Il Fondi centra la salvezza

LA SALVEZZA matematica è una realtà. Al Fondi basta un punto sul campo del Milazzo per guadagnarsi la permanenza nella categoria, complici anche i risultati sugli altri campi. Un traguardo incredibile, che sembrava impossibile fino a pochi mesi fa, quando i rossoblù stentavano a portare a casa anche i punti più abbordabili. Grande merito va 

Leggi tutto

LA SALVEZZA matematica è una realtà. Al Fondi basta un punto sul campo del Milazzo per guadagnarsi la permanenza nella categoria, complici anche i risultati sugli altri campi. Un traguardo incredibile, che sembrava impossibile fino a pochi mesi fa, quando i rossoblù stentavano a portare a casa anche i punti più abbordabili. Grande merito va dato non solo a Eziolino Capuano, che ha ereditato una situazione difficile, ma anche ad Alessandro Parisella, che ha guidato il Fondi nella prima parte della stagione raccogliendo forse meno di quanto avrebbe meritato. Il Fondi è salvo e adesso si potrà cominciare finalmente a programmare un’altra stagione tra i professionisti, la terza di fila.

LA CRONACA – Parte bene il Fondi, intenzionato a chiudere una volta per tutte il discorso relativo alla salvezza. Dopo pochi minuti Konaté prova a farsi vedere nell’area del Milazzo, ma viene arginato bene dalla retroguardia siciliana. Alla prima vera occasione i rossoblù trovano la rete del vantaggio, al 12’, con il più classico dei gol dell’ex: grandissima giocata di Alleruzzo per Ricciardo, che da buona posizione batte Messina con un diagonale rasoterra forte e preciso. L’attaccante siciliano non esulta in segno di rispetto per i suoi ex tifosi. Formazione di casa non pervenuta, anche grazie a un Fondi pimpante e bravo a chiudere tutti gli spazi e a costringere gli avversari ai lanci lunghi. Per vedere un’azione degna di nota da parte del Milazzo bisogna attendere il 33’ con Scalzone che prova a servire Chiaria, che però si fa cogliere in posizione di offside. Due minuti dopo è ancora Chiaria a rendersi pericoloso dalle parti di Gasparri, libera la difesa. Chiude in avanti la formazione di mister Catalano. Al 40’ Scalzone, tutto solo, svetta di testa ma manda fuori. Ancora Scalzone in avanti un minuto dopo, destro che termina ampiamente a lato. Al 43’ Fiore cerca il tiro cross, deviato in corner dalla difesa. Nel secondo tempo il Fondi prova a incrementare il vantaggio con Alleruzzo, autore di una prestazione da vero leader. Poco dopo ci prova Cucciniello dalla grande distanza, pallone a lato. Al 10’ arriva la prima occasione per il Milazzo: cross del solito Scalzone e colpo di testa di Chiaria, che manda fuori. Ancora Milazzo in avanti al 16’ con Quintoni, che ci prova direttamente su punizione. L’occasione più clamorosa per il pareggio del Milazzo arriva, però, al 20’. Gasparri ferma Proietti con un fallo e l’arbitro decreta il calcio di rigore in favore dei padroni di casa. Sul dischetto va Chiaria ma l’estremo difensore del Fondi si fa perdonare immediatamente, neutralizzando il rigore e salvando la propria porta. La rete del pareggio arriva a dieci minuti dalla fine: punizione pennellata battuta da Quintoni e colpo di testa di Scalzone, che mette fuori causa Bennardo e di testa firma il gol dell’1-1. Colpito nell’orgoglio, il Fondi prova a riportarsi avanti con Rossini che trova però la respinta di Messina. Al 39’ è invece il Milazzo a sfiorare il gol vittoria ancora con Chiaria, il cui destro lambisce il palo e va sul fondo. Poco dopo ci prova Malafronte su cross di N’Ze senza troppa fortuna. Gara viva anche nei cinque minuti di recupero, ma il risultato rimane inchiodato sull’1-1. Il Fondi si salva, il Milazzo può continuare a sperare.

Alessandra Stefanelli

MILAZZO-FONDI 1-1
Milazzo: Messina, N’Ze, Strumbo, Benci, Quintoni, Bucolo, Cuomo, Simonetti (1’ st Proietti), Fiore, Scalzone, Chiaria. A disp.: Croce, Ingemi, Malafronte, Guerriera, Imparato, Lanzolla. All.: Catalano
Fondi: Gasparri, Tamasi (43’ st Iovinella), Chiarini, Dionisio, Pacini, Alleruzzo, Rossini, Cucciniello (29’ st Vaccaro), Grillo (10’ st Bennardo), Konate, Ricciardo. A disp.: Mezzacapo, Gaudiano, Bernasconi, Formuso. All.: Capuano
Arbitro: Piccinini di Forlì. Assistenti: Vigo di Acireale e D’Albore di Caserta
Marcatori: 12’ pt Ricciardo, 34’ st Scalzone
Note: Ammoniti Strumbo, Scalzone, Benci, Konate, Rossini, Gasparri. Recuperi 1’ e 5’.

Lascia un commento