Podgora aggredito mentre il Cisterna sbanda. Al Terracina il Derby

Vile aggressione subita dal Borgo Podgora all’arrivo a Roccasecca T.S.T., la squadra appena raggiunto l’impianto sportivo ciociaro è stata aggredita da un gruppo di facinorosi. Appena scesi dal pullman gli uomini di Paloni sono stati aggrediti con calci e pugni, a riportare le ferite più gravi si segnalano Giuffrida ed Antonelli tra i calciatori e 

Leggi tutto

Vile aggressione subita dal Borgo Podgora all’arrivo a Roccasecca T.S.T., la squadra appena raggiunto l’impianto sportivo ciociaro è stata aggredita da un gruppo di facinorosi. Appena scesi dal pullman gli uomini di Paloni sono stati aggrediti con calci e pugni, a riportare le ferite più gravi si segnalano Giuffrida ed Antonelli tra i calciatori e Lucio Bruno Direttore Generale della società borghigiana, i quali hanno dovuto sottoporsi alle cure dello staff sanitario del locale Ospedale. A causa della vile aggressione subita, il Borgo Podgora è dovuto scendere in campo in formazione fortemente rimaneggiata, al momento siamo in attesa di riscontri da parte dello staff sanitario che ha preso in cura gli atleti e i dirigenti del Borgo Podgora. La partita è cominciata in un evidente stato di minaccia e la società ha avviato le formali pratiche federali e penali, durante l’aggressione sono state effettuate riprese video e fotografiche che sono state sottoposte alla visione delle forze dell’ordine.

Il derby va al Terracina dopo una gara ricca di gol. Alla prima vera azione da gol, il Formia passa in vantaggio: Mariniello riceve un bel lancio dalle retrovie, parte sul filo del fuorigioco e con un diagonale forte e preciso batte Sidqui. Ottimo avvio da parte dei padroni di casa, oggi in maglia gialla, che all’8’ sfiorano il raddoppio con un gran colpo di testa di Di Franco, attento Sidqui che si allunga e mette in corner. Dopo i primi minuti di gara di dominio da parte del Formia, il Terracina comincia a guadagnare campo. Il pareggio del Terracina arriva al 20’: punizione dal limite battuta da Botta, deviazione decisiva da parte di Stellato in barriera che spiazza nettamente D’Alessio e palla in rete per l’1-1 terracinese. Al 25’ di nuovo ospiti in avanti con Matteo, steso sulla corsia di destra da Iannitti. Punizione di Antonini, pallone ribattuto dalla difesa formiana. Meglio gli ospiti in questa fase. Un’altra occasione clamorosa arriva al 34’: Reali dribbla due giocatori e salta anche D’Alessio che lo stende, l’arbitro clamorosamente decide di non assegnare il calcio di rigore in favore del Terracina. Il Formia prova a rispondere al 36: gran cross di Cacace per Liccardi che cicca il tiro al centro dell’area di rigore. La ripresa si apre con una clamorosa occasione per il Formia: Scipione recupera palla e vola sulla fascia, pallone in mezzo per Liccardi, sponda per Mariniello che va a botta sicura ma trova la respinta sulla linea da parte di Cavaliere. Occasione per il Terracina al 9’ con Coppolella, che da posizione defilata cerca il gol ma trova la respinta di D’Alessio che gli chiude la porta. Ma il Formia è più in palla in questa fase e al 14’ trova il nuovo vantaggio con Liccardi, che recupera palla sulla trequarti, si invola verso la porta avversaria e batte Sidqui con un sinistro preciso. Liccardi cerca il bis al 26’, ma il suo tiro colpisce solo l’esterno della rete. Proprio quando il Formia sembra in assoluto controllo, arriva il pari del Terracina con La Cava, che di testa batte D’Alessio. Due minuti dopo ci prova anche Festa, nulla di fatto. Al 40’ arriva anche la rete del 2-3 con Matteo.

DISFATTA per la Vigor Cisterna al Bartolani contro la prima della classe San Cesareo che supera i biancocelesti con cinque reti. Ma tra i meriti della squadra di Ferrazzoli ed i demeriti della Vigor Cisterna c’è stato un fattore non trascurabile: l’operato del signor Pedretti di Brescia. Per la seconda volta in questa stagione infatti, sempre contro il San Cesareo, la gara è stata diretta da un fischietto di Brescia che insieme ai suoi assistenti sono mancati di lucidità nei momenti chiave della gara come al 26’ quando ammonisce Spinetti per simulazione in area dopo essere stato atterrato dal portiere ospite con la porta spalancata e poi, nella ripresa, quando è divenuto assoluto protagonista: convalida la rete del vantaggio (viziata da un tocco di mano di Galluzzo) e concede un rigore inesistente per un presunto tocco di mano di Latini, che in realtà devia la palla con la schiena, con la sua conseguente espulsione. Da qui in poi il monologo del signor Pedretti ha prodotto ancora altre due espulsioni: quella di mister Greco e poi quella del dirigente accompagnatore Rossetti per proteste con la squadra di casa che ha perso la testa nel finale, ed ha subito altre tre reti di cui l’ultima in netto offside. A fine gara il patron dei biancocelesti, Domenico Capitani ha sbottato «Il San Cesareo ha dimostrato di essere più forte di noi, ma non sul terreno di gioco, bensì in federazione. Quanto è successo oggi rasenta la follia, è la chiara dimostrazione che ad inizio anno c’erano delle favorite prestabilite».

Gabriele Mancini e Alessandra Stefanelli

I TABELLINI

FORMIA-TERRACINA 2-3
Formia: D’Alessio, Scipione, Iannitti, Fiorillo, Di Franco, Stellato, Bernisi (39’ st Capogrosso), Volpe, Mariniello, Cacace (17’ st Lavalle), Liccardi. A disp.: Salemme, De Santis, Del Borgo, Abbattista, Simione. All.: Palladino
Terracina: Sidqui, Portanova (24’ Savarese), Coppolella, Festa, Cavaliere, Botta, Costabile (24’ st Pallisco), Antonini (35’ st Drogheo), Reali, La Cava, Matteo. A disp.: Bianchi, Altobelli, Capezzone, Minieri. All.: Germano
Arbitro: Iovine di Napoli. Assistenti: Marini di Ciampino e Campagna di Cassino
Marcatori: 4’ Mariniello, 20’ Botta, 14’ st Liccardi, 29’ st La Cava, 40’ st Matteo
Note: Ammoniti Volpe, Liccardi, Capogrosso. Recuperi 3’ e 5’.

ROCCASECCA-PODGORA 1-2
ASD. Roccasecca: Remiddi, Ricci, Di Martino (60’ Cozzolino), Cristini, Mancone, Gemmiti, Tedeschi (74’ Zonfrilli F.), Grassi, Gatti, Zonfrilli M., Gatta (74’ Umani). A disp: Diafani, Montemitoli, Chiarlitti, Buyuonora. All: Mancone – Riccio.
Borgo Podgora: Paoletti, Grasso (65’ Ottavini), Pacchiarotti (81’ Urs), Martellacci, Rubino, Verdini, Porcelli, Pestrin, Cannariato, Onorato, Seppani.
A disp: Ristia, Ciarla, Cimadom, Ramiccia. All: Paloni.
Arbitro: Francesco Lucani di Roma 2. Assistenti: Valetrer Benvenuti e Daniele Monaco di Roma 2.
Marcatori: 14’ Gatti, 39’ Martellacci, 89’ Ottavini.

VIGOR CISTERNA – SAN CESAREO 0-5
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia (17’st Toto), Di Mauro, Cannistrà, Chiaraviglio, Anselmi, Latini, Di Girolamo, Salvini, Frattarelli (25’st Garat), Spinetti (24’st Mariti), Troisi. A disp.: Campagna, Magni, Rossi, De Gennaro. All.: Greco
San Cesareo: Vezzani, Rufini, Bernardi, Calabresi, Mancini (22’pt Gamboni), Galluzzo, Ciotti, De Paolis, Gay, Pacetti (11’st Tajarol), Hrustic (29’st Ciogli), Ciotti. A disp.: Izzo, Cancellieri, Razzini, Brasiello,Ciogli, Gamboni, Tajarol. All.: Ferazzoli
Arbitro: Pedretti di Brescia, assistenti Antonaglia e Spadi di Roma1
Marcatori: 13’st Calabresi, 16’st rig., 42’st, 48’st Tajarol, 22’st Ciotti.
Note – Espulsi: al 15’st Latini, al 15’st Greco (all.), al 22’st Rossetti (dir. acc.) 21’st al 22′ Ammoniti Chiaraviglio, Spinetti, Assogna, Di Mauro, Mancini, Paglia, Garat

FORMIA-TERRACINA 2-3
Formia: D’Alessio, Scipione, Iannitti, Fiorillo, Di Franco, Stellato, Bernisi (39’ st Capogrosso), Volpe, Mariniello, Cacace (17’ st Lavalle), Liccardi. A disp.: Salemme, De Santis, Del Borgo, Abbattista, Simione. All.: Palladino
Terracina: Sidqui, Portanova (24’ Savarese), Coppolella, Festa, Cavaliere, Botta, Costabile (24’ st Pallisco), Antonini (35’ st Drogheo), Reali, La Cava, Matteo. A disp.: Bianchi, Altobelli, Capezzone, Minieri. All.: Germano
Arbitro: Iovine di Napoli. Assistenti: Marini di Ciampino e Campagna di Cassino
Marcatori: 4’ Mariniello, 20’ Botta, 14’ st Liccardi, 29’ st La Cava, 40’ st Matteo
Note: Ammoniti Volpe, Liccardi, Capogrosso. Recuperi 3’ e 5’.

Lascia un commento