A Nettuno occasione Ardea per rientrare in corsa

ALLE 14,30 di oggi pomeriggio Virtus Nettuno e Airone Ardea scenderanno di nuovo in campo al «Mirko Ricci» di Tre Cancelli per recuperare il match valido per la tredicesima giornata del girone di andata, interrotto il 24 dicembre dello scorso anno dopo circa trenta minuti di gioco – e un rigore sbagliato per parte – 

Leggi tutto

ALLE 14,30 di oggi pomeriggio Virtus Nettuno e Airone Ardea scenderanno di nuovo in campo al «Mirko Ricci» di Tre Cancelli per recuperare il match valido per la tredicesima giornata del girone di andata, interrotto il 24 dicembre dello scorso anno dopo circa trenta minuti di gioco – e un rigore sbagliato per parte – a causa del maltempo. Per i ragazzi di mister Pollastrini si tratta della quarta gara casalinga consecutiva nell’arco di quindi giorni, dopo aver affrontato mercoledì 11 gennaio il Montello, due domeniche fa l’Hermada e nell’ultimo turno il Monte San Biagio. Lo score di D’Angeli e compagni è stato tutto sommato positivo: vittoria senza subire gol contro la squadra di Colucci, sconfitta di misura nonostante la buona prestazione con quella guidata da Pino Tosti, e pareggio in rimonta, dopo le polemiche per i due gol concessi dal direttore di gara agli avversari, contro i monticellani. E contro l’Ardea proveranno a migliorarlo ancora andando a caccia della sesta vittoria stagionale, la quarta davanti al pubblico amico.

L’ARDEA PUO’ RIENTRARE – Certo, l’avversario che si ritroveranno di fronte non sarà dei più semplici, dal momento che la compagine guidata da Fabrizio Del Grosso sta attraversando uno splendido momento di forma, come dimostrano i tre successi consecutivi riportati contro Indomita Pomezia – in trasferta –, Real Marconi Anzio e Atletico Nettuno – in casa –. Grazie a questo trittico di vittorie, infatti, Cristofari e soci sono saliti a quota venticinque punti e oggi proveranno a metterne in cascina altri tre per sorpassare il Calcio Sezze e agganciare al quinto posto della graduatoria il Latina Scalo. In realtà, se l’Ardea dovesse davvero riuscire ad espugnare il «Mirko Ricci», lo scenario che si aprirebbe, sarebbe molto allettante perché, a quel punto, la distanza dal gradino più basso del podio, che nelle ultime due stagioni ha consentito ugualmente il salto di categoria – obiettivo prefissato dalla società ad inizio stagione – dalla porta di servizio, diventerebbe di sole cinque lunghezze, mentre una in più ne servirebbe per agguantare addirittura la seconda piazza. Insomma, la partita di oggi riveste un’importanza fondamentale tanto per i padroni di casa, che punteranno a fare bottino pieno per toccare quota ventidue e portarsi a +12 sul terzultimo posto, quanto per l’Airone Ardea, che non avrà nessuna intenzione di interrompere la sua rincorsa al vertice della classifica.

Simone D’Arpino

Lascia un commento