Latina ko, ora sotto con i playout

Troppo forte questo Spezia. In terra ligure i padroni di casa si affermano per 3-0 e volano in serie “B”, mentre il Latina deve arrendersi all’idea dei playout. I pontini, finendo terzultimi, si giocheranno la permanenza in Prima Divisione attraverso il doppio scontro con la Triestina. L’andata si giocherà il 20 maggio tra le mura 

Leggi tutto

Troppo forte questo Spezia. In terra ligure i padroni di casa si affermano per 3-0 e volano in serie “B”, mentre il Latina deve arrendersi all’idea dei playout. I pontini, finendo terzultimi, si giocheranno la permanenza in Prima Divisione attraverso il doppio scontro con la Triestina. L’andata si giocherà il 20 maggio tra le mura amiche del “Francioni”; ritorno, il 27 maggio, al “Nereo Rocco” di Trieste.

LA GARA – Tensione alle stelle al “Picco” dove 11mila maglie bianche attendono il Latina, costretto a vincere per sperare nella salvezza diretta. Sanderra deve rinunciare a Matute a centrocampo. Il camerunense ci ha provato fino all’ultimo ma i problemi all’adduttore lo hanno costretto al forfait. Il tecnico nerazzurro si affida quindi a capitan Berardi nel trittico di centrocampo completato da Fossati e Burrai. In avanti, larghi sulle fasce, Kola a sinistra e Falzerano a destra a sostegno dell’unica punta Bernardo. In porta Martinuzzi è difeso dalla linea a quattro dove Toscano viene preferito a Giacomini sulla sinistra, mentre Bruscagin si accomoda sul lato opposto. Al centro fiducia alla coppia rodata Farina-Agius con il gravoso compito di arginare il tridente terribile di mister Serena formato da Evacuo, Iunco e Vannucchi. Al 10′ primo brivido per il Latina. Punizione di Vannucchi, Martinuzzi respinge con i pugni in area di rigore dove però nessuno spezzino riesce a ribadire in rete. Il Latina risponde con una bella azione corale, al 15′, culminata con un tiro di Kola senza troppe pretese che Russo blocca senza problemi. Proprio sulla conclusione il nigeriano si infortuna (sospetto stiramento) ed è costretto al cambio. Sanderra manda in campo il giovane Martignago. Ma i pontini non si scompongono e tengono in mano le redini del gioco. Al 20′ bel tiro di Burrai su cui Russo è costretto a rifugiarsi in calcio d’angolo. E’ praticamente un monologo nerazzurro quello che va in scena nei seguenti minuti del “Picco”, anche se non ci sono pericoli per i due portieri. Al 33′ si rivede lo Spezia, con Iunco che si libera bene al tiro con il suo fendente troppo centrale per impensierire Martinuzzi. I padroni di casa prendono coraggio e al 35′ torna sotto la porta pontina: cross teso dalla sinistra di Vannucchi per Evacuo che in tuffo non riesce a deviare verso la porta pontina. Il Latina sembra padrone del campo, ma la 37′ arriva la doccia fredda. E’ un gol da antologia quello che mette a segno Iunco che controlla di testa in mezzo a Toscano e Farina e dal vertice destro dell’area di rigore, senza guardare la porta, disegna un pallonetto in diagonale praticamente perfetto che si spegne sotto l’incrocio dei pali dell’incolpevole Martinuzzi. Il “Picco” è una bolgia indescrivibile per l’eurogol del proprio capitano. Il Latina sbanda e prima del riposo subisce il 2-0. Angolo di Vannucchi, incertezza della difesa del Latina con la palla che passa in mezzo a una selva di gambe fino a giungere ad Evacuo che di esterno destro devia alle spalle di Martinuzzi. Finisce qui un primo tempo troppo severo nel risultato per il Latina.

LA RIPRESA – Nessun cambio nei primi minuti della ripresa nei due schieramenti. Non cambia nemmeno il copione, con uno Spezia determinato che chiude il conto già all’8′: Iunco guadagna metri sulla destra e poi mette dall’altra parte per Vannucchi che nell’uno contro uno con Bruscagin si libera sul destro inchiodando Martinuzzi con un tiro potente e angolato. E’ il 3-0 che spedisce lo Spezia in serie B costringendo invece il Latina ai playout. La partita, naturalmente, si addormenta. Lo Spezia alza il piede dall’acceleratore, mentre Sanderra pensa ai playout sostituendo Fossati e Berardi, entrambi diffidati. Il match si trascina quindi lento fino al triplice fischio. In mezzo solo una conclusione innocua dia Toscano e, dall’altra parte, una botta di Evacuo altissima. Al termine della gara è festa grande al “Picco” per la ritrovata serie B; dall’altra parte il Latina prende la via di casa con la consapevolezza che serviranno ancora 180′ di sofferenza per poter rimanere in Prima Divisione.

SPEZIA – LATINA 3-0
Spezia
: Russo, Madonna, Pedrelli, Grauso (35’st Mora), Lucioni, Bianchi, Casoli, Bianco (21’st Buzzegoli), Evacuo, Iunco (12’st Guerra), Vannucchi. A disp.: Conti, Ricci, Testini, Marotta. All.: Serena
Latina: Martinuzzi, Bruscagin, Toscano, Burrai, Agius, Farina, Falzerano, Berardi (12’st Ricciardi), Bernardo, Fossati (17’st Burzigotti), Kola (18’pt Martignago). A disp.: Radio, Citro, Jefferson, Giacomini. All.: Sanderra.
Arbitro: Maresca di Napoli. Assistenti: D’Amato di Battipaglia e Calò di Molfetta
Marcatori: 37’pt Iunco, 45’pt Evacuo, 8’st Vannucchi
Note – Ammoniti: Pedrelli, Vannucchi, Bianco, Burrai, Falzerano. Spettatori 11.000

Lascia un commento