Il Latina Scalo si muove sul mercato

COMINCIA a muovere i primi passi sul mercato il nuovo Latina Scalo targato Andrea Vellucci. Le priorità individuate dall’ex tecnico del Priverno, dal diesse Tullio Fiaschetti e dal presidente Maurizio Palombo sono un difensore centrale, un mediano e un attaccante. Insomma, un colpo per reparto, come si dice in questi casi. Per la difesa il nome forte è quello di 

Leggi tutto

COMINCIA a muovere i primi passi sul mercato il nuovo Latina Scalo targato Andrea Vellucci. Le priorità individuate dall’ex tecnico del Priverno, dal diesse Tullio Fiaschetti e dal presidente Maurizio Palombo sono un difensore centrale, un mediano e un attaccante. Insomma, un colpo per reparto, come si dice in questi casi. Per la difesa il nome forte è quello di Federico Guerra, il quale è molto vicino ad un vero e proprio ritorno a casa dopo un anno trascorso lontano dall’Italia. Mister Vellucci, infatti, punta su di lui per colmare la lacuna lasciata dalla partenza di Ciampini e completare il reparto arretrato. Senza dimenticare che potrebbe anche rientrare Fabrizio Pupulin: il giocatore, almeno per il momento, si sta allenando col Sermoneta – mercoledì scorso, infatti, è stato impiegato
da Roberto Giovannelli nel test amichevole col Pro Cisterna –, ma la sua conferma in gialloblu è tutt’altro che certa. Anche se sulle tracce di Pupulin sembra esserci anche il Pontinia di Paolo Pelucchini, che un rinforzo in difesa lo ha chiesto ai vertici amaranto – che intanto hanno chiuso per Diego Ruffo, giovane e promettente centrocampista classe ’93 –. In mediana il nome caldo è invece quello di Dino Cappelletti. Lanciato in prima squadra a Sermoneta da Marco Campagna nella stagione 2010/11 – quella poi terminata con lo spareggio del «Francioni» contro il San Michele –, Cappelletti sembra essere stato scelto dai vertici scalensi per prendere il posto del non riconfermato Emiliano Coletta. Per quanto riguarda l’attacco, infine, l’obiettivo numero uno è Simone Grossi, che tanto bene ha fatto nel girone di ritorno a Sonnino nella passata stagione. A lui toccherebbe certamente il compito più difficile, visto che dovrebbe cercare di non far rimpiangere un bomber del calibro di Luigi Di Giorgio – passato al Priverno Lepini –, ma è altrettanto vero che tra le tre, quella di Grossi, è la trattativa più complicata. Non è un mistero, infatti, l’attaccante è molto legato al club del suo paese e prima di cambiare aria ci penserà su tantissime volte. A maggior ragione se Giuliano Borrelli, come sembra, siederà sulla panchina gialloblu dando il via al nuovo corso. Capitolo Pro Calcio Lenola. Dopo gli ingaggi di Paolo Palmacci, Roberto Soscia e Diego Zizzo e le conferme di Roberto Mancini e Daniele Subiaco, sembrano molto vicini anche i prolungamenti del centrocampista Giovanni Bruni e del difensore centrale Luca Di Fazio. In attacco, invece, se ne è andato Daniele Colafrancesco, che dopo aver guidato l’attacco biancoblu nella passata stagione si è accasato ad Alatri. Il diesse Pasquale Spirito si è già messo alla caccia di un sostituto e stando a quanto trapela da ambienti vicini alla società in pole position sembra esserci Max Varroni. L’ex attaccante di Sezze e Bassiano ha già avuto almeno un colloquio con i dirigenti della Pro Calcio, ma la conclusione dell’affare è ancora lontana. Chiudiamo con FC.Agora e Sabaudia. L’ultimo arrivato in casa rossoblu è Alessandro Del Pin, esterno destro proveniente dal Borgo Flora. A Sabaudia, invece, dopo Abd El Hamid dall’Aurora Vodice, è approdato anche Andrita, l’anno passato in forza all’Hermada di Pino Tosti.

Simone D’Arpino

Lascia un commento