Hermada e Sonnino in campo per la prima ufficiale

PER Hermada e Sonnino è finalmente arrivato il momento di rompere il ghiaccio con la Promozione. Alle 16,30 di oggi pomeriggio, infatti, rossoblu e gialloblu faranno il loro esordio nella seconda delle categorie regionali con la gara d’andata del turno preliminare di Coppa Italia. La formazione guidata da Pino Tosti si giocherà l’accesso al tabellone 

Leggi tutto

PER Hermada e Sonnino è finalmente arrivato il momento di rompere il ghiaccio con la Promozione. Alle 16,30 di oggi pomeriggio, infatti, rossoblu e gialloblu faranno il loro esordio nella seconda delle categorie regionali con la gara d’andata del turno preliminare di Coppa Italia.
La formazione guidata da Pino Tosti si giocherà l’accesso al tabellone principale contro il Città di Ciampino, che oggi sarà appunto di scena sul terreno del «Paganini». Ma sebbene si tratti del primo impegno ufficiale della stagione 2012/13, in casa Hermada sono tutti già proiettati sull’esordio in campionato di domenica prossima nella tana della Virtus Broccostella: «Questa sfida la prendiamo come un’ulteriore possibilità di provare la miglior formazione possibile da schierare domenica – spiega il direttore sportivo borghigiano Paolo Marchiori -. Naturalmente, questo non vuol dire che prenderemo sotto gamba l’impegno perché si tratta sempre e comunque di un impegno ufficiale per cui, da matricola tra l’altro, non ci possiamo proprio permettere di snobbarlo. Purtroppo, però, ci arriviamo in piena emergenza perché saremo ancora una volta costretti a rinunciare agli infortunati Marco Bracciale e Daniele Cerrocchi. Inoltre – conclude lo stesso Marchiori – siamo perfettamente consapevoli che di fronte avremo una squadra, il Città di Ciampino, che come tutte le formazioni di estrazione romana si presenterà ben attrezzata all’appuntamento».

SONNINO – Discorso analogo vale anche per il Sonnino, che invece farà visita al Santopadre, di fatto, con tre giorni veri di allenamento nelle gambe. «Purtroppo questa è la situazione – commenta il tecnico Simone Reggio –. Abbiamo cominciato a lavorare da pochissimo e non possiamo certo pretendere la luna visto che, come si sa, stiamo allestendo la squadra letteralmente in corso d’opera. Anche oggi (ieri, ndr), infatti, abbiamo lavorato in maniera pesante perché non ci possiamo permettere di fare una preparazione specifica per questa sfida col Santopadre, che è davvero una signora squadra. Di fatto, domani, (oggi, ndr) scenderemo in campo per fare allenamento e continuare a lavorare in vista della prima di campionato, che, inutile sottolinearlo, è la competizione in cui dovremo dare tutto per cercare di agguantare una salvezza miracolosa». Poi, Simone Reggio dice la sua sulla querelle emersa nei giorni scorsi con le due lettere uscite sulle colonne del nostro quotidiano: «Mi ero ripromesso di non farlo, ma sono costretto a parlare della prima lettera che avete pubblicato, in cui, a mio avviso, c’è un errore di fondo: chi l’ha scritta ha fatto di tutta l’erba un fascio. E a tal proposito vorrei ringraziare in particolar modo chi, pur facendo parte della squadra della passata stagione, ha deciso di restare con noi e sposare la nostra causa accontentandosi del minimo sindacale». La chiosa finale dell’allenatore-giocatore gialloblu è sul mercato: «Diciamo che ci manca qualche tassello – conclude Reggio -. Ma sono felice di annunciare che è tornato con noi Vittorio Serio, che rappresenta esattamente quello di cui avevamo bisogno in attacco. Per il resto ci servono ancora un centrocampista e un difensore che però, a questo punto, credo arriveranno direttamente dopo la prima giornata di campionato».

Simone D’Arpino

Lascia un commento