Aprilia, missione Vibonese (diretta gol dalle 14.30)

ALLUNGARE a sei la serie di risultati utili consecutivi e centrare la seconda vittoria di fila per rimanere sempre più a ridosso della zona playoff. Con questi presupposti l’Aprilia è partito nella mattinata di ieri in aereo per la difficile trasferta di Vibo Valentia dove affronterà la Vibonese, questo pomeriggio, a partire dalle 14.30. Un 

Leggi tutto

ALLUNGARE a sei la serie di risultati utili consecutivi e centrare la seconda vittoria di fila per rimanere sempre più a ridosso della zona playoff. Con questi presupposti l’Aprilia è partito nella mattinata di ieri in aereo per la difficile trasferta di Vibo Valentia dove affronterà la Vibonese, questo pomeriggio, a partire dalle 14.30. Un campionato (vista la cervellotica formula a 21 squadre) che costringerà le squadre, e l’Aprilia in particolare, ad un vero e proprio tour de force. Di fronte alle rondinelle, infatti, ci sono quindici giorni di fuoco. Dopo l’impegno odierno, infatti, si torna in casa, domenica prossima, per affrontare la Paganese. Mercoledì 22 febbraio, invece, ancora un turno infrasettimanale per recuperare la partita non disputata in casa del Fano, per poi tornare tra le mura amiche (forse il Quinto Ricci) e ospitare l’attuale capolista Perugia. Insomma, un mese denso di spunti di interesse, al termine del quale la squadra di Vivarini potrà sapere quali saranno i reali obiettivi da perseguire nel rush finale di una stagione che si sta rivelando, nonostante le tante difficoltà legate in particolare al fattore campo, positiva oltre ogni più rosea aspettativa. Non sarà facile, però, questo pomeriggio contro un avversario reduce da cinque turni senza ottenere vittoria ma affamato di punti buoni per togliersi dalla zona playout. Certo, conquistare il successo nel fortino calabrese confermerebbe la squadra biancoazzurra su altissimi livelli. La vittoria, infatti, oltre a rappresentare la terza consecutive in trasferta, consentirebbe alla truppa di Vivarini di rimanere agganciata ai playoff, rappresentata simbolicamente dal

PENSIERO AI PLAYOFF- Gavorrano, distante sì 6 punti ma con due partite in più rispetto ai pontini. Per l’occasione il tecnico abruzzese avrà a disposizione l’intera rosa, o quasi. Sono partiti tutti gli effettivi alla volta di Vibo, fatta eccezione per bomber Ceccarelli (picicì della squadra con 11 gol) ancora alle prese con il problema al tallone che lo ha tenuto fuori nelle ultime tre uscite, e il difensore Gritti, squalificato per un turno. A Calderini (sempre a segno nelle ultime 5 partite e salito a quota 7 tra i marcatori) e al rientrante Diakitè il compito di sostituirli rispettivamente in attacco e al centro della difesa. Vivarini ritroverà invece Criaco, che ha scontato il turno di squalifica, sull’esterno di centrocampo. “E’ inutile dire che per noi si tratta di una partita importantissima – ha spiegato il tecnico – La salvezza, anche se non matematica, sembra ormai cosa fatta. Ora, quindi, vogliamo vedere di che pasta siamo fatti e se è nelle nostre corde poter pensare a qualcosa di importante. Quel che è certo è che non snatureremo il nostro modo di giocare, votato allo spettacolo e all’attacco”. La squadra, in pratica, dopo la vittoria contro il Celano non si è allenata effettuando solo una piccola sgambata lunedì e un’altra nel pomeriggio di ieri una volta arrivata a Vibo. A dirigere la gara del Luigi Razza sarà il signor Francesco Taioli di Cesena, alla prima conduzione stagionale con le rondinelle.

Lascia un commento