Zangrillo lascia, il Formia abbandona il campionato

Con estremo rammarico, mi accingo a rappresentarvi le decisioni assunte, previo concerto con il Consiglio Direttivo, di non poter partecipare al campionato di Eccellenza 2012/2013. Anche quest’ anno ho tentato, in tutti i modi umanamente possibili, di trovare le risorse umane ed economiche necessarie ad una presenza che fosse conforme alla dignità e, consentitemelo, al blasone 

Leggi tutto

Con estremo rammarico, mi accingo a rappresentarvi le decisioni assunte, previo concerto con il Consiglio Direttivo, di non poter partecipare al campionato di Eccellenza 2012/2013. Anche quest’ anno ho tentato, in tutti i modi umanamente possibili, di trovare le risorse umane ed economiche necessarie ad una presenza che fosse conforme alla dignità e, consentitemelo, al blasone del Formia Calcio. Nell’ illusione di essere riuscito nell’ intento, confortato anche e soprattutto dagli apporti promessi, e confermati dal concorso nelle spese per l’ iscrizione al campionato, con animo speranzoso di ottimi risultati, attendevo con la solita trepidazione “il fischio d’ inizio”. Purtroppo, a quattro giorni dal via, le promesse sono rimaste tali e mi sono trovato, all’ improvviso, senza le prospettate collaborazioni che mi avevano fatto ben sperare nella positiva gestione del futuro impegno calcistico. Capirete che, da solo, con le mie forze, in un momento peraltro di così grave recessione, non posso responsabilmente assumere impegni che potrebbero condurre al disastro ed alla decozione. Con la morte nel cuore vi comunico questa scelta ma, credetemi, non c’è alternativa. Domenica prossima, pertanto, questo “fischio d’ inizio” non ci sarà. Chiedo comunque scusa ai calciatori, ai tifosi ed alla cittadinanza, ma è preferibile, all’ onta della sconfitta, la rinuncia preventiva. Ringrazio quanti mi sono sempre stati vicini ed hanno collaborato finora con me con impegno ed abnegazione.

IL PRESIDENTE
Aldo Zangrillo

Lascia un commento