Il Latina fa harakiri col Bassano

Naufragio nerazzurro. Il Latina cade proprio sul piu’ bello e cede in casa al Bassano Virtus (0-1) fino ad oggi fanalino di coda del girone. Un ko che pesa come un macigno quello della truppa di Ghirotto che ora è di nuovo risucchiata dal gruppone composto da Prato (vittorioso sul Frosinone), Andria e Piacenza. Tanti 

Leggi tutto

Naufragio nerazzurro. Il Latina cade proprio sul piu’ bello e cede in casa al Bassano Virtus (0-1) fino ad oggi fanalino di coda del girone. Un ko che pesa come un macigno quello della truppa di Ghirotto che ora è di nuovo risucchiata dal gruppone composto da Prato (vittorioso sul Frosinone), Andria e Piacenza. Tanti gli spunti di riflessione di un match giocato con tanta tensione da entrambe le squadre e che quindi non ha offerto molte occasioni da rete. Ad aggiudicarsi partita e tre punti è stata, come prevedibile, la formazione che ha segnato per prima, sfruttando un clamoroso infortunio del portiere nerazzurro Baican, all’esordio oggi in campionato, che ha respinto una conclusione senza pretese di Galabinov proprio sui piedi di uno sfortunatissimo Cafiero, involontario protagonista della carambola che ha condannato il Latina. I nerazzurri hanno poi provato a reagire con il cuore, ma la mancanza di un centravanti di peso (da rivedere il neo-acquisto Maki Mvondo) e una manovra certamente involuta rispetto alle ultime uscite hanno fatto si che i veneti portassero a casa i tre punti senza rubare nulla.

TANTI ASSENTI – Al “Francioni” si presenta un Latina sempre piu’ incerottato. All’ormai lungodegente Jefferson si è aggiunto anche Fossati, che non ce l’ha fatta a recuperare dall’infortunio muscolare occorsogli in settimana durante la partita della nazionale under 20. Ai lati del centravanti Tortori giocano cosi’ i baby Citro e Falzerano, quest’ultimo al suo primo gettone in nerazzurro. In porta fa il suo esordio Baican, preferito al finora ottimo Martinuzzi. Parte bene il Latina che dopo un minuto sfiora gia’ il vantaggio: punizione dalla trequarti di Burrai, Tortori spizza a centro area con la palla che lentamente sfila a lato di pochissimo con Grillo immobile. Nel primo quarto d’ora è pero’ il Bassano che mostra le migliori cose, soprattutto grazie a delle buone trame palla a terra. Al 9′ velenosa punizione mancina di Bonetto che buca la barriera ma termina a lato con Baican a vigilare. Qualche minuto dopo è la percussione di Morosini con destro secco dal limite di poco fuori a certificare il buon avvio ospite. Poi le due squadre si assestano e inizia una lunga fase di schermaglie a centrocampo.

SBADIGLI IN AVVIO – Tortori davanti si sbatte ma spesso è troppo confusionario con la palla al piede e la mancanza dei lampi di Fossati si sente. Citro lotta e sembra avere anche buoni spunti mentre invece Falzerano rimane un po’ ai margini della manovra nerazzurra. A metà tempo Tortori non sfrutta un errato disimpegno di Basso, mentre poco dopo la mezzora arriva la piu’ grande occasione dei primi quarantacinque minuti ed è targata Bassano: il sinistro a spiovere dai venticinque metri di Ferretti chiama Baican al grande colpo di reni per deviare la sfera in angolo. Il pericolo scuote il Latina che nel finale di tempo prova il forcing: prima è Citro a tentare un colpo a giro dal limite che pero’ trova pronto Grillo e poi, proprio all’ultimo respiro, è Matute che non arriva per un soffio su un bel suggerimento di Berardi.

IL PATATRAC – La ripresa inizia sulla falsariga dei primi quarantacinque minuti fino a quando, al minuto 8, ecco l’episodio che decide la gara: Galabinov entra in area da destra e lascia partire un tiro senza particolari pretese che Baican pero’ respinge proprio sui piedi di uno sfortunato ed incolpevole Cafiero; la carambola si conclude con la sfera che lentamente entra in porta. Ghirotto tenta subito la carta Pagliaroli al posto di un deludente Falzerano ma il Latina accusa il colpo ed il Bassano dimostra di poter far male in contropiede in un paio di occasioni. Allo scoccare dell’ora di gioco il tecnico nerazzurro si gioca il tutto per tutto: esordisce il colored Maki Mvondo per Tortori e si rivede Giannusa che rileva capitan Berardi. Il centrocampista siciliano, in posizione di trequartista, cambia la manovra pontina. E’ lui a creare la piu’ grande occasione della gara per il Latina quando dal fondo mette un pallone d’oro dietro proprio per il nuovo acquisto africano che calibra malissimo il piattone e spara altissimo da pochi passi. Il forcing continua ma di pericoli reali dalle parti di Grillo non se ne vedono ed il Bassano, dopo cinque minuti di recupero, porta a casa tre punti chiave per il prosieguo della stagione.

Davide Di Cesare

IL TABELLINO

LATINA-BASSANO 0-1

Latina: Baican, Cafiero, Toscano, Burrai, Burzigotti, Farina, Matute, Berardi (16’ st Giannusa), Tortori (16’ st Maki Mvondo), Falzerano (10’ st Pagliaroli), Citro. A disp.: Martinuzzi, Bruscagin, Gasperini, Stufa. All.: Ghirotto

Bassano: Grillo, Toninelli, Bonetto, Drudi, Basso, Correa, Caciagli (26’ st Tabacco), Morosini, Galabinov, Ferretti, De Gasperi (30’ st Guariniello). A disp.: Poli, Baido, Iocolano, Lazzarotto, Maniero. All.: Jaconi

Arbitro: Rocca di Vibo Valentia. Assistenti: Palazzo di Taranto e Della Rocca di Salerno

Marcatori: 8’ st Cafiero (autogol)

Note – Ammoniti: Tortori, Bonetto, Morosini, De Gasperi, Ferretti, Citro

Lascia un commento