Latina, giù il sipario sulla nuova stagione

E’ tutto pronto. Il Latina questo pomeriggio scoprirà il sipario sulla nuova stagione 2012/2013 con il match di Coppa Italia conto l’Aprilia. Una stagione che, volente o nolente, traccerà un solco netto con il passato. Innanzitutto a livello societario, con l’annuncio delle dimissioni del presidente Michele Condò, a dire il vero già nell’aria da qualche 

Leggi tutto

E’ tutto pronto. Il Latina questo pomeriggio scoprirà il sipario sulla nuova stagione 2012/2013 con il match di Coppa Italia conto l’Aprilia. Una stagione che, volente o nolente, traccerà un solco netto con il passato. Innanzitutto a livello societario, con l’annuncio delle dimissioni del presidente Michele Condò, a dire il vero già nell’aria da qualche tempo, piombate come un fulmine a pochi giorni dall’esordio ufficiale. Si comincerà, come sempre, dalla Coppa Italia che in questa stagione, a differenza della passata, vedrà il Latina impegnato sin dal primo turno. Alle ore 18 sul campo del Francioni scatta l’operazione derby contro l’Aprilia di Vivarini. E’ la prima volta che i due club pontini si affrontano tra i professionisti, anche si divisi da una categoria. Sarà partita vera perchè si tratta pur sempre di un derby, ed in quanto tale nessuno ci sta a perdere.

Tutto da scoprire il Latina di mister Fabio Pecchia. Il tecnico di Lenola scioglierà gli ultimi dubbi di addetti ai lavori e tifosi riguardo una squadra che finora, nelle quattro gare di preparazione alla nuova stagione, tra il ritiro di Badia Tedalda e quest’ultima settimana di lavoro a Latina, è stata sempre cambiata e quasi mai riproposta negli stessi interpreti. L’unica cosa certa, o quasi, sarà il modulo con cui i nerazzuri saranno spediti in campo. Il 4-2-3-1 sembra davvero l’assetto preferito da Pecchia a cui è stata affidata una squadra competitiva ma non ancora evidentemente al completo. Entro il 31 agosto, giorno di chiusura del calciomercato, la società ha annunciato altri ritocchi ad una rosa già competitiva a cui perà manca un’altra punta e, se richiesto da Pecchia, un difensore ed un centrocampista di categoria. Intanto il mister dei pontini dovrà fare i conti con tante assenze che non gli consentiranno di poter mandare in campo alcuni interpreti di spessore della propria rosa. Tra le defezioni importanti si comincia con Dario Barraco. L’esterno ex Trapani non è al top della forma fisica (non ha disputato nemmeno l’amichevole con il SS. Pietro e Paolo di giovedì) e lo staff sanitario nerazzurro preferisce non rischiarlo in vista del campionato. Non sarà della partita neanche il pontino doc Andrea Milani, ancoa alle prese con il fastidio al polpaccio che l’ha costretto a lavoro differenziato nell’ultima settimana. Non ci saranno neanche, ma questa non è una novità, i lungodecendi Kola e Cafiero, anche se la via del recupero dai rispettivi infortuni ereditati dalla scorsa stagione sembra ormai cosa fatta. Chi ci sarà, invece, è Jefferson. Il brasiliano, su cui tutta la società punta davvero tanto, è in forma e recuperato, anche se in via del tutto precauzionale l’ariete sarà molto probabilmente sottoposto a staffetta con il neo acquisto Angelilli.
Per quanto riguarda la formazione che Pecchia manderà in campo, si può azzardare il seguente undici titolare. In porta Bindi; in difesa, da destra verso sinistra, Bruscagin, Agius, De Giosa e Giacomini. A schermo della difesa la coppia di mediani Cejas- Burrai, a sostegno dei tre trequartisti Tortolano, Gerbo (al centro) e Ricciardi.

I CONVOCATI: Portieri: Bindi, Ioime, Forzati. Difensori: Agius, De Giosa, Bruscagin, Casale, Celli, Giacomini. Centrocampisti: Cejas, Burrai, Addessi, Bucciarelli, Gerbo, Fonjock, Ricciardi. Attaccanti: Tortolano, Jefferson, Angelilli, Peressini, Pagliaroli

Lascia un commento