Aprilia, ore decisive per la panchina

ORE decisive per la panchina dell’Aprilia Calcio. Questo pomeriggio, negli uffici della sede della società biancoazzurra nello stadio «Quinto Ricci», avverà il tanto atteso primo incontro tra i vertici societari e Vincenzo Vivarini, il tecnico artefice della storica scalata da parte delle rondinelle verso i playoff di Seconda Divisione, per giunta al primo anno degli 

Leggi tutto

ORE decisive per la panchina dell’Aprilia Calcio. Questo pomeriggio, negli uffici della sede della società biancoazzurra nello stadio «Quinto Ricci», avverà il tanto atteso primo incontro tra i vertici societari e Vincenzo Vivarini, il tecnico artefice della storica scalata da parte delle rondinelle verso i playoff di Seconda Divisione, per giunta al primo anno degli apriliani tra i professionisti. Non basta, però, questo grande risultato per dare come scontata la prosecuzione del matrimonio professionale tra l’allenatore abruzzese ed il club di via Bardi.
Sì, perchè in questi giorni dedicati al relax nella sua Chieti, il cellulare del mister abruzzese è stato comunque preso d’assalto da diverse società professionistiche italiane. Naturalmente l’attuale guida tecnica dell’Aprilia ha preso tempo, esprimendo comunque la propria intenzione di sedersi prima intorno ad un tavolo con i vertici della società pontina per discutere riguardo l’immediato futuro.
La linea di Vivarini è chiara: valutare con molta attenzione la validità del progetto biancoazzurro per poi ponderare con oculatezza tutti i passi da seguire in sede di costruzione della rosa dei giocatori. Proprio riguardo ai giocatori che dovranno vestire la maglia delle rondinelle sono infatti legati i dubbi più forti di Vivarini, che chiede delle garanzie a livello tecnico: «La mia volontà è quella di proseguire l’ avventura con l’Aprilia – ha spiegato lo stesso allenatore – Certo è che nell’incontro con la dirigenza chiederò delle delucidazioni riguardo al progetto che la società vorrà approntare in vista della prossima stagione. In quella appena trascorsa abbiamo fatto un mezzo miracolo, mentre per quanto riguarda il futuro servirà quindi fare qualche piccolo sforzo in più per poter ambire ad un qualcosa di più importante. Per questo motivo oggi valuteremo insieme alla società se gli obiettivi da prefiggersi saranno i medesimi per entrambe le parti in gioco, altrimenti valuteremo serenamente il da farsi».
Vivarini non nega poi l’interessamento di molti club di Lega Pro, tra cui, comunque, non sembrerebbe esserci il Latina: «Con il Latina nessun contatto – conlcude Vivarini – E’ vero, il mio telefono ha squillato ma naturalmente non c’è nessuna trattativa in corso. La priorità la darò infatti all’Aprilia, anche perchè in un momento come questo ogni offerta e ogni società vanno valutate con accuratezza e attenzione».

Lascia un commento