Il Grappa ci crede ancora

CON le attenzioni rivolte tutte alle tre grandi del girone M che domenica, in un incrocio thrilling, potrebbero ritrovarsi addirittura appaiate a pari punti in vetta alla classifica (la capolista Sabaudia -58 punti – andrà in casa dell’Fc Agora -55-mentre il Vodice -55- sarà ospite del Santa Maria) spunta il nome del Borgo Grappa. La 

Leggi tutto

CON le attenzioni rivolte tutte alle tre grandi del girone M che domenica, in un incrocio thrilling, potrebbero ritrovarsi addirittura appaiate a pari punti in vetta alla classifica (la capolista Sabaudia -58 punti – andrà in casa dell’Fc Agora -55-mentre il Vodice -55- sarà ospite del Santa Maria) spunta il nome del Borgo Grappa. La formazione di David De Paris ha ripreso a correre come aveva fatto nel corso del girone di andata e, con quattro vittorie consecutive, si è riportata a ridosso delle prime. Con un successo, domenica prossima, i biancoazzurri potrebbero ritrovarsi (sempre aspettando i risultati dagli altri campi) addirittura a -6 dalla vetta e con ancora 15 punti in palio. E’ la matematica, quindi, ad affermare che per la rincorsa alla Prima categoria va contata, e come, anche la squadra borghigiana.

DE PARIS – «E noi ci crediamo e continueremo a crederci fino alla fine – ha spiegato il tecnico David De Paris -. In molti si sono scordati di noi, ma forse è stato proprio questo il punto fondamentale da cui siamo ripartiti per risalire in sella. Va sottolineata una cosa, però, ovvero che lassù questa squadra c’è sempre stata. Per non essere in lotta con i tre tenori ci è mancata solo un po’ di fortuna, leggasi i tanti, tantissimi infortuni che nella parte fondamentale della stagione non mi hanno praticamente mai consentito di schierare la stessa difesa, per giunta negli scontri diretti. Mi riferisco ai vari Chinaglia, Mancini, Eramo, Bovolenta e, in ultimo, Maggi che, chi per un motivo chi per un altro, non hanno praticamente mai giocato assieme. Penso che questo sia un aspetto di fondamentale importanza nella valutazione generale della nostra stagione, anche perchè ora che ho pian piano sto ritrovando tutti gli elementi i risultati stanno arrivando puntuali. Adesso l’importante è continuare così, credendoci fino a che la matematica non ci condannerà – continua De Paris -. Questo il mio credo, ma soprattutto è questo il pensiero di un gruppo formidabile di giocatori che raramente ho avuto la fortuna di incontrare da allenatore. Sono sempre tutti presenti al campo e hanno voglia di vincere e continuare a coltivare questo sogno».

ORA IL BAINSIZZA – Per proseguire la rincorsa disperata alla vetta, però, ci sarà prima da fare i conti con il big match di domenica, quando il Grappa sarà chiamato a giocare lo scontro diretto in casa del Bainsizza: «Primo dei due scontri diretti (il secondo è con l’Agora n.d.r.) che dovremo necessariamente vincere. Ma non sarà facile, assolutamente. Il Bainsizza è a mio avviso la squadra che esprime il più bel calcio del momento tra tutte quelle del girone. E’ piena di ottimi giocatori ma soprattutto è guidata da un tecnico, Parisi, di cui sono un grande estimatore. Non so come finirà, ma so che comunque vada a finire offriremo al pubblico davvero un bello spettacolo».

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento