Aprilia, spunti positivi in amichevole

IL secondo test match di questa prima fase di preparazione in casa Aprilia si chiude con un confortante 4-1. Senza strafare, ma giocando già su buoni ritmi, la squadra di mister Vincenzo Vivarini ha battuto su quello che può essere definito il campo amico di Civitella Roveto, sede abruzzese del ritiro biancoazzurro, il Capistrello, club 

Leggi tutto

IL secondo test match di questa prima fase di preparazione in casa Aprilia si chiude con un confortante 4-1. Senza strafare, ma giocando già su buoni ritmi, la squadra di mister Vincenzo Vivarini ha battuto su quello che può essere definito il campo amico di Civitella Roveto, sede abruzzese del ritiro biancoazzurro, il Capistrello, club che milita nel campionato di Eccellenza del luogo. Sono andati a segno il solito Calderini con una doppietta, il neo acquisto Ferrara e Carta. Una buona prova che ha dato ottimi spunti al tecnico delle rondinelle: «Sono davvero soddisfatto della prestazione odierna. Ho visto buon ritmo, grande applicazione e spunti positivi sotto il profilo del gioco. Devo dire che i ragazzi stanno mettendo a frutto tutti i dettami tattici, anche se è scontato che le gambe siano ancora pesanti per i carichi di lavoro a cui il gruppo è stato sottoposto in questi giorni. Certo, il test contro una formazione di Eccellenza lascia il tempo che trova, ma comunque il bilancio è sicuramente chiuso in positivo. Credo che – continua Vivarini – potremo arrivare alla gara del Francioni di Coppa Italia contro il Latina preparati per fare la nostra partita e giocarci le chance di qualificazione».
Una squadra molto giovane quella allestita dall’Aprilia in vista del prossimo campionato. Basti pensare che il più «vecchio» (virgolette d’obbligo) risulta essere al momento il centrocampista Croce con i suoi 24 anni: «Siamo una squadra giovane ma non per questo meno pronta degli altri. Cercherò infatti di fare perno proprio su questo aspetto perchè questa diventi una formazione vivace, pronta a divertirsi e a far divertire con la velocità, il dinamismo ed il bel gioco. Insomma, vorrei ripetere quello che si è visto nella scorsa stagione, fermo restando che l’obiettivo primario resta quello della salvezza e, soprattutto, rispettare quel fair-play economico che in questi anni sta diventando sempre più merce rara nel panorama calcistico italiano».
Sarà una Seconda Divisione ancora una volta infarcita di squadre di blasone, per un campionato pronto a regalare spettacolo: «Alle formazioni di prestigio della passata annata si sono aggiunte squadre come la Salernitana, che insieme al L’Aquila e al Lamezia rappresentano delle piazze importantissime. Per quanto ci riguarda – conclude Vivarini – siamo pronti. Ripeto, squadra giovane ma non intimorita dall’importanza del campionato. Sulla rosa, invece, stiamo lavorando sul mercato ma senza troppe pressioni. Il limite del 31 agosto è ancora relativamente lontano e tutto può accadere con l’arrivo di altri giocatori importanti».
L’Aprilia si allenerà oggi per l’ultima volta sul campo di Civitella Roveto per poi far ritorno domani alla base del «Quinto Ricci» non senza prima aver disputato un’ultima sgambata questo pomeriggio contro la formazione locale del Civitella Roveto.
Gianpiero Terenzi

Lascia un commento