Sermoneta, in Coppa serve l’impresa

PER il Sermoneta è arrivato il giorno più importante della stagione. Oggi alle 16 i lepini si giocano la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia in casa del Torrenova. All’’andata terminò 1-1 con più di qualche rammarico per Walter Pelle e compagni. Il Sermoneta, per a passare il turno, dovrà vincere 

Leggi tutto

PER il Sermoneta è arrivato il giorno più importante della stagione. Oggi alle 16 i lepini si giocano la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia in casa del Torrenova. All’’andata terminò 1-1 con più di qualche rammarico per Walter Pelle e compagni. Il Sermoneta, per a passare il turno, dovrà vincere ma andrebbe bene anche un pareggio per 2-2. La formazione di Roberto Giovannelli viene dal pesante ko subito in campionato a Pignataro, che ha fatto perdere la terza posizione in classifica. Il Torrenova, dal canto suo, gode di ottima salute visto che viene da sei risultati utili (cinque vittorie e un pareggio). Il presidente gialloblu, Antonio Aprile, si aspetta una grande prestazione da parte dei suoi ragazzi. «Voglio la semifinale – ha ribadito Antonio Aprile – E questa squadra ha le carte in regola per ottenerla. Il mio progetto è quello di portare il Sermoneta nel calcio che conta. Un traguardo raggiungibile, che il nostro territorio merita».
La formazione il tecnico Roberto Giovannelli la deciderà poco prima del fischio, anche se otto undicesimi li ha già in mente. «Speriamo prima di tutto di avere maggiore fortuna rispetto alla gara di andata – ha precisato l’allenatore – Noi ci proveremo con tutte le nostre forze. Ci siamo preparati a dovere, la squadra è motivata al punto giusto, la voglia di superare il turno è tanta, poi il resto dipende anche dalla buona sorte. In queste partite come sempre sono gli episodi a fare la differenza. Giungiamo a questo appuntamento dopo aver fatto tutto ciò che dovevamo fare. All’inizio della stagione abbiamo pagato lo scotto del noviziato, ma poi siamo arrivati nelle zone della classifica che contano con grande merito. Sono sicuro che faremo risultato andando in semifinale».

Paolo Annunziata

Lascia un commento