Girone M – Anche per le pagelle regna Sabaudia

LA neve e il gelo fermano i campionati e c’è tempo, quindi, per tirare qualche somma per quanto concerne le squadre del girone M di Seconda categoria dove, a tredici giornate dal termine, si può fare un primo bilancio e divertirsi ad azzardare una sorta di pagella tra promossi e bocciati di un raggruppamento che 

Leggi tutto

LA neve e il gelo fermano i campionati e c’è tempo, quindi, per tirare qualche somma per quanto concerne le squadre del girone M di Seconda categoria dove, a tredici giornate dal termine, si può fare un primo bilancio e divertirsi ad azzardare una sorta di pagella tra promossi e bocciati di un raggruppamento che si preannuncia ancora infuocato e aperto a qualsiasi tipo di epilogo, sia dal punto di vista della corsa alla vittoria finale che quella per la salvezza.
Calcio Sabaudia 8: Non si tratta di un fatto puramente di classifica. La squadra di Polidoro, infatti, oltre al primato con due punti di vantaggio sulle inseguitrici è anche la formazione che fa vedere il miglior gioco del girone. Il tutto cambiando poco e niente nella rosa della passata stagione a cui si sono aggiunti solo (ma il loro apporto è stato fondamentale) Tabanelli e Corni. Miglior attacco e miglior difesa: per ora i gialloblu non si discutono.

Aurora Vodice 7,5: La squadra di mister Polselli è quella che senza dubbio sta stupendo di più. I borghigiani, è vero, si erano rinforzati con colpi mirati nelle zone fondamentali del campo, ma in pochi si sarebbero aspettati un simile exploit fino al secondo posto attuale. Per di più da una squadra che l’anno scorso era addirittura retrocessa.

Fc Agora 6,5: Una vera e propria corazzata partita per vincere a mani basse il campionato grazie a nomi altisonanti acquisiti in estate. Buona la partenza,culminata con il simbolico titolo d’inverno. Poi il calo nelle ultime due giornate con un pari contro il Nuovo Latina e una sconfitta pesante (sul piano del gioco) con il Bainsizza che sono costati il posto a Bruscagin. Nelle mani di Moreno Mancini, adesso, il compito di vincere il campionato.

Borgo Grappa 6,5: Anche in questo caso vale il discorso fatto per l’Agora. Nomi alla mano, infatti, la rosa di De Paris sembrava in estate superiore a quella di Sabaudia e Vodice, ma la classifica dice altro, con 5 punti che dividono i biancoazzurri dalla vetta.

Atletico Bainsizza 6: La media perfetta tra l’inizio disastroso (voto 4) e le ultime cinque partite, ovvero da quando Peppe Parisi ha preso in mano le redini della squadra (voto 8). Dopo dicembre il Bainsizza ha cambiato marcia e fatto vedere i reali valori di una rosa, probabilmente, migliore dell’intero torneo. L’arrivo di Dian ha chiuso la quadratura del cerchio e i 15 punti nelle ultime 5 uscite dicono che le 7 lunghezze di ritardo non rappresentano un gap incolmabile.

Nuovo Latina 6: Capace di buoni exploit ma anche di clamorosi passi falsi. La squadra di Lallo Orsini è la classica mina vagante del campionato. Ma con un attacco (Bosone, Di Raimo e ora anche Lucconi) si può fare certamente qualcosa in più.

Priverno Lepini 7: Da matricola ha iniziato il campionato vincendo nella prima giornata in casa del Grappa. Ma coloro che avevano pensato alla classica fortuna dell’esordiente si sono dovuti ricredere. Una squadra quadrata che ha fatto del Coluzzi una preziosa roccaforte. L’arrivo di Palluzzi in avanti, poi, ha fatto fare il definitivo salto di qualità ad una squadra che può ambire anche alla Coppa Lazio.

Amatoriale Bassiano 6: Il voto poteva essere più alto se alle buone prestazioni la squadra di Censorio avesse fatto seguire anche i gol. Troppo poche 20 retiper una squadra che costruisce tanto ma concretizza poco. Una cosa è certa, comunque, chi vuole vincere il campionato non avrà vita facile al Picozzi.

Faiti 5: Bocciatura per la squadra di mister Salvatori. Una rosa costruita per ambire almeno alla Coppa Lazio sta invece languendo nella metà bassa della classifica.

Atletico Littoria 6,5: Grinta e carattere continuano ad essere le caratteristiche dei nerazzurri che viaggiano senza apparenti problemi verso una comoda salvezza, nel pieno rispetto degli obiettivi stagionali. Merito di questa sufficienza piena di mister Ciavardini, sollevato però dall’incarico e sostituito dalla coppia Cristofoli/Cinelli.

Santa Maria 6,5: Prendere una squadra arrivata ultimissima nello scorso campionato e rigenerarla non è facile. Mister Pepe ci è riuscito e ora i borghigiani vedono sempre più vicino il traguardo salvezza.

San Donato 5: Con gli arrivi dei vari Valentino, Non era stata costruita per lottare per non retrocedere. E invece gli amaranto si trovano in basso e in piena zona calda. La goccia che ha fatto traboccare il vaso certamente la sconfitta contro La Setina di domenica scorsa.

Nuovo Cos Latina 6: Da matricola la squadra di Libertini si trova due punti sopra la linea rossa. Per ora l’obiettivo è raggiunto e anche la sufficienza.

Roccasecca 5,5: Una rimonta lenta e costante. Da cenerentola del girone a una possibile salvezza. Per ora la cura Lauretti sta dando i suoi frutti.

Campo Boario 4,5: Una partenza sprint, un attacco da panico con Asciolla, Santucci e Cacciotti. C’erano tutti i presupposti per un grande campionato, ma i fatti di San Donato hanno fatto precipitare i nerazzurri verso il baratro.

La Setina 4: Non basta la buona volontà ai setini. Sei punti in diciassette giornate sono troppo poco, ma la vittoria di domenica scorsa può comunque far maturare un barlume di speranza.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento