Scialbo pari allo Scalo, ma Iannarilli tuona con gli arbitri

Giusto ma deludente: si può definire così lo 0-0 tra Latina Scalo e Sonnino. La sfida del «Tiziano Righetti» ha sostanzialmente disatteso le aspettative delle vigilia: troppo nervosa, spezzettata e mal gestita dal direttore di gara – non aiutato comunque dal confusionario atteggiamento dei ventidue giocatori in campo – per vedere il calcio che le 

Leggi tutto

Giusto ma deludente: si può definire così lo 0-0 tra Latina Scalo e Sonnino. La sfida del «Tiziano Righetti» ha sostanzialmente disatteso le aspettative delle vigilia: troppo nervosa, spezzettata e mal gestita dal direttore di gara – non aiutato comunque dal confusionario atteggiamento dei ventidue giocatori in campo – per vedere il calcio che le due squadre sono abituate a mostrare. E sinceramente è un vero peccato perchè se biancoverdi e gialloblu avessero almeno provato a mantenere la calma e a fare quanto chiedevano i rispettivi allenatori, probabilmente sarebbe stato più facile accettare un risultato che non ha permesso a nessuno di approfittare dei pareggi di Monte San Biagio e Montello e della sconfitta dell’Hermada.

CRONACA – Dopo dieci minuti di sostanziale equilibrio, all’11’ il Sonnino costruisce la più nitida palla gol della prima frazione: Casaburi apre a sinistra per Triola, che lascia partire un cross col contagiri per Pantuso, il quale, dal limite dell’area piccola, conclude clamorosamente alto di testa. Al 21’ Marco Iannarilli decide di abbandonare l’iniziale 5-3-2 per tornare al più canonico 4-3-1-2: il giovane Di Stasio, quindi, lascia il posto a Fiaschetti, Di Giorgio si piazza tra le linee di attacco e centrocampo e Persichino affianca Tammaro in avanti. Passano centottanta secondi e l’arbitro, D’Antoni di Ciampino, espelle il tecnico scalense proteste. L’incontro si gioca solo a centrocampo: le squadre battagliano raccolte in non più di trenta metri e nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento sull’altra. Pericolosa ripartenza dei padroni di casa al 33’: Persichino arriva per primo sulla palla, scarta anche Tarricone, uscito ben oltre il limite della sua area, ma si defila troppo e favorisce il recupero di Luceri. Al 36’ De Angelis prova a pescare il jolly con una punizione da oltre trenta metri, ma Tarricone non si fa sorprendere e alza la sfera sulla traversa. Negli ultimi dieci minuti non accade più nulla e le due squadre rientrano negli spogliatoi in perfetta parità.

LA RIPRESA – Nella ripresa il canovaccio della gara rimane inalterato e per vedere la prima palla gol – che poi rimarrà l’unica – bisogna attendere ben diciotto minuti: Persichino entra in area dal lato sinistro, arriva sul fondo e pesca, all’altezza del dischetto, l’accorrente Maggi – entrato in campo centoventi secondi prima al posto di De Angelis -, il quale calcia a colpo sicuro provando a piazzare il pallone sotto la traversa, ma Tarricone compie un autentico miracolo alzando, con la «manona» destra, il pallone sulla traversa. Al 66’ lo stesso Persichino lascia il posto a Banin, mentre dopo sessanta secondi è Grossi a rilevare Ferrara. Al 70’ Tammaro fa tutto bene: entra in area dal lato destro, salta Milo ma al momento di servire Banin colpisce troppo piano e facilita la presa di Tarricone. Sul successivo ribaltamento di fronte, Sampaolo si ritrova tutto solo davanti a Perna, ma non controllo bene e perde l’attimo per la battuta. All’87’ Milo rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo negli spogliatoi. Dopo tre minuti di recupero il triplice fischio dell’arbitro mette fine alle ostilità.

LO SFOGO DI IANNARILLI – “Senza dubbio sono molto soddisfatto dell’andamento della mia squadra, ma sono molto rammaricato del trattamento molto poco equo da parte dei direttori di gara, che spesso ultimamente hanno incidso troppo costantemente, e negativamente nei nostri confronti. Non accetto più che il nostro lavoro sia minato da certi personaggi che tranquillamente ci hanno tolto 5/6 punti”.

Simone D’Arpino

IL TABELLINO

LATINA SCALO – SONNINO 0-0
Latina Scalo: Perna, Zanella, Forzan, Marcelli, Di Stasio (21’pt Fiaschetti), Zanella, Palombo, Coletta, De Angelis (16’st Maggi), Persichino (21’st Banin), Tammaro, Di Giorgio. A disp.: De Nardis, Civitani, Rossi. All.: Iannarilli.
Sonnino: Tarricone, Rossetti, Reggio, Luceri, Garofalo, Casaburi, Pantuso (43’st Iacovacci), Milo, Sampaolo, Ferrara (22’st Grossi), Triola. A disp.: Coppola, Verdone, Iannotta, Bernardini, Stefanelli. All.: D’Andrea.
Arbitro: D’Antoni di Ciampino.
Note – Espulsi: mister Iannarilli al 23’pt per proteste e Milo al 42’st per doppia ammonizione; ammoniti: Coletta, De Angelis, Persichino (LS), Rossetti, Luceri, Garofalo, Milo (S); recupero: pt 1’, st 3’.

Lascia un commento