Il Pontinia prende Alessandro Campagna

DOPO quello di Pietro Capuccilli arriva il secondo grande colpo di mercato messo a segno dal diesse del Pontinia, Maurizio Pigini, e che colpo. Vestirà in casacca amaranto nella prossima s l’attaccante Alessandro Campagna (ex Borgo Flora ), bomber vero, uno che chiude ogni stagione sempre in doppia cifra. Un arrivo voluto esclusivamente dal tecnico 

Leggi tutto

DOPO quello di Pietro Capuccilli arriva il secondo grande colpo di mercato messo a segno dal diesse del Pontinia, Maurizio Pigini, e che colpo. Vestirà in casacca amaranto nella prossima s l’attaccante Alessandro Campagna (ex Borgo Flora ), bomber vero, uno che chiude ogni stagione sempre in doppia cifra. Un arrivo voluto esclusivamente dal tecnico Paolo Pelucchini che lo ha avuto alle sue dipendenze per due campionati. Il Pontinia trova così l’attaccante chiesto dall’allenatore per aumentare il potenziale offensivo che vedrà proprio Campagna far coppia con il giovane ma ormai esperto Incollingo, con alle spalle Capuccilli per un tridente davvero di primissima qualità. Due colpi che rispondono in pieno all’esigenza della squadra che già da due giorni sta sudando e lavorando con grande intensità, così come vede ogni anno la tabella di lavoro di Paolo Pelucchini. Le sue squadre sono sempre le prime a partire per la preparazione. E’ un Pontinia che sta progettando la stagione del rilancio, come sempre con i piedi ben saldi per terra. «Sono due elementi che non hanno visogno di presentazioni – afferma il diesse Maurizio Pigini – visto i loro trascorsi sportivi e che rientrano nella politica societaria del Pontinia. Puntiamo ad allestire una squadra competitiva rispettando come sempre dei budget prefissati sin da subito così come è nello stile di questa società. Ogni trattativa viene seguita dal presidente Malandruccolo e dal tecnico Pelucchini. Stiamo orientando le nostre attenzioni su calciatori che hanno determinate caratteristiche, soprattutto giocatori vogliosi di sposare il progetto che abbiamo in mente, da qui in avanti. Dopo diversi anni è stato necessario cambiare qualcosa, diciamo che per il Pontinia è l’anno zero. C’è tanta voglia di rilanciare il progetto e la necessità di costruire una squadra diversa, le nostre attenzioni sono rivolte su calciatori funzionali al progetto Pontinia e al modulo che andrà ad adottare il tecnico Pelucchini, con il quale sin da subito abbiamo trovato la massima sintonia. La piazza di Pontinia merita campionati di grande spessore, non si può soffrire fino alla fine per evitare le retrocessione».

Paolo Annunziata

Lascia un commento