Il Latina non si sveglia. Il Prato lo batte

Un Latina spuntato, senza idee e senza fosforo a centrocampo soccombe sotto i colpi di un Prato quadrato cinico e spietato nello sfruttare praticamente l’unica occasione avuta nella ripresa. Si allungano a cinque, adesso, le partite senza trovare vittorie per i ragazzi di mister Ghirotto che rimangono, con una partita in più, al quintultimo posto 

Leggi tutto

Un Latina spuntato, senza idee e senza fosforo a centrocampo soccombe sotto i colpi di un Prato quadrato cinico e spietato nello sfruttare praticamente l’unica occasione avuta nella ripresa. Si allungano a cinque, adesso, le partite senza trovare vittorie per i ragazzi di mister Ghirotto che rimangono, con una partita in più, al quintultimo posto in zonaplayout e con una speranza della salvezza diretta che, ad oggi, si è ridotta sensibilmente. Adesso, infatti, si dovrà per forza di cose vincere contro Salò, Frosinone e Andria per festeggiare. Certo, se il Latina è quello visto ieri, sembra davvero difficile immaginare come questa squadra possa andare in gol. Bernardo è sempre lontano dalla porta, Martignago inesistente e Kola volenteroso ma impreciso. Se a questo si aggiunge una mediana che è praticamente scomparsa dinanzi a quella del Prato, ecco che ci sono tutti gli ingredienti perchè la sconfitta possa dirsi meritata, anche se ai punti il pari sarebbe stato il risultato più equo. Tocca darsi una sveglia, dunque. Questo il messaggio forte e chiaro diretto dalla Curva Nord alla squadra nel dopo partita, quando i tifosi hanno avuto un faccia a faccia proprio sotto gli spalti con l’intera squadra.

LA CRONACA – Partenza sprint del Latina pericoloso già al 3’ da palla inattiva: Fossati scodella in area un calcio di punizione dalla trequarti, Berardi stacca benissimo indirizzando nell’angolo lontano un colpo di testa che termina, però, a lato di un soffio. Con il passare dei minuti i toscani prendono le misure ai nerazzurri che pur tenendo in mano le redini del gioco si trovano davanti un avversario ben messo in campo. L’undici del capoluogo si rivede al 17’ con un destro sballato di Matute, un minuto dopo ci prova Bernardo in acrobazia ma senza fortuna. Il Prato mette la testa fuori dal guscio al 23’, quando Cavagna dal limite dell’area nerazzurra arpiona un corto rinvio della difesa pontina e lascia partire un destro insidioso, che fortunatamente termina in fallo di fondo. Si tratta, comunque, di un episodio isolato perché il Latina è reattivo e qualche istante dopo si procura una grossa occasione che viene sventata dalla difesa toscana grazie ad un prodigioso recupero di Dametto che anticipa Matute al momento di battere a rete. Al 30’ ancora Latina pericoloso: Matute fa la torre per Kola che, in coordinazione perfetta, si inventa una rovesciata senza trovare la porta, ma la palla passa di pochissimo sopra la traversa. La risposta dei toscani arriva puntuale con il fendente di Pisanu che finisce fuori. E’ l’ultima occasione della prima frazione e al riposo il risultato è ancora incollato sullo 0-0.

LA RIPRESA – La ripresa parte con lo stesso Latina del primo tempo, mentre il Prato presenta Costantini al posto di Geroni. Il primo pericolo lo corre Baican, ma la mira di Napoli è sbagliata e il suo destro dal limite finisce alto. Al 3’ leggerezza di Layeni che tenta il dribbling su Kola e per poco non regala la palla all’attaccante nerazzurro a pochi passi dalla linea di porta. Al 10’ secondo cambio per il Prato: esce Scrugli, in campo Gianotti. La gara entra in una fase di stanca e si arriva al 22’ senza ulteriori emozioni. Ghirotto prova a cambiare qualcosa e getta nella mischia Citro in sostituzione di Martignago. Ma ad andare in gol è il Prato con una veloce ripartenza: Cavagna serve un pallone filtrante per Pisanu che, una volta arrivato al limite dell’area, lascia partire un destro rasoterra imprendibile per Baican che si infila nell’angolino basso. Ghirotto effettua il secondo cambio: dentro Tortori, a riposo Berardi. Al 32’ Latina sfortunato: sul cross di Kola, Bernardo spedisce fuori con un colpo di testa in acrobazia. Esposito si gioca l’ultimo cambio: al posto di Pisanu entra Varutti. Al 38’ la sorte si accanisce contro i nerazzurri: sull’angolo di Tortori, Kola anticipa tutti ma la sua incornata viene respinta sulla linea di porta da Lamma. Pian piano la spinta dell’undici pontino cala e ai arriva al triplice fischio: dopo 4’ di recupero al Francioni vince il Prato.

IL TABELLINO

LATINA-PRATO 0-1

Latina: Baican, Cafiero, Toscano, Matute, Burzigotti, Farina, Kola Agodirin, Berardi (31’ st Tortori), Bernardo, Fossati, Martignago (23’ st Citro). A disp.: Radio, Bruscagin, Agius, Ricciardi, Falzerano. All.: Ghirotto

Prato: Layeni, Scrugli (10’ st Gianotti), De Agostini, Manucci, Dametto, Lamma, Geroni (1’ st Costantini), Cavagna, Silva Reis, Pisanu (37’ st Varutti), Napoli. A disp.: D’Oria, Visibelli, Salenti, Alberti. All.: Esposito

Arbitro: Aversano di Treviso. Assistenti: Fazio di Messina e Oliveri di Acireale

Marcatori: 27’ st Pisanu

Note – Ammoniti: Matute, Burzigotti, Geroni, Gianotti, Pisanu

Lascia un commento