Bella Farnia, fine di una favola. Ecco la lettera dei giocatori

IL Bella Farnia non ha più nulla da chiedere al suo campionato di Prima Categotia da diversi turni, visto che la salvezza è stata raggiunta ormai tempo fa, ma il finale di stagione in casa biancoverde sembra tutt’altro che tranquillo. Dai giocatori del Bella Farnia, infatti, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera: “Dopo un anno 

Leggi tutto

IL Bella Farnia non ha più nulla da chiedere al suo campionato di Prima Categotia da diversi turni, visto che la salvezza è stata raggiunta ormai tempo fa, ma il finale di stagione in casa biancoverde sembra tutt’altro che tranquillo. Dai giocatori del Bella Farnia, infatti, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera: “Dopo un anno fatto di vittorie e di record – si legge nella nota emessa dai calciatori -, la società M.C.Bella Farnia, con a capo il presidente Alessandro Morbidelli, ha voluto iniziare l’attuale stagione calcistica con l’intenzione di dare un forte segnale di continuità senza tuttavia avere l’assillo della vittoria finale. Partiti all’inizio con l’esperto duo Ziroli-Vona, bravi a dare le giuste motivazioni e a formare un gran gruppo, siamo riusciti, almeno nelle prime tredici giornate, a posizionarci nella parte alta della classifica sicuri di lottare, con qualche rinforzo nel mercato di dicembre, per le prime posizioni. Ma a questo punto qualcosa ha cominciato a scricchiolare dal punto di vista economico, con dei grossi ritardi forse giustificati dal periodo difficile dell’economia generale, ma soprattutto a livello di rapporti tra il presidente e la parte tecnica, poi sfociati nell’esonero di mister Ziroli e nelle dimissioni del diesse Vona. Questo evento sembrava aver fatto trovare nuovi stimoli al presidente Alessandro Morbidelli che, congiuntamente all’arrivo del copresidente Davide Sagnelli, ha rinnovato il suo impegno ad affrontare al meglio il girone di ritorno, ma soprattutto a rispettare gli accordi economici pattuiti ad inizio anno (semplici rimborsi spesa). Fatta questa premessa, ci teniamo a chiarire che dopo un’involuzione in classifica e brutte figure in campo, tutti noi ragazzi abbiamo deciso di portare a termine la stagione sportiva a nostre spese, visto che abbiamo percepito soltanto i primi tre rimborsi e a causa dell’assenza dei due presidenti (spariti da dicembre), che tanto avevano promesso facendo leva sul loro spessore umano. Oltre a questo, trovare qualcosa di positivo è molto difficile: allenamenti ad aspettare che qualcuno venisse a chiarire la situazione, esoneri e dimissioni assurde (basta pensare alla parentesi di mister Villani e del diesse Onori), assenza di un appoggio fisioterapico, giubbotti invernali mai consegnati, uno-due allenamenti a settimana per far fronte al caro benzina e molto altro ancora. Ciò nonostante noi giocatori continueremo ad onorare l’impegno preso e a difendere fino alla fine della stagione i colori del Bella Farnia. Detto questo, appare evidente che il presidente, o meglio ex-presidente, Alessandro Morbidelli e altri personaggi locali come Davide Sagnelli con il calcio c’entrano poco. Non tanto per l’aspetto economico, che come detto può essere giustificato dal momento di crisi generale, ma quanto per quello umano. Infine, ci teniamo a ringraziare mister Menichelli e la restante parte della vecchia dirigenza dell’M.C.Bella Farnia, costantemente vicino e solidale con i giocatori”.

Lascia un commento