Polselli accusa: “Bisogna portare gli sponsor per allenare!”

NON è bastato un campionato formidabile, chiuso dal suo Aurora Vodice al secondo posto in classifica del girone M di Seconda categoria dopo aver messo in fila, contro ogni pronostico, squadre attrezzate come Fc Agora, Grappa e Bainsizza. Sessantotto punti che hanno portato il Vodice ad insidiare da vicino la corazzata Calcio Sabaudia, con una piazza d’onore che gli consentirà comunque di salire 

Leggi tutto

NON è bastato un campionato formidabile, chiuso dal suo Aurora Vodice al secondo posto in classifica del girone M di Seconda categoria dopo aver messo in fila, contro ogni pronostico, squadre attrezzate come Fc Agora, Grappa e Bainsizza. Sessantotto punti che hanno portato il Vodice ad insidiare da vicino la corazzata Calcio Sabaudia, con una piazza d’onore che gli consentirà comunque di salire in Prima categoria. Mister Mimmo Polselli, infatti, è stato rimpiazzato sulla panchina d a l l ’ esperto Maurizio Pinti, ma quella presa dalla dirigenza biancorossa è una decisione che lascia perplesso lo stesso tecnico di Latina: «L’unica spiegazione che mi viene in mente in questo momento è che pr oba bil men te la scelta è ricaduta su un collega, anche se non so ancora chi potrà essere con certezza il mio sostituto, che porta dei soldi e delle sponsorizzazioni alla società. Altrimenti non ci sarebbe una spiegazione logica alla mia sostituzione dopo lo straordinario campionato fatto l’anno scorso». L’accusa mossa dall’ormai ex tecnico di Carso e Vodice è di quelle destinate a far discutere: «Ripeto, ignoro chi sarà il nuovo tecnico (Polselli non è evidentemente a conoscenza della chiamata di Pinti n.d.r.) ma non sono stato affatto sorpreso perchè so come funziona il nostro mondo e posso dire che l’ottan – ta per cento degli allenatori sono alla guida di qualche squadra perchè portano con sè degli sponsor vitali, in un momento economico così delicato, per le società. Io evidentemente non ho queste possibilità, ma soprattutto non amo intendere il calcio in tale modo. Una delle conseguenze di tutto ciò è che poi nel mondo del calcio non c’è riconoscenza. Per certe persone queste cose sono evidentemente solo dettagli. Per quanto mi riguarda – conclude Polselli – non mi butto giù ma vado avanti per la mia strada. Rimango alla finestra in attesa di una chiamata da parte di una società, indipendentemente dalla categoria, che abbia programmi, e soprattutto uomini, seri».

IL MERCATO – Intanto in casa Vodice si continua a lavorare per il prossimo campionato. c’è da segnalare una partenza, ovvero quella del difensore centrale e capitano Abd El Hamid, che si è accasato al Calcio Sabaudia, sempre in Prima categoria, mentre è stato preso Alessandro Ghirotto.

Lascia un commento