Si chiude il sipario, sorride solo il Podgora

IL derby dice Podgora. La formazione di Paloni conquista il suo primo confronto in Eccellenza contro la Vigor Cisterna. Una vittoria importantissima, nell’ultima giornata, che vale la salvezza diretta per i borghigiani. Una domenica storica, quindi, quella della truppa di Paloni sul sintetico del Bartolani. Il 3-0 con cui è andato in archivio il match 

Leggi tutto

IL derby dice Podgora. La formazione di Paloni conquista il suo primo confronto in Eccellenza contro la Vigor Cisterna. Una vittoria importantissima, nell’ultima giornata, che vale la salvezza diretta per i borghigiani. Una domenica storica, quindi, quella della truppa di Paloni sul sintetico del Bartolani. Il 3-0 con cui è andato in archivio il match non lascia molte considerazioni su una gara senza storia sin dalle prime battute. La formazione di casa, infatti, si presenta all’appuntamento infarcita di giovani della Juniores. L’avvio è di marca ospite con Giuffrida e Antonelli che provano a scardinare il fortino eretto da Campagna. La risposta dei padroni di casa è tutta nelle giocate di Troisi e Cerro. Al 15′ Antonelli per i borghigiani va vicino alla rete con un fendente in piena area che non trova lo specchio della porta e si spegne sul fondo. Il Podgora prende fiducia e conquista metri di campo. Al 31′ viene premiata l’intrapendenza ospite con la rete del vantaggio firmato Martellacci, bravo dai venti metri a trovare il palo lungo con un preciso destro. Il gol non sveglia la Vigor che continua a fare la sua gara senza dare particolari pensieri al portiere ospite Ristic. Prima del riposo la formazione di Paloni archivia la gara con la rete del raddoppio. E’ il 41′ quando Antonelli raccoglie dall’altezza del dischetto un invito dalla sinistra di Giuffrida e batte Campagna per la seconda volta. Nella ripresa la girandola dei cambi non altera un copione già scritto: al 9′ infatti il Podgora cala il tris con il più classico dei gol dell’ex. Edoardo Onorato, fino a dicembre nelle file della Vigor, lascia partire un sinistro dal limite che si insacca alle spalle di Campagna in tuffo. Ancora Antonelli nel finale di gara ha la possibilità di arrotondare il risultato in favore degli ospiti ma la sua conclusione all’interno dell’area di rigore finisce alla sinistra del palo, sciupando così un delizioso assist di Martellacci.

DOVEVA essere uno scontro al vertice, invece è stata la sfida tra due delle grandi deluse del campionato. Il Formia chiude la stagione con l’ennesima sconfitta contro una Lupa Frascati cui non basta la vittoria per festeggiare la promozione in Serie D. Per l’ultima gara, ormai ininfluente per la classifica, Davide Palladino si affida a una formazione quasi esclusivamente composta da under ad eccezione di Mario Mariniello, nelle vesti di capitano. Dopo neanche 40’ secondi di gioco, la Lupa si fa vedere in avanti con un bel pallonetto di Leccese, fuori di pochissimo. Sono gli ospiti a fare la partita, anche perché vincendo avrebbero la possibilità di agganciare in vetta il San Cesareo e conquistarsi gli spareggi. I biancocelesti si affidano prevalentemente alle ripartenze e alle giocate di Cacace, la cui mira non è però quella dei giorni migliori. Il gol è nell’aria e la Lupa lo trova al 12’ con una sfortunata autorete di Marciano, che nel tentativo di anticipare Guardabascio trafigge Salemme. Il Formia prova a reagire al 17’ con un calcio di punizione dal limite di Volpe, che si stampa sulla barriera. Al 22’ Cacciaglia su corner mette in mezzo per Guardabascio, che da distanza ravvicinata costringe Salemme alla respinta miracolosa con i pugni. Sul ribaltamento di fronte è Iannitti a impegnare Di Mario con un tiro cross. Nonostante la formazione notevolmente rimaneggiata, il Formia non sembra voler recitare il ruolo della vittima sacrificale e prova comunque a reagire. Al 28’ gli ospiti trovano il 2-0, ma l’arbitro annulla tutto per posizione di offside di Guardabascio su cross di Leccese. L’occasione più clamorosa per il raddoppio arriva al 37’: solita azione di Leccese per Guardabascio, che da due passi manda il pallone alto. Nel finale di frazione, Mariniello prova a pareggiare i conti con una doppia occasione, ma in entrambi i casi si vede respingere il tiro da Mancini. Nella ripresa Palladino inserisce Forte al posto di Marciano. Al 7’ ci prova Mariniello su punizione dal limite, ma il suo tiro è troppo debole. Tre minuti più tardi ancora Formia in avanti con una punizione da posizione defilata di Lavalle per Mariniello, che di testa manda fuori di un soffio. Al 29’ la Lupa Frascati trova il raddoppio con il neo entrato Cinelli, che si ritrova il pallone tra i piedi, si accentra e batte Salemme. Al 39’ Mariniello tenta l’azione personale, ma colpisce solo l’esterno della rete. Al “Perrone” finisce, dunque, 0-2.

Festival del gol tra squadre salve e senza ormai niente da chiedere al loro campionato. Giocando senza assilli viene fuori una partita spettacolare condita da gol e tantissime emozioni. Inizio spettacolare con La Cava che va a segno al 3’ ed al 6’. All’8’ Iannotti riporta i locali in partita. Al quarto d’ora pareggio di Federici poi le squadre si placano prima dell’imperioso finale di tempo dei gialloverdi che trovano due gol in due minuti. Nella ripresa le squadre si allungano ed il gioco continua ad essere piacevole. Altobelli prima, poi Marchionni infine Zucchelli e Matteo chiudono le marcature ed il campionato di entrambe le squadre.

Mancini e Stefanelli

I TABELLINI

VIGOR CISTERNA – PODGORA1950 0-3
Vigor Cisterna: Campagna, Bagaglini, Mari, Di Girolamo, Cannistrà, De Gennaro, Troisi, Salvini, Carta (34’st Rossi), Cerro (1’st D’Amico), Lo Raso (19’st Bullegas). A disp.: Magni, De Gol, Riggi, Rossi, Fiorilli. All.: Sanavia
Podgora1950: Ristic, Cimadon, Onorato, Cannariato (19’st Tiligna), Ciarla, Rubino (2’st Porcelli), Ottaviani (2’st Grasso), Pestrin, antonelli, Martellacci, Giuffrida. A disp.: Ramiccia, Fantin, Ferri, Verdini. All.: Paloni
Arbitro: Tucci di Ostia Lido, assistenti Carletti (Ostia) e Biron (Roma1)
Marcatori: 31’pt Martellacci, 41’pt Antonelli, 9’st Onorato
Note – Spettatori 100 circa. Angoli 4-2 per il Podgora

FORMIA-LUPA FRASCATI 0-2

Formia: Salemme, G. Scipione, A. Scipione (25’ st De Meo), Volpe, Marciano (1’ st Forte), Bernisi, Mastroianni (21’ st Cipolletta), Lavalle, Mariniello, Cacace, Iannitti. A disp.: D’Alessio, Stellato, C. Scipione, D’Aniello. All.: Palladino
Lupa Frascati: Di Mario, D’Ambrosio, Celli, Cangini, Mancini, Ristori (36’ st Cerrai), Masciantonio, Franci (21’ st Cinelli), Guardabascio (21’ st Polverino), Cacciaglia, Leccese. A disp.: Bertolino, Teofani, Sbardella, Petrucci. All.: Gregori
Arbitro: Capezzi di S. Giovanni Val D’Arno, assistenti Assante di Frosinone e Pasquali di Roma Due
Marcatori: 12’ pt aut. Marciano, 29’ st Cinelli
Note – Al 26’ st allontanato il tecnico del Formia Palladino per proteste. Ammonito Ristori

LARIANO – TERRACINA 6-4
Lariano: Marini, Soldano, Moroni (31’ st Lelli), De Vecchis, Marongiu, Marchionni, Alexei (25’ pt Zucchelli), Sbraglia, Federici, Iannotti, Scacchetti (20’ st Pantaloni). A disp.: Mattogno, Sifoni, Rossi, Giordani. All.: Solimina
Terracina: Cuomo (39’ st Borsa), Portauova, Coppolella, Capezzone, Kawalie, Altobelli, Minieri (1’ st Notarfonso), Festa, Matteo, La Cava, Savarese (22’ st Gasbarroni). A disp.: Osagede, Costabile, Fasani, Scarica.
Arbitro: Centi di Viterbo
Marcotori: 3’ pt, 6’ pt La Cava, 8’ pt Iannotti, 15’ pt Federici, 44’ pt Scacchetti, 46’ pt Moroni, 19’ st Altobelli, 31’ st Marchionni, 43’ st Zucchelli, 45’ st Matteo
Note – ammoniti Moroni, Iannotti.

Lascia un commento