Agora – Iannotti, è fatta

IL DOPO Moreno Mancini è Salvatore Iannotti. E’ ufficiale è l’ex tecnico San Pietro e Paolo il nuovo allenatore dell’FC Agora. L’ha annunciato il vice presidente Angelo Alberton. «Dopo che Moreno Mancini ci aveva annunciato che avrebbe lasciato il nostro sodalizio – dice Angelo Alberton – Ne abbiamo preso atto e siamo andati subito alla 

Leggi tutto

IL DOPO Moreno Mancini è Salvatore Iannotti. E’ ufficiale è l’ex tecnico San Pietro e Paolo il nuovo allenatore dell’FC Agora. L’ha annunciato il vice presidente Angelo Alberton. «Dopo che Moreno Mancini ci aveva annunciato che avrebbe lasciato il nostro sodalizio – dice Angelo Alberton – Ne abbiamo preso atto e siamo andati subito alla ricerca del nuovo tecnico, dopo aver sentito tre allenatori la scelta da parte della società è caduta su Salvatore Iannotti. Crediamo di aver scelto prima di tutto una gran brava persona e poi dove è andato ha ottenuto sempre dei brillanti risultati. Adesso cominceremo ad approntare la rosa di squadra per il prossimo campionato. Fare dei nomi adesso è prematuro, non è nel nostro stile dare dei nomi se non abbiamo prima le certezze».
Lo staff tecnico è composto da Ilario Mancini, Eric Faggioni collaboratore tecnico, Marco Petrillo preparatore atletico, al momento manca il preparatore dei portieri che verrà annunciato quanto prima. Perfettamente a suo agio nel clima di grande cordialità il tecnico Salvatore Iannotti, che ha così esordito. «Essere l’allenatore del Fc Agora è gratificante – dice Iannotti – Questa è una società dalle grandi tradizioni. Una società adesso governata da gente seria e competente. Sono molto contento, anche ho indossato questa maglia per sette anni da giocatore. Sono entrato in un’ altra grande famiglia così come lo sono stato a San Pietro e Paolo. Scendere di categoria non è stato un problema, anche perché dovrebbe arrivare il ripescaggio in Prima categoria, ma questo non è un problema».
Anche con l’FC Agora manterrà la sua filosofia tattica attraverso il bel gioco? «Credo che sia l’aspirazione di tutti gli allenatori fare risultato giocando bene e io sono tra quelli. Sul modulo di gioco ancora non voglio pronunciarmi, anche perché adesso stiamo lavorando per formare la squadra. Dico che non mi fisso su un sistema perché ritengo che la cosa più importante sia mettere i calciatori in condizione di rendere al massimo. Il nuovo FC Agora dovrà avere una precisa identità e imporre il proprio gioco. Che non significa stare sempre nella metà campo avversaria, cosa impossibile, ma sapere interpretare ogni partita».
Iannotti si presenta con la fama di sergente di ferro? «Non è nel mio stile, però detteremo regole precise perché la mia squadra dovrà avere un’immagine inattaccabile anche dal punto di vista etico. Io sono un allenatore sempre disponibile al dialogo, però chi sbaglia paga».

Paolo Annunziata

Lascia un commento