Latina fermato dall’arbitro

Stavolta il Latina grida allo scandalo. Due punti tolti da un arbitraggio infelice con la decisione che ha del clamoroso sul non assegnare un fallo di mano netto da cui è scaturito il gol del Pergocrema che è valso l’1-1 finale. Ciò che di positivo che comunque resta in casa nerazzurra è il terzo risultato 

Leggi tutto

Stavolta il Latina grida allo scandalo. Due punti tolti da un arbitraggio infelice con la decisione che ha del clamoroso sul non assegnare un fallo di mano netto da cui è scaturito il gol del Pergocrema che è valso l’1-1 finale. Ciò che di positivo che comunque resta in casa nerazzurra è il terzo risultato utile di fila, ottenuto contro squadre per giunta dal grosso calibro. Oltre a questo va sottolineata ancora una volta la solidità di una difesa che ha preso un solo gol in tre partite mettendone a segno due, nonostante l’assenza totale, o quasi, di prime punte.

Il Latina scende in campo disposto con il 4-3-2-1: in porta c’è Martinuzzi, poi linea di difesa formata dagli esterni Gasperini e Toscano e la coppia Farina-Burzigotti al centro; in mezzo al campo Burrai fiancheggiato da Berardi e Matute, mentre in avanti Citro e Fossati supportano l’unica punta Bernardo ( a gara in corso Ghirotto arretrerà Citro sistemandolo a guardia di Romondini, fonte di gioco dei padroni di casa). Vista l’indisponibilità degli attaccanti Guidetti e Pià, Fabio Brini schiera il Pergocrema con il solo Joelson in avanti fiancheggiato da Babù (destra) e Tortolano (sinistra), il centrocampo a tre è quello formato da Cazzamalli, Romondini e Coletti, mentre a comporre la linea di difesa davanti al portiere Cicioni ci sono Celjak, Cuomo, Fabbro e Rizza.

L’avvio sprint del Pergocrema dura soltanto 5 minuti, ovvero fino a quando Joelson servito da un assist di Rizza dalla sinistra non inquadra la porta con un tocco sottomisura che fa venire i brividi ai nerazzurri. Scampato il pericolo il Latina esce dal guscio e per buoni 15 minuti mette alle corde i gialloblu: al 10’ Citro spedisce a lato un sinistro al volo, al 12’ Burrai non inquadra la porta con un calcio di punizione da 25 metri. Al 13’ i nerazzurri costruiscono la migliore palla gol del primo tempo: Fossati dalla sinistra pesca Citro sulla fascia opposta, l’ex Avellino con un tocco di prima trova Bernardo a centro area: l’attaccante di Erice controlla bene e stretto tra Fabbro e Cuomo riesce a trovare lo spiraglio giusto, ma il sinistro in girata termina tra le mani di Cicioni. Poi ci provano di seguito Fossati, Burrai e Matute con altrettanti tentativi che terminano in fallo di fondo. Dal 25’ la gara entra in una fase di stanca, al Voltini regna l’equilibrio e si arriva al 45’ senza ulteriori emozioni, eccezion fatta per il sinistro sballato di Matute da ottima posizione.

La ripresa parte con gli stessi schieramenti della prima frazione. Il Latina inizia con il piglio giusto e al primo tentativo di questi secondi 45’ trova il gol con un’azione in velocità: Fossati avanza palla al piede e serve in profondità Citro, l’ex Avellino aspetta l’uscita di Cicioni e lo infila con un pallonetto firmando il vantaggio. Brini cerca di correre ai ripari e prima manda in campo il baby della Berretti, Perrone al posto di Cazzamalli, poi Angiulli in sostituzione di Coletti. In campo però non cambia praticamente nulla perché il Latina continua a controllare senza problemi, anzi sono proprio i nerazzurri a sciupare una ripartenza con Burrai (21’), mettendo ancora paura al Pergocrema (24’) con un sinistro di Fossati che termina fuori di un soffio. Al 28’ Brini tenta il tutto per tutto e si gioca anche l’ultimo cambio: fuori Celjak, dentro Adeleke. Al 32’ primo cambio per il Latina: al posto di Citro entra Stufa, per il baby della Berretti è l’esordio in campionato. Il Latina controlla benissimo senza concedere nulla al Pergocrema che continua a tenere palla senza mai tirare in porta fino al 38’, quando i padroni di casa trovano il pari grazie ad un gol viziato da un’irregolarità non sanzionata dalla terna: sull’angolo dalla sinistra di Tortolano, Fabbro tocca con la mano quando basta per mettere fuori causa Bernardo, che era pronto a liberare l’area nerazzurra, e permettere ad Adeleke di firmare il pareggio. Un minuto dopo Ghirotto cambia Bernardo con Tortori e si arriva al fischio finale con il colpo di testa di Joelson che finisce fuori proprio allo scadere. Al Voltini termina 1-1 con il Pergocrema che strappa un pareggio al Latina nel finale e con un gol irregolare.

IL TABELLINO

PERGOCREMA-LATINA 1-1

Pergocrema: Cicioni, Celjak (28’ st Adeleke), Rizza, Cuomo, Fabbro, Coletti (18’ st Angiulli), Cazzamalli (11’ st Perrone), Romondini, Joelson, Babù, Tortolano. A disp.: Pennesi, Romito, Mattia, Merito. All.: Brini

Latina: Martinuzzi, Gasperini, Toscano, Burrai, Burzigotti, Farina, Matute, Berardi, Bernardo (39’ st Tortori), Fossati, Citro (32’ st Stufa). A disp.: Baican, Bruscagin, Agius, Giannusa, Siciliano. All.: Ghirotto

Arbitro: Losito di Pesaro. Assistenti: Raimondi di Fermo e Dal Cin di Pomigliano

Marcatori: 8’ st Citro, 38’ st Adeleke

Note – Ammoniti: Celjak, Gasperini, Coletti, Rizza, Burrai, Burzigotti, Bernardo, Farina

Lascia un commento