L’Aprilia torna a volare. Spazzata via la Paganaese

L’APRILIA ruggisce e sbrana la malcapitata Paganese nell’ultima gara della stagione da giocare nell’esilio del Purificato di Fondi. Tutto facile per i ragazzi di mister Vincenzo Vivarini che regolano i campani quindi in classifica con un secco 3-0, dimenticando così nel migliore dei modi il passo falso di Vibo Valentia. Per i biancocelesti arriva la 

Leggi tutto

L’APRILIA ruggisce e sbrana la malcapitata Paganese nell’ultima gara della stagione da giocare nell’esilio del Purificato di Fondi. Tutto facile per i ragazzi di mister Vincenzo Vivarini che regolano i campani quindi in classifica con un secco 3-0, dimenticando così nel migliore dei modi il passo falso di Vibo Valentia. Per i biancocelesti arriva la seconda vittoria di fila in casa, vittoria che gli permette di battere una delle dirette rivali per la rincorsa ad un posto nei playoff che rimangono (rappresentati simbolicamente dal Gavorrano) a +6 ma con due partite in meno da parte dei pontini. Insomma, il tour de force che vedrà l’undici di Vivarini impegnato altre quattro volte nei prossimi dieci giorni inizia sotto i migliori auspici.

LA CRONACA – Ma passiamo ai fatti del campo. Senza Ceccarelli e Calderini in attacco, il tecnico apriliano è costretto a reinventarsi il reparto avanzato. Dentro, quindi, dal primo minuto Gaetano Pignalosa, con Gomese e Criaco sui lati. Come spesso accaduto in questa stagione è il fattore sorpresa a giocare in favore dei padroni di casa che, grazie a ritmo forsennato e a un’immediata aggressione sull’avversario, cominciano la gara con il piede pigiato sull’acceleratore. Al 5’ il primo squillo verso la porta di Robertiello è di Criaco, che spara da buona posizione in girata trovando però l’opposizione dell’estremo ospite. E’ comunque il preludio al gol del vantaggio firmato dallo stesso Criaco. L’esterno biancoceleste riceve palla da Cruciani sulla destra, si accentra e dai venti metri lascia partire un bel diagonale che non lascia scampo al numero uno azzurrostellato. Maturato il vantaggio l’Aprilia lascia l’incombenza di costruire gioco ad una Paganese che però stenta ad abbozzare una manovra credibile. Lo sterile fraseggio dei campani frutta soltanto un tiro di Tricarico che Bifulco addomestica in due tempi. L’Aprilia si riordina e mette virtualmente la parola fine al discorso tre punti con la rete di Croce al 25’. Il centrocampista è bravo e caparbio ad inserirsi in area di rigore e battere Robertiello dopo ben tre colpi di testa a risolvere una furibonda mischia in area di rigore. Prima del riposo è ancora Aprilia. Punizione di Cruciani al fulmicotone su cui stavolta Robertiello si supera deviando in angolo.

LA RIPRESA – Con una Paganese ormai alle corde, il secondo tempo ricomincia nel segno di un Aprilia intenzionato ad assestare il definitivo colpo di grazia. L’undici biancoceleste si getta testa bassa alla ricerca del gol. Ci riesce Gomes al 12’, ma l’arbitro annula per un dubbio fuorigioco. Al 14’ è il turno di Buonaiuto, che dalla fascia destra supera Balzano e tenta la conclusione in porta mancando di poco il bersaglio. Dopo quattro giri di lancette è ancora Gomes, su punizione, a sfiorare il palo alla destra di Robertiello. La Paganese è in bambola e al 33’ alza definitivamente bandiera bianca. A siglare il 3-0 è il neo entrato Samir Lacheheb. Il franco-algerino si presenta al limite dell’area di rigore e poi spiazza il portiere campano con un preciso piatto destro a coronamento di una vera e propria prova di forza messa in atto da un Aprilia stratosferico… un Aprilia da playoff.

Gianpiero Terenzi

FC APRILIA – PAGANESE 3-0
FC Aprilia: Bifulco, Grieco, Carta, Croce, Gritti, Diakite, Criaco (38’st Iovene), Cruciani, Pignalosa (19’st Lacheheb), Buonaiuto (31’st Di Libero), Gomes. A disp.: Pellegrino, Aquino, Salese, Germani. All.: Vivarini
Paganese: Robertiello, Balzano, Errico, Tricarico, Fusco, Pepe, Galizia (38’st Agresta), Nigro (38’st Orlando F.), Orlando L., Fava Passaro, Neglia (22’st De Martino). A disp.: Stillo, Pastore, Loiacono, Giglio. All.: Palumbo
Arbitro: Claudio Lanza (Nichelino). Assistenti: Cappello (Busto Arsizio) e Mercante (Agrigento)
Marcatori: 7’pt Criaco, 25’pt Croce, 33’st Lacheheb
Note – Ammoniti: Grieco, Fusco, Pepe, Neglia. Recupero: 2’pt e 4’st.

Lascia un commento