L’Aprilia torna a ruggire. Playoff a -5

VITTORIA doveva essere e vittoria è stata. Sofferta, di misura, ma quello ottenuto dall’Aprilia sul Gavorrano rappresenta un successo essenziale per alimentare la speranza delle rondinelle di raggiungere la zona playoff. Un 2-1 che rinnova l’imbattibilità del Quinto Ricci, dove per la quarta volta l’Aprilia ottiene un risultato utile da quando l’impianto di via Bardi 

Leggi tutto

VITTORIA doveva essere e vittoria è stata. Sofferta, di misura, ma quello ottenuto dall’Aprilia sul Gavorrano rappresenta un successo essenziale per alimentare la speranza delle rondinelle di raggiungere la zona playoff. Un 2-1 che rinnova l’imbattibilità del Quinto Ricci, dove per la quarta volta l’Aprilia ottiene un risultato utile da quando l’impianto di via Bardi ha riaperto i battenti. I biancoazzurri accorciano così il gap dal sesto posto della Paganese, ora a +5, e attendono con rinnovato entusiasmo la gara in casa dell’Arzanese di mercoledì. Partenza senza troppi fronzoli da parte di due squadre che puntano al bottino pieno. Al 12’ affondo di Criaco e cross al centro su cui Buonaiuto non arriva per poco. Un minuto dopo la risposta ospite, con Nohman che da trenta metri spara a rete trovando la traversa. Lo stesso Nohman si ripete poco dopo, quando entra in area da sinistra e scarica per l’accorrente Fioretti che, a un metro dalla porta, manca incredibilmente il bersaglio. La risposta apriliana al 24’, con Ceccarelli che favorisce con una sponda aerea la conclusione di Pignalosa: tiro potente ma alto. E’ comunque il preludio al gol che sblocca il match. E’ il 27’ quando Buonaiuto è protagonista con una sgroppata delle sue. Il giovane mette il turbo sulla sinistra e mette al centro un cross al bacio su cui Criaco, praticamente a un passo dalla porta, si avvita e comodamente la mette dentro. L’Aprilia arretra e attende, il Gavorrano latita. Prima del riposo da segnalare solo un lampo, al 39’, di Pignalosa, che di testa su cross di Carta fa la barba alla traversa.

LA RIPRESA – E’ un Aprilia propositivo anche quello che esce dagli spogliatoi per la ripresa. Al 12’ Buonaiuto invita Ceccarelli che fallisce il tap-in. Al 21’ lo stesso Ceccarelli trova la risposta di Addario su una conclusione dalla distanza. Ma il Gavorrano è vivo e costantemente in procinto di colpire. Succede al 26’ con il lampo che vale l’1-1. A far male è ancora la coppia Fioretti – Nohman, con il primo che mette al centro ed il secondo che, in mezzo a due, trova il varco giusto per battere Bifulco. Ma l’Aprilia è consapevole della posta in palio e spinge per i tre punti, non prima che, ancora Nohman, metta in seria difficoltà Bifulco, costretto a distendersi sulla conclusione al veleno. La chiave di volta arriva al 37’, quando Calderini va via inbello stile e viene atterrato in area di rigore. Sulla punizione seguente è Croce a disengare una parabola al bacio che non lascia scampo ad Addario e regala il bottino pieno all’Aprilia.

Gianpiero Terenzi

FC APRILIA – GAVORRANO 2-1
FC Aprilia
: Bifulco, Gomes, Carta, Croce, Aquino, Gritti (34’st Germani), Criaco, Cruciani, Ceccarelli (45’st Diakite), Pignalosa (12’st Calderini), Buonaiuto. A disp.: Pellegrino, Di Libero, Salese, Iovene. All.: Vivarini
Gavorrano: Addario, Tognarelli, Angelotti (33’st Menichetti) Nicoletti, Alderotti, Dascoli, Zane, Manzo (5’st Lo Sicco), Fioretti, Pucciarelli (22’st Pulina), Nohman. A disp.: Santandrea, Sgambato, Esposito, Nocciolini. All.: Buso.

Arbitro: Giorgetti Filippo (Cesena). Assistenti: Cordeschi Andrea e Cordeschi Stefano (Isernia)

Marcatori: 27’pt Criaco, 26’st Nohman, 38’st Croce

Note – Espulso: 39’st Criaco. Ammoniti: Tognarelli. Angoli 5-9

Lascia un commento