Comincia il valzer del mercato

DOPO un paio di settimane di pausa, il mercato allenatori del campionato di Promozione entra nel vivo. Cominciamo dal San Michele. L’addio di Stefano Rossi della scorsa settimana ha immediatamente aperto la corsa alla panchina gialloverde che, al massimo tra un paio di giorni, dovrebbe trovare il suo nuovo padrone. Padrone che, salvo clamorose sorprese, 

Leggi tutto

DOPO un paio di settimane di pausa, il mercato allenatori del campionato di Promozione entra nel vivo. Cominciamo dal San Michele. L’addio di Stefano Rossi della scorsa settimana ha immediatamente aperto la corsa alla panchina gialloverde che, al massimo tra un paio di giorni, dovrebbe trovare il suo nuovo padrone. Padrone che, salvo clamorose sorprese, sarà uno tra Pino D’Andrea, Moreno Mancini e Stefano Campolo. Tutti e tre hanno già avuto almeno un colloquio preliminare con i dirigenti borghigiani, ma stando a quanto dicono i bene informati, in pole position ci sarebbe proprio Mancini, che potrebbe così approdare a Borgo San Michele con un anno di ritardo rispetto ai ripetuti contatti della scorsa estate, quando poi gli venne preferito Gerardo Bocchino. In ogni caso, anche se dovesse, come probabile, tramontare l’ipotesi San Michele, il futuro di Stefano Campolo sarà lontano da Bassiano. L’allenatore ha infatti già salutato la società amaranto e potrebbe accasarsi sulla panchina della Juniores d’Elite del Fontana Liri. Per quanto riguarda le altre otto formazioni inserite nell’ultimo girone «D», la soluzione adottata da tutte, ad eccezione di Bassiano e Pro Calcio Lenola – che chiarirà la posizione di Dario Lauretti nel corso di questa settimana -è la continuità. A Itri, Minturno, Pontinia, Sezze e Sermoneta, infatti, Alessandro Parisio, Gennaro Pernice, Fabrizio Cencia, Ubaldo Stefanini e Roberto Giovannelli sono già certi della conferma, mentre il futuro di Gianni Marzella dipende solo da quello della Nuova Circe.

GIRONE C – Ben più incerta, invece, è la situazione del girone «C». Ad eccezione della Sa.Ma.Gor. – da cui è letteralmente inamovibile Gennaro Ciaramella – SS.Pietro e Paolo, Atletico Sabotino e Borgo Flora non hanno ancora sciolto le riserve. Dopo il travagliato campionato di quest’anno, durante il quale dalle parti di via Londra si sono avvicendati Salvatore Iannotti, Gianluca Viscido e Orlando Cal, il prossimo dovrebbe cominciare con la guida tecnica affidata a Simone De Simone. Per qualche giorno è stata addirittura avanzata l’ipotesi di un clamoroso ritorno di Salvatore Iannotti, ma alla fine la scelta sembra essere caduta su De Simone, che dunque si starebbe preparando ad affrontare la sua prima avventura da allenatore di una prima squadra. Quello di Salvatore Iannotti, invece, è un nome buono sia per la panchina del Sabotino sia del Flora. Per la successione di Alfonso Cappelletti, il favorito numero uno resta sempre Alberto Ziroli, ma quella di Iannotti è un’alternativa più che concreta. Eventualmente anche per il Flora, qualora il suo amico Paolo Pelucchini interrompesse il suo rapporto col club del presidente Lizzio.

Lascia un commento