Aprilia oggi in campo contro il Fano

SENZA respiro. Per l’Aprilia terza gara in sette giorni con il secondo consecutivo turno infrasettimanale dopo quello in casa della Vibonese della settimana scorsa. Sulla strada dei biancoazzurri di mister Vincenzo Vivarini il Fano undicesimo in classifica ma, dato il blocco per neve, fermo per ben due volte nell’arco degli ultimi quattro turni. La partita 

Leggi tutto

SENZA respiro. Per l’Aprilia terza gara in sette giorni con il secondo consecutivo turno infrasettimanale dopo quello in casa della Vibonese della settimana scorsa. Sulla strada dei biancoazzurri di mister Vincenzo Vivarini il Fano undicesimo in classifica ma, dato il blocco per neve, fermo per ben due volte nell’arco degli ultimi quattro turni. La partita in terra marchigiana rievoca nelle menti dei giocatori apriliani la brutta disavventura del 22 febbraio scorso, quando, in occasione della ventottesima giornata di campionato, la squadra rimase bloccata dalla neve in autobus proprio mentre stava raggiungendo la località del pesarese. Oggi (ore 14.30) il recupero. In palio per l’Aprilia tre punti importantissimi in chiave plauoff. Con la vittoria, infatti, i pontini si porterebbero a -3 dal Gavorrano che, lo ricordiamo, deve ancora riposare. Calcoli minuziosi che evidenziano tutte le possibilità dell’Aprilia di raggiungere il traguardo ambito, alla luce anche degli ultimi risultati. Quattordici punti nelle ultime sei partite, con una serie positiva interrotta soltanto dalla sconfitta per 2-0 in casa della Vibonese, dimenticata prontamente grazie al secco 3-0 rifilato in casa alla diretta rivale Paganese. Insomma, vincere con il Fano rappresenterebbe una tappa importante per portarsi tra le prime del girone, oltre a rappresentare un ottimo viatico in vista della prestigiosa trasferta di domenica prossima contro il Perugia. Per l’occasione non è escluso che Vivarini possa applicare un doveroso turnover. Tutti a disposizione per il tecnico abruzzese che dovrà però rinunciare al solo Fabio Ceccarelli in avanti. Lo staff sanitario, infatti, non vuole forzare il ritorno in campo del bomber biancoceleste e rischiare di comprometterne la stagione. Per lui, comunque, la via della riabilitazione sembra ormai ampiamente completata. In avanti, comunque, tornerà a disposizione Elio Calderini (7 gol per lui stagionali) dopo un turno di squalifica. Imbarazzo della scelta per colui che lo accompagnerà nel sorreggere il peso dell’attacco. Il ballottaggio tra Gaetano Pignalosa e Samir Lachehe, per ora, sembrerebbe arridere al talentuoso giocatore franco-algerino in pole position per una maglia da titolare.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento