San Michele, il periodo d’oro continua

ALTRO capolavoro calcistico per il San Michele che è uscito dal Salveti di Cassino tra gli applausi del pubblico presente e con i tre punti. La formazione di Stefano Rossi non ha più intenzione di fermarsi. Come sempre il tecnico tiene tutti con i piedi per terra. «Arriviamo prima di tutto alla matematica salvezza – 

Leggi tutto

ALTRO capolavoro calcistico per il San Michele che è uscito dal Salveti di Cassino tra gli applausi del pubblico presente e con i tre punti. La formazione di Stefano Rossi non ha più intenzione di fermarsi. Come sempre il tecnico tiene tutti con i piedi per terra. «Arriviamo prima di tutto alla matematica salvezza – dice Stefano Rossi – L’importante è rimanere sempre concentrati in ogni gara. Ci aspetta un finale di stagione con scontri diretti importanti, ma soprattutto sarà fondamentale battere le cosiddette squadre di seconda fascia che in questo campionato non esistono. Spero di vedere sempre una squadra pronta a tirare fuori energie e intelligenza, le stesse armi che sono risultate vincenti a Cassino».

E’ un San Michele che se continua di questo passo può puntare ai playoff? «Preferisco non fare questo tipo di discorsi, perché nel calcio le insidie sono sempre dietro l’angolo. Al momento è un argomento che non ci riguarda, anche perché davanti a noi ci sono squadre più forti. Se cominciamo a fare questi ragionamenti allora non abbiamo capito nulla, quando ho preso la squadra l’obiettivo era quello di arrivare quanto prima alla salvezza diretta, quindi stiamo calmi e continuiamo a lavorare e parlare il meno possibile».

Domenica mattina al Comunale arriva il Pontinia affamato di punti, poi ci sarà la doppia sosta. «Domenica i tre punti saranno determinanti per chiudere questa seconda parte della stagione prima dello sprint finale. Vogliamo questi tre punti per la classifica, per i nostri splendidi tifosi e soprattutto per la famiglia Rinaldi. Poi la sosta ci consentirà di lavorare sodo. Anzi sono convinto che allenandoci al massimo in questo finale di stagione vedremo ancora di più un San Michele più competitivo, sempre nella massima umiltà. Al termine mancano otto gare, ce le giocheremo con l’obiettivo di ottenere il massimo. Guai ad abbassare la guardia, la salvezza diretta è il principale obiettivo, dopo possiamo essere più fiduciosi e vedremo come sarà la classifica per la volata finale».

Paolo Annunziata

Lascia un commento