Passo indietro Cisterna. Ko 3-1 ad Artena

A distanza di una settimana dalla vittoria nel derby contro il Formia, la Vigor Cisterna non è riuscita a ripetere la bella prestazione di domenica scorsa, incappando in una sconfitta pesante e, soprattutto, inattesa al cospetto di una Vis Artena che alla fine ha meritato ampiamente l’intera posta. E le assenze in casa Cisterna non devono 

Leggi tutto

A distanza di una settimana dalla vittoria nel derby contro il Formia, la Vigor Cisterna non è riuscita a ripetere la bella prestazione di domenica scorsa, incappando in una sconfitta pesante e, soprattutto, inattesa al cospetto di una Vis Artena che alla fine ha meritato ampiamente l’intera posta. E le assenze in casa Cisterna non devono rappresentare un alibi, perché per raggiungere il primo posto serve la continuità. Greco all’ultimo momento ha dovuto rinunciare anche a Chiaraviglio e Mariti, oltre agli squalificati Salvini e Spinetti, ma alla fine a fare la differenza sono state le disattenzioni in difesa, con tre gol incassati da palla inattiva, e la pochezza in avanti, dove il solo Garat è riuscito a rendersi pericoloso, mentre ha deluso parecchio Branicki: il carrarmato polacco, arrivato a Cisterna per far fare alla squadra il salto di qualità, finora ha deluso le aspettative di società e tifosi.

LA CRONACA – La prima azione della gara la costruisce il Cisterna con Troisi: l’esterno guadagna il fondo e serve con il destro un assist per Branicki, il polacco calcia di destro con Salvitti che blocca senza problemi. Poi la gara attraversa un periodo di stanca e per vedere una nuova occasione bisogna attendere il 30’, quando Ranalli vince il duello con Paglia, entra in area dal settore sinistro e prova la conclusione potente ben disinnescata da Assogna che respinge in tuffo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma nella ripresa il match decolla. Il vantaggio dei padroni di casa arriva all’8’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dalla destra: in area si scatena una mischia, la palla arriva a Romagnoli che da due passi batte l’incolpevole Assogna. La reazione del Cisterna è merito di Garat: l’argentino, spalle alla porta, si gira in un fazzoletto ma lascia partire un tiro troppo debole per mettere paura all’attento Salvitti. Al 16’ i padroni di casa raddoppiano: Romagnoli viene steso in area ospite da Cannistrà e per il direttore di gara è calcio di rigore, sul dischetto si presenta Carnevali che trasforma senza problemi. I pontini tornano in partita al 23’, quando Garat fulmina Salvitti con un bolide da trenta metri. Ma per il Cisterna non c’è nemmeno il tempo di esultare, perché la Vis Artena si dimostra cinica quanto basta e al 28’ trova la terza rete con il colpo di testa di Ciaciò, su angolo di Carnevali. L’ultimo tentativo del match è del Cisterna con Branicki che, però, non riesce ad impensierire Salvitti che devia in angolo il diagonale del polacco. Arriva il triplice fischio e il Cisterna torna a casa con una sconfitta pesante quanto meritata.

IL TABELLINO

VIS ARTENA – VIGOR CISTERNA 3-1
Vis Artena: Salvitti, Neri, Pomponi, Ciaciò, Padovani, Innocenzi (5’st Cerbara) Romagnoli, Morici (35’st Shehu), Morelli, Carnevali, Ranalli. A disp.: Damizia, Ronchetti, Cristofari, Germini, Maselli. All.: Centra
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Cannistra, Travaglione, Magni, Latini, Frattarelli, De Gennaro, Garat, Branicki, Troisi. A disp.: Leone, Anselmi, Di Girolamo, Toto, Cerro. All.: Greco
Arbitro: Parrella di Battipaglia, assistenti Marini di Ciampino e Iannilli di Frosinone
Marcatori: 8’st Romagnoli, 16’st Carnevali, 23’st Garat, 28’st Ciaciò
Note – Ammoniti Padovani, Branicki, Ciaciò, Cannistrà, Troisi, De Gennnaro, Cerbara

Lascia un commento