L’Aprilia va come un treno

APRILIA in scioltezza. LE rondinelle si aggiudicano la gara del Purificato contro il fanalino di coda Celano con un netto 3-1 che gli consente di allungare a 5 i risultati utili consecutivi (senza contare naturalmente la pausa forzata per l’incontro rimandato sabato scorso a Celano) e continuare ad insidiare i piani alti e, possibilmente, un 

Leggi tutto

APRILIA in scioltezza. LE rondinelle si aggiudicano la gara del Purificato contro il fanalino di coda Celano con un netto 3-1 che gli consente di allungare a 5 i risultati utili consecutivi (senza contare naturalmente la pausa forzata per l’incontro rimandato sabato scorso a Celano) e continuare ad insidiare i piani alti e, possibilmente, un piazzamento nei playoff. Un traguardo che rimane distante sei punti ma virtuali, visto che il Gavorrano sesto in classifica vanta due partite in più rispetto ai pontini. Al Purificato, come detto, tutto facile per un Aprilia che scaccia i fantasmi di un possibile quanto clamoroso testacoda, tornando al successo casalingo dopo più di due mesi (Aprilia – Fondi 3-1 giocata il 27 novembre). Insomma, solo spunti positivi per mister Vivarini che per l’occasione deve rinunciare a bomber Ceccarelli e Criaco. Al loro posto spazio in avanti a Pignalosa e Bonaiuto. E’ proprio quest’ultimo (impressionante il suo rendimento in rapporto tra gol e minuti giocati) ad aprire le danze dopo appena trentadue minuti di gioco, seguito poi da Pignalosa e Calderini.

LA CRONACA – Inizia la gara e al settimo minuto Cruciani si rende pericoloso direttamente su calcio di punizione, che, deviato dalla barriera per poco stava beffando Liverani. Con il Celano disposto bene in campo e con tutti gli effettivi completamente dietro la linea del pallone, l’Aprilia fatica rendersi pericoloso, nonostante un sostanziale predominio territoriale dettato da un prolungato ma sterile possesso palla. Alla mezzora la svolta del match che coincide con il primo vero affondo dei padroni di casa. E’ il 32’ quando Bonaiuto firma il vantaggio. Pignalosa recupera palla in zona di attacco e poi con una splendida apertura serve sulla sinistra Calderini che dal limite dell’area serve a sua volta Buonaiuto, bravo, appena dentro l’area di rigore, ha il tempo di raccogliere la palla, osservare il posizionamento di . Liverani e poi battere a rete con un preciso piattone in diagonale. Scossa dalla rete subita il Celano va in panne e nel giro di due minuti sprofonda sotto i colpi di un Aprilia cinico e capace di chiudere l’incontro con un uno-due terrificante. Al 38’ è ancora l’ottimo Bonaiuto a far male nella retroguardia ospite affondando sull’out di sinistra per poi servire un cross al bacio sul primo palo per Pignaliosa che è più lesto di tutti ad arrivare sulla palla e battere a rete il gol del raddoppio. Neanche il tempo di riprendere il gioco e l’Aprilia riesce a fare tris. Tutto nasce da un calcio di punizione battuto furbescamente da Cruciani che nello spazio libera Gomes bravo, poi, a servire un filtrante al bacio per Calderini che, scattato sul filo del fuorigioco, batte a rete inchiodando l’incolpevole Liverani.

LA RIPRESA – Nella ripresa, con il discorso tre punti praticamente in ghiaccio, gli apriliani decidono di complicarsi la vita con l’espulsione dopo appena cinque minuti. In superiorità numerica gli ospiti cominciano a crederci. Facciolo prova a spingere effettuando qualche cambio in avanti nel tentativo di alzare il baricentro. Sforzi premiati, al 23’, con il gol di Croce che riapre solo parzialmente il match. L’attaccante del Celano riceve una splendida palla in profondità da Sciamanna che al limite dell’area colpisce forte battendo Bifulco. Gli abruzzesi, che non difettano certo di carattere, provano il tutto per tutto ma a complicare la situazione ci pensa De Risio che va incontro al rosso che ristabilisce la parità numerica. Il Celano alza bandiera bianca e nei restanti minuti finali non succede nulla di particolarmente rilevante fino al termine della gara. Adesso l’inizio del tour de force per i biancoazzurri con il turno infrasettimanale di mercoledì in casa della Vibonese.

Gianpiero Terenzi

APRILIA – CELANO 3-1
FC Aprilia: Bifulco, Grieco, Carta, Croce (34’st Salese), Aquino, Gritti, Gomes, Cruciani, Pignalosa (17’st Diakite), Calderini, Buonaiuto (34’st Lacheheb). A disp.: Pellegrino, Di Libero, Germani, Iovene. All.: Vivarini.
Celano: Liverani, Funari, D’Angelo, De Risio, Rapino, Bianciardi, Puntoriere (32’st Amadio), Granaiola (19’st Sciamanna), Croce, Marfia (1’st Barbetti), Luzi. A disp.: Agostini, Bagaglini, Ferrara, Sabatini. All.: Facciolo.
Arbitro: Carmine Pierro di Nola. Assistenti: Gianluca Mertino e Alfonso Ascione di Torre Annunziata
Marcatori: 1’pt Buonaiuto, 38’pt Pignalosa, 39’pt Calderini, 23’st Croce
Note – Ammoniti: Espulsi: De Risio (C). Recupero: 0’pt.; 5’st

Lascia un commento