Il Cisterna si rialza, male il Formia

RITORNA ala successo la Vigor Cisterna. La formazione di Greco supera con quattro reti la Superiride La Rustica. Una domenica prolifica in zona gol ma allo stesso tempo preoccupante per le due reti subite nell’arco dei novanta minuti. Decisivo ancora una volta Juan Carlos Garat che mette a segno la seconda doppietta al Bartolani, da 

Leggi tutto

RITORNA ala successo la Vigor Cisterna. La formazione di Greco supera con quattro reti la Superiride La Rustica. Una domenica prolifica in zona gol ma allo stesso tempo preoccupante per le due reti subite nell’arco dei novanta minuti. Decisivo ancora una volta Juan Carlos Garat che mette a segno la seconda doppietta al Bartolani, da quando è ritornato a vestire la casacca biancoceleste.

LA GARA  – mister Greco ritrova in un sol colpo Salvini, Spinetti e Chiaraviglio. Il tecnico biancoceleste si affida tra i pali al gioavne Leone per far posto proprio al metronomo argentino. Parte forte la Vigor che dopo due minuti fa vicina alla rete con un calcio di punizione di Garat, il quale testa subito la reattività del portiere ospite Coscia. Poco dopo risponde la Suepriride con la conclusione da fuori di Ferraro che spara alto dalla lunetta dell’area di rigore. Prima del 10’ una ripartenza della Vigor imbastita da Garat permette a Troisi di andare al tiro con Coscia ancora attento a deviare in corner. Il ritmo dei locali è tambureggiante e passa avanti al 12’ quando Garat prende il tempo agli avversari e parte a campo aperto dalla mediana, si presenta davanti a Coscia e lo supera con un preciso piatto destro. Quattro minuti dopo, il bolide ravvicinato di Troisi si stampa prima sulla traversa e poi batte a terra, lasciando più di qualche dubbio su un possibile gol fantasma, visto che tutti i giocatori della Vigor stavano già festeggiando con l’arbitro invece, che lasciava continuare il gioco tra le proteste dello stesso Troisi. Ancora Vigor vicina al raddoppio, su palla inattiva: girata di testa di Garat Composto sulla linea salva i suoi. La rete non arriva ed allora alla prima vera occasione la Superiride pareggia i conti: Riva sulla corsia di destra guadagna il fondo e serve sul secondo palo Verdecchia, completamente dimenticato dalla difesa biancoceleste che facile appoggia in rete. A testa bassa la Vigor continua a macinare gioco e sciupa altre tre nitide palle gol: al 34’ ancora Garat ci prova su punizione, poi al 37’ l’argentino si vede negare il gol da un superlativo Coscia. Al 41’ è la volta di Spinetti che su punizione coglie l’incrocio pieno. Nella ripresa il ritmo non tende ad abbassarsi e al 6′ Cannistrà guadagna il fondo e serve un assist al bacio per Troisi che taglia sul primo palo e gira in rete con un delicato tocco di destro. Di nuovo in vantaggio la formazione di Greco non riesce a gestire il risultato e subisce il pari al 9’ con la seconda rete di Verdecchia, fotocopia della sua prima rete. Colpita nell’orgogligo la Vigor si rituffa in avanti e trova di nuovo il vantaggio alla mezz’ora con la doppietta d’autore di Garat: la punta argentina ingaggia un duello in velocità con Ausilio e appena in area supera Coscia in uscita con un pallonetto di esterno destro che termina sotto il sette. Al 40’ Paglia viene atterrato in area da Ausilio e conquista la massima punizione che Spinetti trasforma nella rete del 4-2 che fa scorrere i titoli di coda sulla gara.

FORMIA KO A LARIANO – Il Formia incappa sul sintetico di Lariano nella sesta sconfitta della sua travagliata stagione e saluta, forse definitivamente, la vetta della classifica. Proprio quando la crisi sembrava ormai alle spalle, ecco che la formazione biancoceleste ripiomba nelle difficoltà che hanno caratterizzato tutto il girone di ritorno. Nonostante le tante occasioni da gol messe insieme soprattutto nel secondo tempo, i tirrenici non riescono a rispondere al vantaggio firmato nei primi minuti di gioco da Scacchetti. La vetta, occupata stabilmente dal San Cesareo, ora dista nuovamente 8 punti e le altre pretendenti al titolo non mollano di un centimetro. Palladino conferma, un po’ a sorpresa, Cacace in coppia con Liccardi e lascia almeno inizialmente in panchina Mariniello, al rientro dopo una giornata di squalifica. Il Lariano passa al primo affondo, al 6’. Ci pensa il solito Scacchetti, uno degli elementi più rappresentativi della formazione dei castelli, che fa tutto da solo: approfitta di un errore da parte della difesa biancoceleste e recupera una gran palla al limite dell’area, per poi lasciar partire un bel rasoterra che si infila nell’angolino più lontano. Nulla da fare per Salemme, che può solo chinarsi a raccogliere. Il Formia prova a scuotersi ma senza creare dei veri pericoli dalle parti dell’estremo difensore del Lariano Marini. Nella ripresa il tecnico formiano Palladino tenta il tutto per tutto e si gioca due cambi: Lavalle prende il posto di Di Franco mentre l’esperto Mariniello subentra al giovane Cacace. E’ subito Liccardi, al 3’ della ripresa, a sfiorare la rete dell’1-1 con un destro che si stampa sul palo. Formia anche sfortunato in questa fase. Intorno alla mezz’ora si vede anche Flavio Marzullo, che prova a colpire la difesa avversaria con qualche calcio piazzato dei suoi. Al 34’ il numero 10 biancoceleste calcia una bella punizione e manca il pallone di pochissimo a lato. I tirrenici ci provano fino all’ultimo secondo, senza trovare la via del gol. Allo scadere l’occasione dell’1-1 capita di nuovo a Liccardi. L’attaccante formiano riceve un corner pennellato ancora da Marzullo e di testa non riesce a indirizzarlo in rete. Finisce dunque 1-0 a Lariano, con il Formia che nel prossimo turno ospiterà il Morolo e tenterà l’ultimo, disperato assalto alla vetta della classifica.

IL TERRACINA fa sua la sfida del Colavolpe superando 2-0 il Colleferro con un gol per tempo. Primo tempo di matrice biancoceleste, con i tigrotti che dopo una punizione di Botta alta sulla traversa usufruiscono di un rigore: sugli sviluppi di un corner l’arbitro vede una trattenuta di Moriconi proprio ai danni di Botta e concede il penalty che La Cava trasforma. Strepitosa al 43’ l’uscita di Cuomo su Pedrocchi, bravo a bucare la difesa, a vincere di forza un contrasto con Botta ma non a superare il portiere di casa. Nella ripresa il Colleferro mette alle corde il Terracina che però regge l’urto. Al 4’ Abbondanza taglia la linea dei difensori e da posizione defilata serve in mezzo un ottimo pallone che Cuomo prova ad intercettare: la sfera arriva a Figlioli che colpisce l’incrocio dei pali ricadendo a terra e forse superando anche la linea di porta. Alla fine, però, sono i tigrotti a chiudere la pratica, con Matteo che sfrutta un traversone di Grossi dalla fascia destra superando Bucciarelli.

PODGORA, BUON PUNTO – Buon pareggio del Podgora che ha strappato un prezioso punto in casa del Valmontone. In avvio succede poco o nulla e il pessimo fondo del terreno di gioco non aiuta due squadre che, comunque, sembrano a corto di idee. L’unico brivido è una giocata di Giuffrida, che mette in mezzo al volo e, ritrovatosi di nuovo il pallone dopo la respinta della difesa, prova un insidioso colpo di testa che termina fuori di poco. Al primo affondo è il Valmontone a passare, con Balsamo che approfitta di un errore di Pestrin e lo costringe al fallo da rigore, trasformato dallo stesso numero nove con un cucchiaio. Cinque minuti e arriva il pari di Antonelli, anche lui a segno dal dischetto dopo una trattenuta in area su Verdini. Dopo il botta e risposta, la gara torna sui binari precedenti e l’unico altro tiro in porta è una punizione a giro di Balsamo neutralizzata in tuffo da Paoletti. Nella ripresa Paloni sposta Giuffrida in posizione centrale: l’ex Anziolavinio risulta così molto più efficace, ma di nitide palle gol da entrambe le parti nemmeno a parlarne.

I TABELLINI

VIGOR CISTERNA – NUOVA SUPERIRIDE LA RUSTICA 4-2
Vigor Cisterna: Leone, Di Mauro, Cannistrà, Travaglione, Anselmi (16’st Branicki), Latini, Chiaraviglio, Salvini, Garat (33’st Paglia), Spinetti, Troisi. A disp.: Assogna, Magni, De Gennaro, Frattarelli, Mariti. All.: Greco
N.Superiride L.R.: Coscia, Lepore (9’st Rotariu), Riva, Stillo, Ausilio, Morelli, Composto, Ferraro, Verdecchia, Bogdanov, Mattei. A disp.: Giardinelli, Titone, Anelli, Capozzi, Mazzella, Testa. All.: Ciancamerla
Arbitro: Campogrande di Roma1, assistenti Perna (Roma1) e Maggiano (Roma2)
Marcatori: 12’pt, 31’st Garat (VC), 26’pt, 9’st Verdecchia (NS), 2’st Troisi (VC), 41’s t rig. Spinetti (VC)
Note – Ammoniti Morelli

LARIANO-FORMIA 1-0
Lariano: Marini, Rossi, Moroni, De Vecchis, Marongiu, De Porzi, Soldano (3’ st Giordani), Sbraglia, Federici, Scacchetti (21’ pt Iannotti), Cornacchione. A disp.: Mattogno, Tiburzi, Zucchelli, Alexei, Pantaleoni. All.: Solimina

Formia: Salemme, Stellato, Borrino, Vitale, Di Franco (1’ st Lavalle), Fiorillo, Bernisi, Volpe (37’ st Scipione), Cacace (1’ st Mariniello), Marzullo, Liccardi. A disp.: D’Alessio, Capogrosso, Iannitti,D’Aniello. All.: Palladino
Arbitro: Rubino di Moliterno. Assistenti: Pantanella di Frosinone e Notarangelo di Cassino
Marcatori: 6’ pt Scacchetti
Note: Espulso De Porzi per somma di ammonizioni. Ammoniti: Borrino, Stellato, Volpe, Marzullo, Marini, Rossi, Cornacchione. Allontanato il tecnico del Formia Palladino per proteste.

TERRACINA – COLLEFERRO 2-0
Terracina: Cuomo, Coppolella, Serapiglia, Portanova (65’ Drogheo), Altobelli, Botta, Costabile (56’ Grossi), Antonini, Reali, La Cava, Matteo (90’ Osagiede). A disp.: Sidqui, Minieri, Borelli, Kawalie. All.: Germano
Colleferro: Bucciarelli, Moriconi, Fiacco, Figlioli, Petrella, Abu-Salemy, Amici (74’ Pazienza), Abbondanza, Mastrantonio (74’ Caffatini), Matozzo, Pedrocchi. A disp.: Tiseo, Molle, Coppola, Foschi, Felici. All.: Baiocco
Arbitro: Velluti di Ciampino
Marcatori: 12’ La Cava (Rig.), 84’ Matteo
Note: ammoniti Moriconi, Coppolella, Petrella, Abu-Salemy, Figlioli, Matteo, Matozzo
VALMONTONE-PODGORA 1-1
VALMONTONE: De Vellis, Cossa, Bianchi, Ramacci, Nardi, Tartaglione, Niro, Casagrande (27’st Ciorciolini), Balsamo (15’st Cianni), Valentino (33’st Galasso), Filippi. A disp.: Traversi, Amitrano, Ruffo, Silvestri. All.: Di Rosa

BORGO PODGORA: Paoletti, Ciarla, Rubino, Cannariato, Sossai, Verdini, Pacchiarotti, Pestrin, Antonelli (23’st Martellacci), Porcelli (16’st Onorato), Giuffrida. A disp.: Hristic, Ferri, Grasso, Scimadon, Urs Raul. All.: Paloni

Arbitro: Pashuku di Albano
Marcatori: Balsamo rig. 21’pt (V), Antonelli rig. 25’pt (B)
Note – ammoniti: Tartaglione, Paoletti, Sossai, Pacchiarotti.

Lascia un commento