Latina, pari buono a metà

Il Latina chiude questo doppio turno casalingo con un solo punto, quello conquistato ieri nella gara con il Barletta. Un pari che da un lato puo’ andar bene ai ragazzi di Ghirotto, sia perchè arrivato contro una signora squadra sia per il fatto di aver giocato tutta la ripresa in dieci per la frettolosa espulsione 

Leggi tutto

Il Latina chiude questo doppio turno casalingo con un solo punto, quello conquistato ieri nella gara con il Barletta. Un pari che da un lato puo’ andar bene ai ragazzi di Ghirotto, sia perchè arrivato contro una signora squadra sia per il fatto di aver giocato tutta la ripresa in dieci per la frettolosa espulsione per doppia ammonizione di Fossati nel finale del primo tempo, ma dall’altro lascia un po’ di amaro in bocca in casa nerazzurra. Il vantaggio di Burzigotti, arrivato al secondo minuto della ripresa, ha retto fino ad un quarto d’ora dal termine, quando un infortunio di Martinuzzi ha consentito ai pugliesi di portare a casa un punto comunque meritato.

LUNGA FASE DI STUDIO – Ghirotto apporta qualche cambiamento al suo undici: Martinuzzi riprende il suo posto tra i pali, mentre la linea difensiva rimane la stessa (Cafiero e Toscano ai lati e Burzigotti e Farina al centro). Cambia molto invece il centrocampo nerazzurro. Fuori capitan Berardi per una mediana a tre con Burrai perno centrale e Matute e Fossati ai suoi lati. Davanti riprende il suo posto al centro dell’attacco Bernardo, con i nuovi arrivi Agoridin ed il giovane Martignago ai suoi lati. Molto chiuso invece lo schieramento del Barletta, il che fa si’ che i primi minuti classici di studio si protraggano invece per lunga parte della prima frazione. Il primo squillo è comunque degli ospiti con il sinistro radente di Hanine che termina di poco fuori. Poi ci prova Agoridin che, partendo da destra, si accentra e lascia partire un sinistro altissimo. Il piu’ in palla tra le fila nerazzurre sembra essere Martignago che dimostra, oltre ad una buona tecnica di base, anche una discreta predisposizione alla corsa ed al sacrificio. I pugliesi comunque dimostrano di saper pungere con le ripartenze come al 17′, quando il capitano opsite Schetter spara sopra la traversa da buona posizione. Il Latina pero’ fa la partita anche di fronte ad una squadra davvero ben organizzata, ed alla mezzora ecco arrivare la piu’ grande occasione del primo tempo: Burzigotti salta tutta la retroguardia ospite con un perfetto lancio per Agoridin che, in posizione regolare, si invola verso Marino. Il suo destro a botta sicura pero’ viene respinto dal clamoroso recupero in scivolata di Petterini. Dall’altra parte ecco di nuovo Hanine che scalda le mani di Martinuzzi. Il finale di tempo pero’ è di marca nerazzurra: prima è Cafiero a saltare piu’ in alto di tutti su un angolo di Burrai per schiacciare a lato, poi ecco la grande chance per Martignago che sfrutta il lancio di Toscano ma non riesce a saltare Marino, in uscita disperata addirittura fuori dai propri sedici metri. All’ultimo minuto pero’ il fattaccio: Fossati, gia’ ammonito, commette un fallo veniale appena fuori dall’area pugliese. L’arbitro pero’ è inflessibile e commina il secondo giallo, davvero troppo severo, al gioiello di Monza.

URLO LATINA – Il Latina inizia la ripresa con Carta al posto di un comunque positivo Martignago. Il laterale sardo, inserito per una maggiore propensione alla copertura, parte a mille: dopo due minuti si guadagna caparbiamente una punizione nei pressi del corner. Se ne incarica Burrai che disegna una traiettoria sulla quale è bravissimo Burzigotti ad intervenire col piatto destro; la sfera, con l’aiuto del palo, termina in rete per il vantaggio del Latina. Il Barletta si lancia all’assalto ma inizialmente i nerazzurri si difendono con ordine. Ci prova De Liguori da fuori ma Martinuzzi è attento e devia in angolo, poi al 14′ Schetter trova il palo interno con un sinistro dal limite, a portiere ampiamente battuto. I biancorossi premono ed al 22′ è prodigioso Toscano che si immola su una conclusione da pochi passi di Mazzeo. Sei minuti dopo pero’ arriva il meritato pari ospite: sull’ennesima incursione sulla fascia di Petterini, Franchini anticipa tutti e lascia partire un sinistro insidioso ma piuttosto centrale che pero’ sorprende Martinuzzi. Il pallone passa sotto le mani dell’estremo difensore nerazzurro ed entra beffardamente in rete. Subito dopo il pari Ghirotto inserisce, forse un po’ tardivamente, Berardi al posto di Kola ed è proprio il capitano ad avere l’ultima chance del match con un destro da terra dopo essere caduto per una lieve trattenuta. La sfera termina a lato di un soffio e dopo quattro minuti di recupero l’arbitro fa calare il sipario su un match avvincente e ben giocato da entrambe le squadre.

IL TABELLINO

LATINA-BARLETTA 1-1

Latina: Martinuzzi, Cafiero, Toscano, Burrai, Burzigotti, Farina, Agodirin (29’ st Berardi), Matute, Bernardo (41’ st Tortori), Fossati, Martignago (1’ st Carta). A disp.: Baican, Bruscagin, Giannusa, Falzerano. All.: Ghirotto

Barletta: Marino, Minieri (1’ st Masiero), Petterini, Pelagias, Pisani, De Liguori, Schetter (35’ st Simoncelli), Romondini, Hanine (6’ st Infantino), Franchini, Mazzeo. A disp.: Cafagna, Di Cecco, Guerri, Migliaccio. All.: Cari

Arbitro: Barbeno di Brescia. Assistenti: Iorizzo e Albani di Rimini

Marcatori: 2’ st Burzigotti, 28’ st Franchini

Note – Ammoniti: Minieri, Hanine, Fossati, Schetter, Franchini, Matute, Burrai, Bernardo Espulsi: 44’ Fossati per doppia ammonizione

Lascia un commento