Vigor che spreco! Il Formia ruggisce, il Podgora compie mezza impresa

Occasionissima fallita per la Vigor Cisterna che con la sconfitta in extremis subita al Bartolani per mano del Morolo saluta probabilmente anche le ultime speranze di recuperare il gap dalla capolista San Cesareo, battuto a sorpresa dal Formia. Parte forte, comunque, la squadra di mister Greco. Al 2′ azione sulla destra di Paglia che serve 

Leggi tutto

Occasionissima fallita per la Vigor Cisterna che con la sconfitta in extremis subita al Bartolani per mano del Morolo saluta probabilmente anche le ultime speranze di recuperare il gap dalla capolista San Cesareo, battuto a sorpresa dal Formia. Parte forte, comunque, la squadra di mister Greco. Al 2′ azione sulla destra di Paglia che serve in area un filtrante per Branicki che spara di destro forte sul primo palo con la sfera che coglie il palo interno ed esce fuori. Solo un lampo che precede una lunga fase di studio spezzata, al 21′, dal gol del vantaggio biancoblu: calcio di punizione dai quaranta metri di Garat sul settore sinistro che pesca bene in area Chiaraviglio che di testa supera Catracchia. La Vigor prova a chiudere i giochi e al 28′ Garat in area defilato sulla destra prova a soprendere Catracchia sul palo lungo con l’estremo difensore ospite che in tuffo respinge la sfera; sul tap-in De Gennaro calcia fuori. Prima del riposo ancora punizione di Garat due metri dietro la lunetta dell’area di rigore; la sua parabola esce di poco fuori alla destra di Catracchia.

SECONDO TEMPO – Ma nella ripresa la Vigor si blocca e al 2′ il neo entrato Sorrentino ben servito in area da Silvestrini spara un diagonale sul primo palo dove Assogna è attento a disinnescare in angolo. La risposta cisternese arriva con Spinetti che dal fondo sul settore destro crossa sul secondo palo dove Garat contrastato, riesce a colpire da due passi la sfera che termina però sopra la traversa. Al 13′ è la volta di  Branicki che dalla sinistra apre in verticale per Garat che in corsa prova il diagonale che esce di fuori di nulla su l palo lungo. Ma il Morolo è vivo e lo dimostra al 16’, quando punizione di Silvestrini dalla destra che prova a sorprendere Assogna sul primo palo ma il portiere di casa è attento e recupera la posizione deviando in corner. I padroni di casa sembrano in grado di reggere, ma al 33′ arriva il pari dei ciociari con un’azione confusa in area del Cisterna dove Perrella prova il tiro ravvicinato trovando però la strepitosa respinta di Assogna che deve però capitolare sul tap-in di Paoliello. Al 34’ reazione Vigor con Spinetti che dalla destra prova appena in area un diagonale che termina fuori. Ma non basta, visto che, in pieno recupero, arriva il contropiede micidiale del Morolo che trova il gol in diagonale con gol Del Grande. La Vigor non ci sta e al 49’ ha l’ultimo sussulto con Paglia  che trova un pertugio sulla destra e serve basso Spinetti che calcia di destro dal dischetto a botta sicura con Catracchia che compie il miracolo di giornata volando sotto la traversa e dev iando in corner; dal successivo calcio d’angolo Latini sul primo palo trova l’anticipo ma la sua torsione di testa lambisce la traversa e termina fuori

FORMIA, CHE RUGGITO – Finalmente il Formia che tutti si aspettavano. La formazione allenata da Davide Palladino sbaraglia con un netto 3-0 la capolistaSan Cesareo e riapre il campionato. Forse è troppo tardi per puntare al primo posto, che resta distante 9 lunghezze, ma la lotta per il secondo piazzamento utile rimane aperta. Certo, il Formia da adesso in poi potrà solo vincere tutte le sei gare che restano da giocare e sperare in qualche passo falso delle formazioni avanti in classifica, cosa per altro già accaduta nel turno di campionato di ieri. La vittoria con il San Cesareo ha rappresentato certamente una bella reazione d’orgoglio da parte dei biancocelesti, reduci da un periodo non proprio esaltante. Mister Palladino, privo di Valente e Liccardi, si affida a Volpe e, un po’ a sorpresa, Iannitti. Pronti via, il Formia trova subito la rete del vantaggio con Stellato, bravissimo a farsi trovare pronto sulla bella punizione di Vitale. Avvio di gara tutto di marca biancoceleste, quindi, con il San Cesareo che non si vede prima del 15’: Tajarol tenta un tiro velleitario, blocca facile Salemme. Romani ancora pericolosi al 24’ con il solito numero 9, servito dalle retrovie e fermato ancora da uno straordinario Salemme. Azione fotocopia al 34’, il Formia si salva ancora. Finale di frazione di sofferenza per i padroni di casa, che comunque non rinunciano ad attaccare. Al 35’ Vitale si invola verso la porta avversaria, Vezzani esce con i tempi giusti. Nel finale di primo tempo ci prova Marzullo con una grande azione personale, pallone fuori di un soffio. La ripresa si apre ancora con una grande azione da parte del Formia, che sembra rigenerato dalla sosta pasquale. Stellato sfiora subito la doppietta personale e non inquadra la porta per questione di centimetri. Marzullo si conferma il vero uomo in più di questo Formia e al 17’ propizia l’azione del 2-0: gran cross per Cacace che cerca il Fondo e serve l’accorrente Mariniello, che svetta di testa e varre per la seconda volta Vezzani. Il San Cesareo resta anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Calabresi, autore di un brutto fallo su Marzullo. E’ Di Franco, con un gol da cineteca dalla lunga distanza, a concludere la festa formiana in pieno recupero.

TERRACINA, TRASFERTA AMARA – IL Terracina si ferma a Roccasecca. La sfida in terra ciociara si è conclusa sull’1-0 grazie alla rete messa a segno dal veterano Gatti all’88’, che ha legittimato la supremazia espressa in campo per gran parte della gara dai ragazzi allenati da Davide Mancone e Pino Riccio. Un confronto tra l’altro giocato sotto la pioggia battente per lunghi tratti, ma il terreno del Lino Battista ha retto bene tanto che gli infreddoliti spettatori presenti sulle tribune hanno potuto assistere ad un interessante match tra due squadre volenterose e ben disposte in campo. Come detto, senza ombra di dubbio, si è visto tanto Roccasecca: dopo diverse occasioni fallite per un pizzico di sfortuna il gol partita arrivava al minuto 88’, grazie ad una palla trascinata in avanti in velocità da Montemitoli (entrato nella ripresa in sostituzione di Tedeschi infortunato) e subito pennellata per la testa dell’inossidabile Gatti che con un perfetto tocco di testa la infilava all’angolino alto alla sinistra del portiere Cuomo.

GRANDE PODGORA – UN grande Podgora ferma la corsa della Lupa Frascati. I ragazzi di Paloni allungano la striscia positiva. La Lupa parte forte e dopo alcune sortite offesnive rompe gli indugi alla mezz’ora: palla verticale per Lolli che entra in area e scarica a rete con Paoletti che respinge la sfera che si impenna dalle parti di Masciantoniono che di testa fa 1-0. I locali provano a mettere in ghiaccio la gara prima del riposo e ci provano con Polverino che in rovesciata chiama Paoletti all’intervento. Nella ripresa il Podgora scende in campo con grinta e voglia: dopo aver scampato il pericolo su un incursione di Scibilia i borghigiani acciuffano il pari all’11’ con Martellacci che dal limite trasforma con precisione un calcio piazzato. La rete stordisce la formazione di Gregori e galvanizza quella di Paloni che cinque minuti dopo mette clamorosamente la freccia: palla filtrante per Rubino che non si fa pregare e supera Di Mario in uscita. La Lupa reagisce e attacca a testa bassa e al 38′ trovano il pari con Guardabascio che sigla la rete del 2-2 finale.

I TABELLINI

VIGOR CISTERNA – MOROLO 1-2
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Cannistrà, Chiaraviglio, Anselmi, Latini, De Gennaro (12‘st Cerro), Salvini, Garat, Spinetti, Branicki (22‘st Rossi). A disp.: Campagna, Magni, Di Mauro, Toto, Mariti. All.: Greco
Morolo: Catracchia, Fasani (1‘st Sorrentino), Buonanno, Capuano, Paoliello, Paoliello, Risi, Tabacchino (1‘st Ippoliti), Trossi Perrella, Silvestrini (28‘st Del Grande), Gaitan. A disp.: D’ambrosio, De Angelis, Burgueno, Kanku. All.: Dolce
Arbitro: Ragone di Ciampino, assistenti Bernabei (Roma1) e Valente (Roma2)
Marcatori: 21’pt Chiaraviglio, 33’st Paol iello, 47’st Del Grande
Note – Ammoniti Salvini, Capuano, Anselmi, Chiaraviglio, Catracchia, Risi,

FORMIA-SAN CESAREO 3-0
Formia: Salemme, Stellato, Borrino, Vitale, Di Franco, Bernisi, Cacace (48’ st Capogrosso), Volpe, Mariniello, Marzullo (41’ st Scipione), Iannitti (10’ st Fiorillo 6). A disp.: D’Alessio, Lavalle, De Santis, Marciano. All.: Palladino.
San Cesareo: Vezzani, Rufini, Bernardi, Calabresi, Galluzzo, Ciotti (13’ st Pacetti), Gamboni (23’ st Pieri), Gay, Tajarol, Hrustic, De Paolis (28’ st Razzino). A disp.: Izzo, Cancellieri, Mancini, Salvi. All.: Ferazzoli.
Arbitro: Acquapendente di Genova. Assistenti: De Salazar di Roma 1 e Iannilli di Frosinone
Marcatori: 2’ pt Stellato, 17’ st Mariniello, 47’ st Di Franco
Note: Espulso al 26’ st Calabresi per gioco falloso. Ammoniti Galluzzo, Tajarol, Di Franco, Volpe. Recuperi 1 0’ e 5’.

ROCCASECCA-TERRACINA 1-0
Roccasecca: Remiddi, Ricci, Di Martino, Cristini, Mancone, Gemmiti (87’ Zonfrilli F.), Tedeschi (66’ Montemitoli), Grassi, Gatti, Zonfrilli M., Gatta (80’ Umani) A disp: Diafani, Cozzolino, Chiarlitti, Buonora. All: Mancone/Riccio.
Terracina: Cuomo, Kawalie, Coppolella, Brogheo, Cavaliere, Botta, Costabile, Festa, Reali, La Cava, Osagiede (59’ Borelli). A disp: Sidqui, Portauova, Pallisco, Minieri, Capezzne, Mari. All: Germano.
Arbitro: Riccardo Campana di Seregno.
Assistenti: Giuseppe Castaldi e Alessandro Ferrini di Roma 2
Marcatore: 88’ Gatti
Note: Ammoniti Zonfrilli Matteo per il Roccasecca, Kawalie, Coppolella e Costabile per il Terracina; angoli 7 a 5 per il Roccasecca; spettatori 200 circa; rec. 1’/3’.

LUPA FRASCATI . PODGORA1950 2-2
Lupa Frascati: Di Mario, Sbardella, Cinelli, Lolli, Mancini, Pollini, Scibilia (12’st Neri), Incitti (12’st Cangini), Masciantonio (27’st Guardabascio), Cerrai, Polverino. A disp.: Sambucini, Ristori, Cacciaglia, Celli. All.: Gregori.
Borgo Podgora: Paoletti, Seppani, Rubino, Martellacci (28’st Cannariato), Sossai, Verdini (35’st Ciarla), Onorato (6’st Ferri), Pestrin, Porcelli, Grasso, Giuffrida. A disp.: Ristic, Usr Raul, Cimadon, Ottaviani. All.: Paloni.
Arbitro: D’Ambrogio di Frosinone
Marcatori: 34’ Masciantoni, 11’st Martellacci, 16’ Rubino, 38’ Guardabascio.
Note – ammoniti Lolli, Incitti, Masciantonio, Seppani, Verdini, Pestrin, Cannariato

Lascia un commento