Vartolo
Note – Ammoniti: Battistelli, Bosco, Colozzi, Calabrese.

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – TERRACINA 2-1
Monte San Giovanni Campano: Micheli, De Ciantis, Fratini, Tofani, Silvestri, Rosato, Drogheo, Cucchi, Mancini (17’ st Mastrantoni), Lorini, Maliziosa. A disp.: Ciarni, Perna, Sacchi, Mastrantoni, Miretto. All.: Cinelli
Terracina: Salemme, La Vecchia, Serapiglia (18’ st Bernisi), Vitale, Di Franco, Campobasso, Neri, Festa, Di Florio (18’ st La Cava), Marzullo, Minieri. A disp.: Cuomo, Bernisi, Botta, Mucciarelli, La Cava, Magnifico, Savarese. All.: Cucciari
Arbitro: Ancora di Roma 1, assistenti Perna e Augello di Roma 1
Marcatori: 18’pt De Ciantis, 30’ st Di Franco, 44’ st Drogheo
Note – Ammoniti Tufani, Neri, Marzullo, Salemme

Lascia un commento