Il Campo Boario-Bassiano prende forma

VEDERE la Promozione a Campo Boario diventa ogni giorno che passa una probabilità più che concreta. E’tutto già pronto, o quasi. A mancare, infatti, sarebbe per ora soltanto l’ok da parte della Federazione per la possibilità di utilizzare il terreno di gioco latinense per le gare interne del campionato di competenza. Il Campo Boario scalda i motori per una stagione da protagonista anche in 

Leggi tutto

VEDERE la Promozione a Campo Boario diventa ogni giorno che passa una probabilità più che concreta. E’tutto già pronto, o quasi. A mancare, infatti, sarebbe per ora soltanto l’ok da parte della Federazione per la possibilità di utilizzare il terreno di gioco latinense per le gare interne del campionato di competenza. Il Campo Boario scalda i motori per una stagione da protagonista anche in Promozione, dopo che nei giorni scorsi ha cominciato a farsi strada con sempre più insistenza la possibilità che il titolo del Bassiano (appena iscritto al prossimo torneo) potesse essere rilevato proprio dalla società del capoluogo, che nello scorso campionato ha disputato la Seconda categoria. La squadra, che si chiamerà comunque Bassiano visto che l’eventuale accordo verrà concluso solo dopo il limite del 28 giugno imposto dalla Federazione per un eventuale cambio d idenominazione, starebbe aspettando l’inizio di questa settimana per ottenere l’agibilità del proprio impianto sportivo. Soltanto dopo l’ok avverrà quindi il passaggio di consegne anche se, ascoltando le voci sempre più insistenti dei soliti bene informati, gli operatoridel Campo Boario sarebbero già attivi sul mercato per allestire una squadra più che competitiva. I nomi che circolano sono altisonanti. Primo fra tutti quello di un Dario Maglitto, che rimarrebbe di fatto quindi un giocatore del Bassiano dopo l’esperienza della scorsa stagione. Contatti ci sarebbero stati anche con Matteo Trapani (Flora) e Matteo Cifra (Sermoneta), oltre che con Di Matteo e Cocuzzi, questi ultimi avvicinati anche dal Borgo Flora. Anche il nome del tecnico si è ristretto ad un paio di elementi. Dopo aver contattato l’ex Bassiano e San Michele Stefano Rossi, negli ultimi giorni si è fatto sempre più viva l’opzione Marco Iannarilli, adesso in pole position per la guida dei nerazzurri dopo le vittorie di campionato e Coppa Lazio di Seconda categoria con il Bella Farnia e la splendida stagione, la scorsa, passata al timone del Latina Scalo in Prima categoria. Quella del mister di Latina Scalo sulla panchina del club del capoluogo sarebbe tesi avvalorata dagli avvistamenti di alcuni incontri, nemmeno tanto nascosti, tra i massimi dirigenti del Campo Boario e lo stesso Iannarilli in questi giorni di ferventi preparativi alla nuova stagione, sempre in attesa della conferma ufficiale.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento