Odissea Aprilia. Squadra bloccata nella notte

FANO – Aprilia non si gioca. Questa la decisione della Lega Pro vista l’impossibilità della squadra biancoazzurra di raggiungere lo stadio “Mancini” della città in provincia di Pesaro-Urbino. Una vera e propria odissea quella a cui ieri è stata sottoposta la squadra di mister Vincenzo Vivarini, rimasta bloccata e costretta a trascorrere l’intera nottata in 

Leggi tutto

FANO – Aprilia non si gioca. Questa la decisione della Lega Pro vista l’impossibilità della squadra biancoazzurra di raggiungere lo stadio “Mancini” della città in provincia di Pesaro-Urbino. Una vera e propria odissea quella a cui ieri è stata sottoposta la squadra di mister Vincenzo Vivarini, rimasta bloccata e costretta a trascorrere l’intera nottata in autobus nei pressi di Carsoli. Proprio nella località in provincia di L’Aquila, infatti, il team pontino, in viaggio sulla A24, è stato costretto a fermarsi e deviare la propria rotta al di fuori dall’autostrada a causa di due slavine che hanno costretto le forze dell’ordine a bloccare la Roma – L’Aquila. Si è fermata dopo soli 111 km percorsi e altri 300 circa da fare, dunque, l’avventura dell’Aprilia in viaggio verso la trasferta valida come anticipo (e qui la vera e propria beffa, visto che lo stadio di Fano era occupato per altra manifestazione nel pomeriggio di domenica) della ventiseiesima giornata di Lega Pro Seconda Divisione. La squadra era partita dalla base di via Bardi nella tarda mattinata di ieri, al termine della consueta rifinitura. Il programma prevedeva il raggiungimento di Fano non oltre le 18 del pomeriggio; poi pernottamento in albergo e, nella mattinata di oggi, sgambatura in preparazione alla gara con inizio alle ore 15. Ma la Lega Pro, evidentemente incurante dell’allerta meteo, non ha fatto i conti con neve e vento siberiano che hanno paralizzato le arterie autostradali di mezza Italia. L’Aprilia, quindi, ha sostato nei pressi di Carsoli a partire addirittura dalle 17.30 e, secondo gli ultimi aggiornamenti arrivati nella tarda serata di ieri costretta poi a trascorrere l’intera nottata incolonnata appena fuori l’autostrada A24. La squadra, appena la situazione si sarà sbloccata, devierà naturalmente la rotta per fare ritorno ad Aprilia (speriamo il prima possibile) in giornata. “Una situazione surreale – ha spiegato mister Vivarini, raggiunto telefonicamente proprio durante le ore più concitate di questa piccola odissea – Ci sono stati attimi di vera preoccupazione, più che altro legata al fatto dell’impossibilità di raggiungere Fano e dall’altra parte le scarse comunicazioni arrivate dalla Lega Pro riguardo al rinvio che è stato poi deciso soltanto in serata. Purtroppo l’intero sistema è stato colto impreparato da quest’incredibile ondata di neve e gelo. Speriamo serva da lezione per i prossimi anni”.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento