Aprilia, pronti al primo round

E’ cominciato ieri il count-down playoff in casa Aprilia. La squadra è tornata ieri in campo per preparare la gara di andata in programma domenica prossima al «Quinto Ricci» (ore 16) contro il Chieti. Una semifinale playoff che vedrà di fronte due squadre che sostanzialmente si equivalgono e che fanno del bel gioco votato all’attacco 

Leggi tutto

E’ cominciato ieri il count-down playoff in casa Aprilia. La squadra è tornata ieri in campo per preparare la gara di andata in programma domenica prossima al «Quinto Ricci» (ore 16) contro il Chieti. Una semifinale playoff che vedrà di fronte due squadre che sostanzialmente si equivalgono e che fanno del bel gioco votato all’attacco il proprio credo calcistico. Lecito aspettarsi, visti i presupposti, un match bello e godibile in uno stadio, quello di via Bardi, che attende il pienone delle grandi occasioni: «Lo spero davvero – ha spiegato mister Vincenzo Vivarini – Il nostro pubblico deve darci quella spinta in più che, non per causa propria, ci è mancato per gran parte della stagione. Speriamo quindi di ripagarlo con una bella partita, anche se di solito le gare di playoff e playout risultano essere match di grande tattica ed equilibrio».
E non potrebbe essere altrimenti visto che in 180 minuti si mette in discussione un’intera stagione fatta di sforzi e sacrifici. Per l’Aprilia, dopo appena un anno dalla promozione tra i professionisti, la grande opportunità di giocarsi un qualcosa di impensabile ad inizio stagione come la promozione in Prima Divisione: «Non abbiamo comunque alcun tipo di pressione – continua Vivarini – Scenderemo in campo per fare come al solito la nostra partita, senza cambiare di una virgola tattica ed approccio alla partita».

OBBLIGO DI FARE GOL – Certo è che l’Aprilia dovrà sperare di vincere e soprattutto mettere a segno più gol possibile per rendere meno insidiosa la gara di ritorno a Chieti. Un pareggio in termini di risultati e di gol fatti, lo ricordiamo, condannerebbe le rondinelle all’eliminazione in virtù di una peggiore posizione di classifica rispetto agli abruzzesi: «Un elemento a cui non stiamo pensando assolutamente. Questa squadra, infatti, è in grado di fare risultato con facilità sia dentro che fuori casa. Ecco perchè anche un pareggio o addirittura una sconfitta non precluderebbe in alcun modo il discorso qualificazione. Certo è che dovremo curare qualsiasi particolare e non sbagliare nulla per portare a casa un risultato positivo».

I DUBBI IN ATTACCO – Per quanto riguarda la squadra, a preoccupare è soprattutto la situazione in attacco. Non ce la farà, infatti, bomber Ceccarelli che salterà certamente tutta la sessione dei playoff. Hanno ricominciato a lavorare solo ieri con la squadra, dopo dieci giorni da allenamenti a parte, Pignalosa e Lecheheb: «Sono comunque fiducioso di poterli recuperare già per il match di domenica – ha concluso Vivarini – Anche se con la rosa a mia disposizione non ci saranno comunque problemi nel mandare in campo una squadra competitiva. Cosa mi preoccupa del Chieti? Sono al completo e motivati. Hanno un ottimo impianto di gioco votato al collettivo, ma senza dimenticare delle individualità davvero interessanti. In pratica sono molto simili a noi e quindi capaci di qualsiasi risultato. Vanno assolutamente rispettati, ma non temuti».

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento