Ballottaggio per la panchina Vigor

IL futuro in casa Vigor Cisterna è ancora tutto da decifrare. Il progetto della scorsa estate è stato chiuso in un cassetto, con la società che cerca per l’ennesima volta, di riaprire un nuovo ciclo. Oggi come ieri, i giocatori superstiti del ribaltone estivo saranno pochi quasi tutti in età di lega con i vari 

Leggi tutto

IL futuro in casa Vigor Cisterna è ancora tutto da decifrare. Il progetto della scorsa estate è stato chiuso in un cassetto, con la società che cerca per l’ennesima volta, di riaprire un nuovo ciclo. Oggi come ieri, i giocatori superstiti del ribaltone estivo saranno pochi quasi tutti in età di lega con i vari Spinetti, Garat e compagnia bella, proiettati verso altri palcoscenici. Ripartire, è il diktat in via Lombardia, cominciando da uno staff dirigenziale forte e coeso, fattori questi spesso mancati nelle stagioni passate (vedi l’addio del ds Causio). In questo senso, gli ingressi di Dario Di Camillo e Gianfranco Criscuolo vengono inseriti e visti in quel processo di rinnovamento che coinvolge tutto il movimento biancoceleste, partendo dal settore giovanile fino alla prima squadra. Il prossimo campionato di Eccellenza, squadre alla mano, sarà ancor più difficile e di livello di quello appena concluso. Per questo ci sarà da attrezzare una squadra che sappia tenere botta e riavvicinare un tifo allontanatosi ancor di più dopo questo finale di stagione. I vari Leone, Cannistrà, Magni, De Gennaro, Di Girolamo, Frattarelli, Salvini e Troisi saranno i superstiti dell’ultima Vigor. Qualche elemento dell’ultima Juniores sarà promosso tra i grandi, come Carta, Palmese o Di Gregorio. Torneranno alla casa madre tutti quei giovani validi ceduti in prestito per farsi le ossa come il classe ’93 Notarpietro. Le voci di corridoio poi, indirizzano il mercato dei biancocelesti sulla valorizzazione del prodotto locale. Il made in Cisterna, quindi, porta in orbita Vigor giocatori giovani e affermati nel panorama provinciale come Lubirati e Maggi (Sermoneta) oppure Martelli (Anziolavinio), ragazzi pronti a provare ad essere profeti in patria. Ma prima di chiudere il cerchio sulla rosa biancocleste 2012/2013 ci sarà da sciogliere il nodo sulla guida tecnica che proverà ad amalgamare una squadra di giocatori cisternesi. Le voci di mercato danno tre nomi al momento tra i papabili: con mister Greco proiettato verso altri lidi dove poter valorizzare il suo 4-3-3, la Vigor cerca un mister che sappia lavorare con i giovani e che allo stesso tempo possa offrire un calcio divertente. L’identikit, quindi, ricadrebbe subito su Ulderico Campagna, ma sembra che lo stesso ex capitano della Pro abbia già accettato il ruolo di tecnico della Juniores della stessa società. Nella logica di questo possibile scenario si inseriscono prepotentemente i nomi di Paolo Pelucchini, che non ha ancora sciolto i dubbi sul suo futuro, e Manolo Patalano, da sempre vicino a Di Camillo. Sulla scelta del prossimo mister però, giocherà un ruolo fondamentale l’obiettivo finale che la Vigor cercherà di centrare. Un ulteriore scenario potrebbe vedere il patron Capitani lontano dal Bartolani, una possibilità remota ma che ogni estate torna in auge visto che il numero uno della Vigor ogni qualvolta il campionato si ferma, paventa possibili addii.

Gabriele Mancini

Lascia un commento