Nuova Circe, torna il sereno?

TUTTO lascia pensare che ben presto, in casa Nuova Circe, possa tornare il sereno. Dopo la vittoria del girone «D» dell’ultimo campionato di Promozione, infatti, erano sorti non pochi dubbi intorno alle sorti del club presieduto da Fabrizio Vittori, il quale, in prima persona e senza troppi giri di parole, aveva spiegato che se non 

Leggi tutto

TUTTO lascia pensare che ben presto, in casa Nuova Circe, possa tornare il sereno. Dopo la vittoria del girone «D» dell’ultimo campionato di Promozione, infatti, erano sorti non pochi dubbi intorno alle sorti del club presieduto da Fabrizio Vittori, il quale, in prima persona e senza troppi giri di parole, aveva spiegato che se non si reperivano quanto prima nuove risorse il titolo della Nuova Circe sarebbe potuto finire altrove proprio nell’anno in cui San Felice si appresta a fare il suo esordio nella massima categoria regionale. Al momento non c’è ancora nulla di ufficiale, ma sembra proprio che il monito del massimo dirigente rossoblu abbia portato gli effetti sperati: a San Felice, naturalmente, nessuno si sbilancia più di tanto, ma l’impressione è che il pericolo sia scampato e che l’iscrizione al campionato d’Eccellenza 2012-13 sarà formalizzata nei prossimi giorni. A questo punto, però, il discorso da societario diventa prettamente tecnico perchè, dando per assicurata la sopravvivenza della società, la priorità diventa capire quale sarà il futuro di Bruno Federico e di conseguenza anche quello del tecnico Gianni Marzella, che è sempre stato molto chiaro: senza Bruno Federico in società le probabilità che sia ancora lui a guidare la squadra dalla panchina sono davvero poche. Non è un segreto, inoltre, che il Sermoneta stia corteggiando ormai da tempo il diesse sanfeliciano, il quale però, come ha dichiarato in più di un’occasione, finora ha avuto soltanto un colloquio preliminare col presidente Aprile e niente di più perchè qualunque tipo di decisione era subordinata alle prospettive che gli poteva garantire la Nuova Circe. Ora le prospettive sembrano essere più definite, per cui nelle prossime ore tutte le riserve saranno sciolte e sapremo se il trio Vittori-Federico-Marzella prolungherà la sua collaborazione anche in Eccellenza. In caso di addio del diesse. Discorso simile si può anche per l’Hermada. All’indomani dello straordinario secondo posto conquistato al termine del campionato di Prima Categoria 2011/12, il diesse Paolo Marchiori aveva assicurato che i rossoblu avrebbero certamente usufruito del ripescaggio in Promozione e dopo diciotto anni sarebbero tornare a militare nella seconda delle categorie regionale. Nei giorni successivi, però, era stato lo stesso Genesio Senesio a rimettere tutto in discussione dicendo chiaramente che, viste le difficoltà che avrebbe comportato sobbarcarsi un impegno economico come quello richiesto da un campionato di Promozione, non era affatto da escludere una rinuncia al ripescaggio in favore di qualche altra squadra. Ma nella sera di giovedì scorso, durante l’ultima puntata stagionale della trasmissione «Voglia di Calcio», in occasione del «Gran Galà» di ZonaPontina.com, lo stesso Marchiori ha ufficializzato il ritorno in società, ad un anno dall’addio, di Giovanni Ciampa, il cui sostegno ha così consentito ai borghigiani di formalizzare l’iter per l’iscrizione e cominciare a settacciare il mercato – soprattutto dei giovani di Lega – in vista del nuova categoria.

Simone D’Arpino

Lascia un commento