Circe, mani sul titolo?

A questo punto si possono cominciare a fare i conti. Grazie al successo riportato domenica contro la Virtus Broccostella – il secondo consecutivo dopo quello raccolto due domeniche fa a Pontinia, il terzo nelle ultime quattro uscite –, la Nuova Circe ha letteralmente messo in cassaforte il titolo 2011/12 del campionato di Promozione girone «D». 

Leggi tutto

A questo punto si possono cominciare a fare i conti. Grazie al successo riportato domenica contro la Virtus Broccostella – il secondo consecutivo dopo quello raccolto due domeniche fa a Pontinia, il terzo nelle ultime quattro uscite –, la Nuova Circe ha letteralmente messo in cassaforte il titolo 2011/12 del campionato di Promozione girone «D». Il secondo posto ora è dodici punti più indietro, ma anche se dovessero diventare dieci per il successo della Nuova Itri contro il Tecchiena, resterebbe sempre e comunque a distanza di sicurezza. Per perdere la vetta della classifica, infatti, i rossoblu, in questi ultimi otto turni, dovrebbero farsi recuperare più di un punto a domenica – o mercoledì –, evenienza che per una squadra che finora ha viaggiato ad una media di oltre due punti a partita corrisponderebbe ad un autentico tracollo.

VITTORI NON FA CALCOLI – Tutti questi ragionamenti però, come spiega il presidente sanfeliciano Fabrizio Vittori, sono tabù dalle parti dell’«Aldo Ballarin»: «Capisco che voi addetti, giustamente, facciate il vostro lavoro, ma questi sono ragionamenti che né io né tantomeno l’allenatore vogliamo sentire. Sappiamo che il margine di vantaggio adesso non è certo dei più esigui ma non dobbiamo commettere l’errore di rilassarci e abbassare la guardia perché la strada che porta al traguardo è ancora piena di insidie. Basta pensare – prosegue il massimo dirigente rossoblu – che nelle prossime otto giornate, fatta eccezione per lo scontro diretto con l’Itri, dovremo fare i conti con Bassiano, Vis Sezze Setina, San Michele, Sermoneta, Pro Calcio Lenola, Città di Minturno-Marina e Arce, vale a dire tutte squadre che fino alla fine lotteranno per qualcosa o nella parte alta o in quella bassa della classifica, quindi la concentrazione dovrà essere sempre massimale, a cominciare dalla prossima gara».

PROSSIMO TURNO – La Nuova Circe farà visita al Bassiano. La squadra di Stefano Campolo, anche se dovesse veder omologato il 3-0 rifilato tre domeniche fa al fanalino di coda Real Casamari, resterà ugualmente coinvolta nella lotta salvezza, per cui farà di tutto per piazzare il colpo dell’anno e mettere in cascina altri tre punti fondamentali per raggiungere quanto prima la fatidica quota quarantadue. «E’ esattamente questo che dico – conclude lo stesso Vittori –. Ormai siamo in dirittura d’arrivo, per cui tutte le squadre daranno il 110 per cento in campo perché perfettamente consapevoli che da qui in avanti non ci sarà più spazio per recuperare. A Bassiano dovremo affrontare un’altra battaglia, proprio come già abbiamo fatto a Cassino o a Casamari, ma va bene così perché è giusto che il gioco vada in questo modo».

Simone D’Arpino

Lascia un commento