II Divisione – La cura Capuano fa bene al Fondi, Aprilia ok in esterna

BUONA la prima. Eziolino Capuano debutta sulla panchina del Fondi con una vittoria, condita da una prestazione convincente e una ritrovata solidità difensiva. Si tratta del secondo successo consecutivo per la formazione rossoblù, che con i sei punti ottenuti nelle ultime due gare può tornare finalmente a respirare e a guardare la classifica con un 

Leggi tutto

BUONA la prima. Eziolino Capuano debutta sulla panchina del Fondi con una vittoria, condita da una prestazione convincente e una ritrovata solidità difensiva. Si tratta del secondo successo consecutivo per la formazione rossoblù, che con i sei punti ottenuti nelle ultime due gare può tornare finalmente a respirare e a guardare la classifica con un ritrovato ottimismo. Funziona il 3-4-3 del tecnico salernitano, comincia a funzionare anche l’alchimia con il pubblico fondano, oggi più numeroso rispetto alle ultime uscite. Funziona, finalmente, anche l’attacco. Torna a segnare anche Ricciardo, doppietta per lui.

LA CRONACA – Parte subito forte il Fondi, con Vaccaro che va in profondità e viene steso all’altezza dei 20 metri. Rinaldi va a battere il calcio di punizione ma il suo pallone termina alto. Al 13’ il Chieti trova anche il gol di testa con Gammone, ma l’arbitro ferma tutto per una posizione di offside dello stesso attaccante. Un minuto più tardi Ricciardo recupera palla sulla trequarti e si invola verso la porta avversaria ma angola troppo il tiro, mandando fuori di un soffio. I padroni di casa cominciano ad alzare con decisione il loro baricentro. Al 16’ c’è un bel suggerimento di Bernasconi per Cucciniello che sfodera un gran tiro dal limite dell’area, Feola mette in corner con qualche affanno. Ancora una punizione interessante per i rossoblù al 26’, ma il tiro di Conte termina ancora una volta lontano dalla porta. Il Fondi sta giocando meglio e trova il vantaggio al 32’: grande azione di Iovinella, che recupera un gran pallone sulla tre quarti, va sul fondo e serve un cross perfetto per la testa di Ric—ciardo, che segna e interrompe così la sua lunga astinenza dal gol. I rossoblù non si fermano nemmeno dopo il vantaggio. Il numero nove del Fondi, galvanizzato dal gol, trascina i suoi provando a vestire anche i panni dell’uomo assist. Bello il suo cross in mezzo, altrettanto bella la respinta con i polpastrelli di Feola. Il pallone torna in gioco, Ricciardo prova a rimettere in mezzo ma trova la respinta sulla linea da parte dell’estremo difensore abruzzese. Fondi vicinissimo al 2-0 anche al 40’ con un pallonetto di Bernasconi deviato in angolo. Sul corner successivo Palumbo arriva a colpire di testa a due passi dalla porta, pallone alto di un soffio.

Nella ripresa gli ospiti alzano il baricentro nel tentativo di recuperare il risultato. Dopo due minuti ci prova Gammone su suggerimento di Lacarra, ma il suo piatto sottoporta viene respinto in angolo. Poco dopo si accende una rissa tra Cardinali e Iovinella, l’arbitro decide di allontanarli entrambi dal terreno di gioco. Squadre, quindi, in dieci uomini per tutta la ripresa. Dopo la doppia espulsione, il match cala notevolmente di ritmo. Il Chieti prova ad attaccare per vie centrali ma la formazione rossoblù si difende con ordine, provando anche a colpire in contropiede. Il raddoppio arriva nel finale: contropiede di Ricciardo che viene steso da Feola. Calcio di rigore per i rossoblù trasformato dallo stesso Ricciardo. Brivido per Gasparri in pieno recupero con un calcio di punizione di Berardino che sfiora il palo e va sul fondo. Finisce dunque 2-0 per i rossoblù, che nel prossimo turno sarà di scena a Lamezia contro la Vigor.

APRILIA IN SCIOLTEZZA – TERZO risultato utile consecutivo e secondo successo in esterna di fila, dopo quello ottenuto a Melfi prima della pausa natalizia. L’Aprilia fa sul serio ed espugna con unsecco 2-0 il terreno di gioco del Campobasso grazie alle reti di Calderini e Cruciani. Un turno positivo che consente ai biancoazzurri di rimanere in scia (-3) delle squadre che si stanno giocano un posto nei playoff. Al «Selva Piana» si sono visti anche i volti nuovi arrivati dal mercato di riparazione, con Grieco e Pignalosa partiti dall’inizio ed il francese Lacheheb entrato in corsa proprio al posto di quest’ultimo. L’Aprilia parte subito fortissimo mettendo in difficoltà i molisani grazie alla rapidità di una manovra fluida e corale che porta subito i frutti sperati. Al 7’ primo squillo delle rondinelle verso la porta di casa con Croce bravo, una volta liberato al tiro, ad impegnare Falcone che risponde deviando in calcio d’angolo. E’ comunque il preludio al gol del vantaggio ospite. Fa tutto Calderini che riceve un’invitante palla filtrante in area di rigore, resiste alla carica di un difensore e poi scarica in rete il diagonale che vale l l’1-0. Trovato il vantaggio, l’Aprilia lascia l’onere di costruire gioco agli avversari. Ma il Campobasso è poca cosa e non riesce praticamente mai a scalfire la retroguardia pontina. Per poter mettere mano ai taccuini, quindi, bisogna attendere fino al 37’, quando al termine di un’azione tutta di prima Pignalosa libera il destro che fa la barba al palo.

LA RIPRESA – Non cambia il copione nella ripresa. Il Campobasso che abbozza una flebile reazione senza però far male ad un Aprilia ordinato e ben messo in campo. Anzi, sono ancora gli ospiti a farsi vivi sotto la porta rossoblu al quarto d’ora, quando Croce e Bonaiuto confezionano una splendida azione che culmina con un prezioso cross al centro dell’area dove però Calderini manca lo specchio della porta dopo essersi coordinato. Ma sono solo le prove generali per il raddoppio che arriva puntuale al 23’. Ancora una volta è la rapidità a mettere in ginocchio la difesa di casa: Calderini scambia in un fazzoletto con Cruciani e si presenta al tiro venendo atterrato proprio al momento dell’impatto con la sfera. Per l’arbitro nessun dubbio: calcio di rigore. Dal dischetto Cruciani è freddo nel battere Falcone e servire il 2-0. Il Campobasso, a questo punto, è costretto ad alzare bandira bianca.

Alessandra Stefanelli e Gianpiero Terenzi

I TABELLINI

FONDI – CHIETI 2-0
Fondi: Gasparri, Palumbo, Iovinella, Tamasi, Conte, Rinaldi, Alleruzzo, Cucciniello (23’st Pacini), Ricciardo, Bernasconi (25’st Merlonghi), Vaccaro (7’st Schettino). A disp.: Mezzacapo, bennardo, Schettino, Pacini, Merlonghi, Konate, Formuso. All.: Capuano
Chieti: Feola, Bigoni, Malerba (24’st Berardino), Amadio, Pepe, Migliorini, Fiore, Cardinali, Anastasi, Gammone (13’st Pedrocchi), Lacarra (33’st Sciarra). A disp.: D’Ambrosio, Serpico, Di Noia, Carbone. All.: Paolucci
Arbitro: Bellutti di Trento. Assistenti: Menicacci di Viterbo e Di Lorenzo di Prato
Marcatori: Ricciardo al 32’pt e 44’st (rig.)
Note: Spettatori 150 circa. Espulsi Cardinali e Iovinella al 7’st per comportamento non regolamentare. Ammoniti Bernasconi, Merlonghi, Gasparri, Feola. Corner 3-5. Recuperi 1’ e 4’.

CAMPOBASSO – FC APRILIA 0-2
Campobasso: Falcone, Modica, Esposito, Cirillo, Scudieri, Pasticcioni, Fortune (34’st Valdares), Viscido, Balestrieri, Fazio (1’st Rega), Cruz (12’stTodino). A disposizione: Campone, Davide Enrique, Livio Daniele, Fassari. All.: Imbimbo.
FC Aprilia: Pellegrino, Grieco, Carta, Aquino, Croce, Gritti, Cruciani, Pignalosa (30’st Lacheheb), Buonaiuto (36’st Di Libero), Calderini (40’stDiakite). A disp.: Bifulco, Iovene, Crialese. All: Vivarini.
Arbitro: Pasquale Cangiano di Napoli. Assistenti: Giuseppe Monetta di Salerno e Antonello Orlando Ferraioli di Nocera Inferiore.
Marcatori: 12’pt Calderini, 23’st Cruciani

Lascia un commento