Pecchia, un conto alla rovescia

DA semplice ipotesi, quella di Fabio Pecchia sulla panchina dell’Us Latina Calcio è divenuta nelle ultime ore una vera e propria certezza. Sì perchè, anche se non ancora suffragato dall’ufficialità da parte della società, il matrimonio sportivo tra l’avvocato lenolese ed il club nerazzurro sembra davvero cosa fatta. Pecchia in questi ultimi tre giorni è 

Leggi tutto

DA semplice ipotesi, quella di Fabio Pecchia sulla panchina dell’Us Latina Calcio è divenuta nelle ultime ore una vera e propria certezza. Sì perchè, anche se non ancora suffragato dall’ufficialità da parte della società, il matrimonio sportivo tra l’avvocato lenolese ed il club nerazzurro sembra davvero cosa fatta. Pecchia in questi ultimi tre giorni è stato visto più volte a colloquio negli uffici del «Francioni» dove, insieme ai vertici societari, ha definito e limato gli ultimi cavilli di un contratto a cui adesso manca soltanto la firma in calce.

SOLO L’UFFICIALITA’ – Cosa serve, allora, perchè le semplici illazioni diventino una realtà? Difficile da dire con certezza, ma sembra che, sempre ascoltando le voci trapelate dalla sede di Piazzale Prampolini, a far dilatare i tempi dell’ufficializzazione dell’ingaggio di Pecchia, che era stata prevista per oggi, siano stati alcuni problemi di carattere personale che lo stesso tecnico risolverà nelle prossime ore. E’ partito, quindi, il conto alla rovescia che divide dalla conferenza stampa con cui il Latina presenterà il nuovo corso tecnico, affidando la panchina ad un allenatore desideroso di mettersi in evidenza, dal grande passato in serie A, ma praticamente alla prima esperienza alla guida di un club professionistico partendo dalla prima giornata, dopo la chiamata finita male dal Gubbio in serie B nella passata stagione. Una sorta di scommessa che speriamo risulti vincente da parte di una società, quella nerazzurra, che non ha certo paura di sperimentare ed investire su un tecnico giovane e, finalmente, facente parte del comprensorio pontino. Un mister che ha saputo vincere in extremis il ballottaggio con Brini e Moriero per il posto sulla panchina del «Francioni». Il tutto proprio mentre tutta la dirigenza è al lavoro per completare nei termini stabiliti la richiesta di iscrizione ad un campionato di Prima Divisione che certamente vedrà delle new entry inaspettate, tra società sull’orlo del fallimento ed altre alle prese con lo scandalo calcio scommesse destinato a trovare il suo apice solo ad estate inoltrata.

Lascia un commento