Partono forte Pontinia e San Michele. Pari tra Sermoneta e Sabotino

BUON pari per la Nuova Itri. Nella prima giornata della stagione sportiva 2012/13, la compagine guidata da Alessandro Parisella fa 1-1 sul campo del temibile Città di Pignataro. Le due reti che hanno deciso l’incontro arrivano nella ripresa e portano le firme di Grillo e Mallozzi. Il numero nove locale porta in vantaggio i suoi 

Leggi tutto

BUON pari per la Nuova Itri. Nella prima giornata della stagione sportiva 2012/13, la compagine guidata da Alessandro Parisella fa 1-1 sul campo del temibile Città di Pignataro.
Le due reti che hanno deciso l’incontro arrivano nella ripresa e portano le firme di Grillo e Mallozzi. Il numero nove locale porta in vantaggio i suoi al 65’ con un destro di collo pieno che non lascia scampo a Porcaro. A dieci minuti dalla fine, il fantasista biancoazzurro firma il definitivo pari. Mallardi entra in area e finisce a terra dopo il contrasto con un difensore, inducendo l’arbitro a decretare la massima punizione: sul punto di battuta si presenta proprio Mallozzi che trafigge Esposito.
Dopo essere uscita imbattuta dalla tana del Città di Pignataro, la Nuova Itri, domenica prossima, è attesa dalla sfida interna con un’altra corazzata del girone «D», vale a dire il Fontana Liri.

ESORDIO con sconfitta per il Campo Boario targato Ubaldo Stefanini, che si è arreso 2-0 in casa del quotato Fontana Liri. E dire che i primi ad andare vicini al vantaggio erano stati proprio gli ospiti con Santucci, che da buona posizione ha calciato alto. Al 12’, però, i padroni di casa hanno sbloccato il risultato con Carmassi. Dopo aver incassato il gol, il Campo Boario ha provato a reagire, ma in chiusura di tempo Valev ha di fatto messo in ghiacciaia la vittoria con un assolo. Nella ripresa l’undici di Stefanini ha provato il tutto per tutto sfiorando il gol della speranza in un paio di occasioni con Pellerani, ma il risultato non è più cambiato.

INIZIA male la stagione del Città di Minturno-Marina battuto in casa da un Cassino che sarà tra le protagoniste del torneo. Squadra quadrata e ben messa in campo quella ospite che, dopo essere andata in vantaggio, ha saputo chiudere la partita proprio nel momento in cui i locali sono rimasti in inferiorità numerica per l’espulsione di Pirolozzi. I rossoblu, privi del bomber Taglialatela, si sono fatti prendere dal nervosismo, a differenza dei frusinati, i quali hanno saputo tenere il campo con maggiore tranquillità ed incisività.
Il primo tempo è stato equilibrato, con i padroni di casa che avrebbero potuto segnare con Cicala, la cui conclusione aerea è risultata però troppo debole. Gli ospiti, dal canto loro, poco dopo la mezzora, passavano grazie a Grieco che si involava in area, ma veniva atterrato da Cenerelli in uscita. Il successivo calcio di rigore veniva realizzato da Calcagni. Il gol tramortiva Caiazzo e compagni che ad inizio ripresa rischiavano il raddoppio, ma Cenerelli si opponeva alla grande a Giurini. Al 17′ una bella giocata di Pirolozzi sull’out destro veniva deviata nella propria rete da Scafaro, ma l’arbitro annullava per una presunta spinta che lo stesso difensore aveva subito. Al 23′ Pirolozzi si faceva cogliere in fallo per la seconda volta e si vedeva sventolare il cartellino rosso. Cinque minuti dopo Scafaro di testa colpiva il palo esterno sugli sviluppi di un corner, ma il raddoppio era nell’aria: Giurini lanciava Cifani che, solo davanti a Cenerelli, lo batteva con un diagonale. Esposito, poi, arrotondava il risultato trasformando il calcio di rigore concesso per fallo di mani in area di Uva. Una sconfitta che ci può anche stare contro una delle grandi favorite, ma la giovane età della compagine locale spesso porta ad una perdita di tranquillità da parte di gran parte dei giocatori, il cui atteggiamento si ripercuote in maniera negativa sulla squadra.

TRASFERTA amara per il Sonnino, che in casa dell’Arce perde 2-1 dopo aver trovato il vantaggio al 9’ con la zuccata vincente di Vittorio Serio. Venti minuti più tardi, i padroni di casa agguantano il pari con una splendida conclusione di controbalzo di Cestra. A sessanta secondi dall’intervallo, però, la squadra di Reggio si rende nuovamente pericolosa con Simone Grossi, ma l’azione finisce in un nulla di fatto.
Nella ripresa, al quarto d’ora, Tasciotti firma il definitivo sorpasso dei suoi: il numero dieci locale fa tutto da solo, elude l’intervento di un avversario e poi batte Belviso con un preciso rasoterra. All’84’, l’Arce potrebbe anche calare il tris ma Belviso respinge la conclusione dal dischetto del solito Cestra.

BORGO SAN MICHELE – LE due squadre passano il primo quarto d’ora a studiarsi e a capire dove poter affondare il colpo. Poi, al 21’, il Sezze sfiora il vantaggio: uno-due ai sedici metri tra Benitez e Fiori, il quale si presenta tutto solo davanti a Roma, bravo ad opporsi di piede. Lo scampato pericolo sembra scuotere il San Michele, che da quel momento in avanti alza il baricentro e assume con decisione il comando delle operazioni. Al 25’ i padroni di casa reclamano all’indirizzo del direttore di gara, Moriconi di Roma 1, per un intervento in area di Milo ai danni di Spogliatoio: il numero dieci dei gialloverdi – anche se ieri sono scesi in campo con maglia bianca e pantaloncino blu – parte dalla trequarti, salta un paio di avversari, entra in area e finisce a terra dopo un’ancata di Milo, ma l’arbitro non giudica falloso l’intervento e fa segno di proseguire. Passano tre minuti e il San Michele pareggia il conto delle palle gol: il solito Spogliatoio riceve palla tra le linee e serve l’accorrente Meneghello sulla sinistra, che entra in area e mira l’angolo alla sinistra di Tarricone, ma la sfera termina non distante dal palo. Dopo altri undici minuti i locali si rendono di nuovo pericolosi: calcio piazzato col contagiri dal vertice sinistro del solito Spogliatio e pronta risposta di Tarricone, che vola sulla destra per mettere il pallone in calcio d’angolo. La risposta della Vis Sezze Setina, però, non si fa attendere più di tanto perchè neanche sessanta secondi più tardi Antonio De Meo si defila sulla sinistra, arriva sul fondo e lascia partire un cross col contagiri per Fiori, la cui girata di testa è però troppo centrale per impensierire Roma. Dopo un minuto di recupero le due formazioni tornano negli spogliatoi in perfetta parità.
La seconda frazione di gioco inizia sulla stessa falsa riga della precedente e prima di vedere una conclusione verso lo specchio bisogna aspettare tredici minuti. Al 58’ sull’asse Meneghello-Forzan-Funari, il San Michele sfiora il vantaggio. Il capitano borghigiano arriva ai sedici metri e serve l’ex centrocampista del Pontinia, il quale libera al tiro Funari: l’attaccante di Borgo Podgora prova a rubare il tempo a Tarricone concludendo di punta, ma il numero lepino devia la sfera con la punta delle dita consentendo poi a Maione di liberare. L’appuntamento col gol è però rimandato solo di cinque minuti. Al 63’, infatti, la squadra di mister Mancini passa in vantaggio con un’azione da manuale: Casaburi ruba palla sull’out di destra, scambia con Funari prima di entrare in area dal lato corto, attende l’uscita di Tarricone e poi, anzichè calciare, mette al centro per Forzan, che deve solo spingere il pallone in fondo al sacco. La Vis Sezze Setina accusa il colpo e, complice la stanchezza, comincia a perdere le distanze tra i reparti fino a sparire quasi del tutto dal campo. Al 74’, Funari, imbeccato da Meneghello, calcia di prima intenzione dalla trequarti sinistra, ma la palla scheggia la parte alta della traversa. Passano dieci minuti e Costanzi viene atterrato in area, ma l’arbitro fa cenno di continuare anche se il fallo è apparso netto. Nei minuti finali il San Michele si limita ad amministrare il risultato per condurre in porto i primi tre punti della stagione

L’HERMADA torna a calcare i campi di Promozione a diciotto anni di distanza dall’ultima volta e centra subito una vittoria al cardiopalma sul campo della Virtus Broccostella.
Dopo un primo tempo senza acuti, la partita, è proprio il caso di dirlo, esplode nella ripresa. Al 60’, infatti, Di Stefano rompe l’equilibrio raccogliendo un errato disimpegno di De Giuli e insaccando il più facile dei palloni. Il vantaggio dei locali, però, dura soltanto centottanta secondi perchè al 63’ Beltramini firma l’1-1 con un autentico eurogol: una volta ricevuta palla, l’esterno rossoblu salta con un dribbling secco il diretto marcatore e scaglia alle spalle di Giustini un bolide imprendibile. Al 73’ i padroni di casa restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Ascione. Passano altri centottanta secondi e l’Hermada passa addirittura in vantaggio con Del Monte che risolve nel migliore dei modi un batti e ribatti in area di rigore. All’80’ l’espulsione di Rossi ristabilisce la parità numerica in campo. A quattro minuti dal novantesimo, la Virtus Broccostella riacciuffa gli avversari con Pompilio, il più lesto di tutti a spedire in rete un pallone vacante nell’area rossoblu. Ma allo scadere dei cinque minuti di recupero l’Hermada trova il gol vittoria. Contropiede fulminante di Beltramini, Giustini esce e lo atterra, rimediando il cartellino rosso che lo fa finire sotto la doccia con qualche secondo d’anticipo: sul dischetto si presenta capitan Senesi che realizza e fissa il punteggio sul 3-2.

SUL neutro del «Tiziano Righetti» di Latina Scalo, il Sermoneta non va al di là dell’1-1 contro un Atletico Sabotino, che invece ha accolto con felicità il punto conquistato contro una delle corazzate del girone «D». Pronti via e la squadra di Roberto Giovannelli passa in vantaggio con Luca Rogato: calcio d’angolo di Walter Pelle e zampata vincente del numero cinque lepino su cui nulla può Roberto Reccanello. Al 19’ Mauro Ciccarelli ha sul destro il pallone del raddoppio, ma la sua conclusione viene bloccata senza problemi dal numero uno biancoverde. Al 22’, alla prima vera sortita offensiva, l’Atletico Sabotino trova il pari con un calcio piazzato a girare sulla barriera del solito implacabile Alessandro Coia. Dieci minuti più tardi lo stesso Ciccarelli prova a rifarsi con un’azione personale, ma il suo tiro non trova lo specchio. Nell’ultimo quarto d’ora – recupero compreso – non accade più nulla e i ventidue ritornano negli spogliatoi sul punteggio di 1-1. Nei secondi quarantacinque minuti continua il forcing del Sermoneta. Al 62’ proprio Rogato impegna Reccanello con un colpo di testa su corner di Pelle. Dopo undici minuti il Sermoneta beneficia di un calcio di rigore per un fallo di mano in area di Daniele Sarra: sul dischetto va Ciccarelli che però si fa ipnotizzare da uno straordinario Reccanello. Nella parte finale del match il Sermoneta produce il forcing finale, ma il muro biancoverde tiene botta e alla fine riesce a portare a casa il pari.

COMINCIA con un pareggio l’avventura di Simone De Simone sulla panchina del SS.Pietro e Paolo. Al «Comunale» di via Londra i biancorossi pareggiano per 1-1 contro il Roccasecca al termine di una gara combattuta ed equilibrata. Ad aprire le marcature è il solito Gianluca Viscido al 20’ del primo tempo: rinvio di Stefano Ghirotto, incertezza di un difensore ospite, controllo del numero sette biancorosso che poi scaglia una gran conclusione sotto il sette. Sei minuti più tardi, però Cristini ristabilisce la parità con una stoccata sotto misura. In chiusura di tempo Giordani si rende pericoloso con una conclusione da fuori che finisce a fil di palo. Nel secondo tempo, al 25’, il SS.Pietro e Paolo protesta duramente all’indirizzo del direttore di gara per un gol non convalidato a Yang Ce. Passaretti scende sulla sinistra e mette il pallone a rimorchio per il giovane cinese che tira a colpo sicuro: la palla carambola sul palo, varca la linea di porta – stando a quanto fanno sapere dall’entourage biancorosso – e poi viene rinviata lontano da un difensore avversario, ma nè il guardalinee nè l’arbitro indicano il cerchio del centrocampo, scatenando le proteste dei padroni di casa.

VINCE in rimonta il Pontinia di Paolo Pelucchini. In un Comunale gremito, (la società pontina ha devoluto l’incasso della partita ai terremotati dell’Emilia), l’undici pontino, grazie ad un finale emozionante riesce a ribaltare una partita difficile. Primo tempo ostico per i granata, che subisco l’ottima organizzazione di gioco dei ciociari. Al 25’ vantaggio ospite. Cocco, approfitta di una disattenzione della difesa pontina e realizza la rete del vantaggio del Santopadre. Nella ripresa il Pontinia riesce a prendere in mano le redini della partita, pur lasciando qualche pericoloso contropiede agli avversari. L’undici pontino acciuffa il pari alla mezz’ora grazie a Ruffo, che ben servito da Cappuccilli, realizza piegando le mani al portiere ospite. Sulle ali dell’entusiamo, l’undici di Pelucchini continua a macinare gioco e si porta in vantaggio a cinque minuti dalla fine con Campagna bravo in diagonale a trafiggere Polini.

CITTA’ DI PIGNATARO – NUOVA ITRI 1-1
Città di Pignataro: Esposito P., Ferdinandi, De Bernardo, Esposito S., Tricinelli, Reale, Fuduli (11’st Piscopo), Marozza, Grillo, Maretta (30’st Corrado), Cretella (14’st Mandarelli). A disp: Tiseo, Pelliccia, Ferraro, Pisacane. All.: Bottoni.
Nuova Itri: Porcaro, Coppolella, Vendittozzi, Auricchio (28’st Esposito), Dionisio, Spirito, Mallardi, Papa, Sbaccanti, Mallozzi (40’st Ionta), Violanti. A disp.: Centola, Russo, Cardillo, Pannozzo, Mancini. All.: Parisella.
Marcatori: 20’st Grillo, 35’st Mallozzi (rig.).
Note – Ammoniti: Ferdinandi, Grillo, Manetta (CDP), Esposito, Mallozzi, Coppolella, Zaccanti (NI).

FONTANA LIRI – CAMPO BOARIO 2-0
Fontana Liri: Tedeschi, Gemmiti (12’st Grossi), Di Vona, Lillo, Quattrucci, Pesce, Carmassi, Caldaroni S. (28’st Greco), Reali (12’st Greganti), Marciano, Valev. A disp.: Bianchi A., Chiarlitti, Bianchi G., Rocco. All.: Caldaroni M.
Campo Boario: Stefanini, Noviello, Di Tullio (4’st Piras), D’Arcangeli, Renzi, Petruolo, Del Grande, Germani (4’st Scotto), Santucci, Pellerani, Cocuzzi. A disp.: Asciolla, Di Russo, Bonanni, Nattini, Altobelli. All.: Stefanini.
Arbitro: Caciotti di Albano Laziale
Marcatori: 12’pt Carmassi, 45’pt Valev.
Note – Ammoniti: Valev, Gemmiti, Marciano, Grossi, Greganti (FL), Petruolo (CB).

CITTA’ DI MINTURNO-MARINA – NUOVA CASSINO 0-3
Città di Minturno: Cenerelli D., Conte M., Merola, Cicala, Caiazzo, Uva (45′ st Cenerelli S.), Petrillo (1′ st Vezza F.) (35′ st Di Luna), Pirolozzi, Masino, Martino, Graziano. A disp.: Grasso, Vezza D., Sica, Conte F. All.: Pernice
Nuova Cassino: Fabi, Punzio (39′ st Antenucci), Palombo, Catalano, La Manna, Scafaro, Grieco (39′ st Palma), Cifani, Calcagni (33′ st Capocci), Esposito, Giurini. A disp.: Zolla, Risi, Trotta, Carbone. All.: Di Prisco
Arbitro: Pacella di Roma.
Marcatori: 32’pt Calcagni (rig.), 32’st Cifani, 38’st Esposito (rig.)
Note – Espulsi: Pirolozzi al 33’st per doppia ammonizione; ammoniti: Cenerelli D., Caiazzo, Uva, Conte M., Catalano. Presente sugli spalti una folta rappresentanza di tifosi ospiti. Ad inizio gara un petardo è esploso vicino al cancello del campo, ma carabinieri e polizia sono intervenuti individuando l’autore.

ARCE – SONNINO 2-1
Arce: Leonetta, Antonelli, Reali, Cestra, De Angelis, Zazza, Parisi, Maura, Ambrifi (35’st Bianchi), Tasciotti (25’st Tomassi), Izzo. A disp.: Pesce, Evangelista, Apponi, Caldaroni, Colella. All.: Campolo.
Sonnino: Belviso, Fontana, Parolisi, Ialongo, Rossetti, Iacovacci, Traccitto (22’st Di Girolamo), Rinaldi, Serio, Grossi (30’st Del Duca), Trocheo (22’st Venerelli). A disp.: Reggio, Percoco, Stefanelli, Ventre. All.: Reggio S.
Arbitro: Modica di Roma 2
Marcatori: 9’pt Serio, 29’pt Cestra, 15’st Tasciotti
Note – Espulsi: Serio al 18’st, Parolisi al 38’st e Maura al 43’st per doppia ammonizione; ammoniti: Rossetti (S); Cestra fallisce un calcio di rigore al 39’st.

VIRTUS BROCCOSTELLA – HERMADA 2-3
Virtus Broccostella: Giustini, Palladinelli, Caravella, Bruni L., D’Ambrosio (45’st D’Agostino), Mafferra, Di Battista, D’Andrea (31’st Bruni M.), Ascione, Pompilio, Di Stefano (20’st Parente). A disp.: Mastropietro, Marini, Recchia, Simoncelli. All.: Nanni.
Hermada: De Giuli, Bianchi, Rossi, Forzellin, Senesi, Silvaggi, Beltramini, Cannarella (25’st Del Monte), Di Vito, Croatto (40’st De Biase), Maglitto (15’st D’Onofrio). A disp.: Carbone F., Carbone M., Tosti. All.: Tosti.
Marcatori: 15’st Di Stefano, 18’st Beltramini, 31’st Del Monte, 41’st Pompilio, 50’st Senesi (rig.).
Note – Espulsi: Ascione al 28’st, Rossi all’35’st e Giustini al 49’st.

SERMONETA – ATLETICO SABOTINO 1-1
Sermoneta: Leone, Fiaschi, Maresca, Arduini, Rogato, Napoli (22’st Silvestri), Terrazzino, Pelle, Ciccarelli, Masini, Tomassi (33’st Ottaviani). A disp.: Pastro, Marangon, Magni, Nardi, Morelli. All.: Giovannelli.
Atletico Sabotino: Reccanello, Vanzari, Notarpietro (43’st Sagramola), Cerolini, Fasulo, Sarra, Rossetto (14’st Baldin), Micheletti, Coia, Proietti (26’st Liberatore), Ponso. A disp.: Ghisu, Guerra, Cacciotti, De Masi. All.: Ziroli.
Arbitro: Di Vilio di Roma 1; assistenti: Cazzorla di Aprilia e Palmiero di Formia.
Marcatori: 3’pt Rogato, 22’pt Coia.
Note – Ammoniti: Napoli, Rogato, Pelle, Tomassi (S), Fasulo, Notarpietro, Rossetto, Proietti, Sarra (AS); Reccanello respinge un calcio di rigore al 73’ a Ciccarelli.

SS.PIETRO E PAOLO – ROCCASECCA T.SAN TOMMASO 1-1
SS.Pietro e Paolo: Ghirotto S., Martellacci, Di Stasio, Amadio (30’st Bulboaca), Passaretti (16’st Onorato), Viscido (28’st Varrera), Giordani, Carletti, Mineo, Yang Ce. A disp.: Bilali, Bulboaca, Petruccelli, Riccio, Salvadori. All.: De Simone.
Roccasecca T.San Tommaso: Diafani, Ricci, Cozzolino, Cristini, Buonora, Torrens (40’st Mancone), Tedeschi, Grassi (23’st Lombardi), Gatti, Zontizilli, Fiorillo. A disp.: Disturco, Munno, Mastroniani, Chiarlitti, Umani. All.: Mancone
Arbitro: Scacco di Roma 2; assistenti: Di Giacomo di Tivoli, Madeo di Ciampino.
Marcatori: 20’pt Viscido, 26’pt Cristini.
Note – Ammoniti: Viscido, Passaretti, Carletti (SS), Cozzolino (RST).

PONTINIA – SANTOPADRE 2-1
Pontinia: Marinelli, Brukner, Stefanelli, Rufo, Fiorini, Zomparelli, Perfetti, Carchitto (33’st Petricca), Campagna, Capuccilli, Incollingo (38’st Zanutto). A disp.: Villani, Battaglini, La Notte, Restante. All.: Pelucchini.
Santopadre: Olini, Di Folco, Tomei, Natoni, Caldaroni (35’st Mantova), Di Sarra, Musi (15’st Malfeo), Ripa, Cestra, Vinci, Cocco (39’st Iafrati). A disp.: Lancia, Belli, Lombardi, Marziale. All.: Coraggio.
Arbitro: Campagnari di Aprilia.
Marcatori: 32’pt Cocco, 17’st Rufo, 44’st Campagna
Note – Espulsi: Zanutto al 40’st Zanutto per doppia ammonizione; ammoniti Carchitto, Rufo, Zanutto, Perfetti, Brukner (P), Natoni, Malfeo, Di Folco (S)

Lascia un commento