Lido dei Pini campione d’inverno

MONTELLO e Monte San biagio si dividono la posta. La supersfida dell’«Oscar Zonzin» tra le squadre di Giovanni Colucci e Alderisio Bartolomeo finisce con 1-1 più utile ai biancoverdi che ai biancocelesti. Il Monte San Biagio, infatti, scivola a -3 dalla capolista Cedial Lido dei Pini ma resta sul gradino più basso del podio. Il 

Leggi tutto

MONTELLO e Monte San biagio si dividono la posta. La supersfida dell’«Oscar Zonzin» tra le squadre di Giovanni Colucci e Alderisio Bartolomeo finisce con 1-1 più utile ai biancoverdi che ai biancocelesti. Il Monte San Biagio, infatti, scivola a -3 dalla capolista Cedial Lido dei Pini ma resta sul gradino più basso del podio. Il Montello, invece, resta al quarto posto ma a -6 dalla vetta. Le due reti che hanno deciso il match portano le firme di Di Vito e Della Millia. Di Vito apre le marcature ha approfittato di un’errata presa di Brignone sugli sviluppi di un calcio d’angolo Della Millia pareggia in apertura di ripresa: palla lunga per Tomei che viene atterrato dal portiere la palla rimane là e Della Millia da dietro col piatto fa gol.

CEDIAL PRIMO ALLA BOA – Lido dei Pini campione d’inverno. Questo il verdetto emerso dai 90’ giocati all’Adolfo Nalli in cui la squadra di Aldo Panicci si è confermata su altissimi livelli infliggendo al Bella Farnia un 3-1 che è specchio abbastanza fedele di ciò che si è visto in campo. Certo, va sottolineato l’ennesima pagina sfortunata degi ultimi mesi in casa Bella Farnia. Oltre alle assenze di Mazzanti, Milanini, Paniccia, Ceti e lo squalificato Coia, la squadra di mister Villani dopo pochi minuti rimane praticamente senza prima punta casua l’infortunio di Palmarini che deve lasciare il campo dopo appena dodici minuti. Nulla a togliere ai meriti di un Lido dei Pini ottimo nella manovra soprattutto offensiva, con gli inserimenti costanti degli esterni e dei centrocampisti. Match bello e godibile sin dai primi minuti di gioco. Ospiti che partono forte. Dopo 50 secondi cross dell’ottimo Ascente e colpo di testa sdi Panicci di poco alto. Al 4′ replica con un tiro di Floris su cui De Bonis si immola in scivolata. Poi, come detto, l’infortunio di Palmarini che costringe Villani a cambiare assetto con Rieti punta centrale e Mancini, Colato e Ugo Toselli sulla trequarti (da sinistra a destra). Bella Farnia che comunque non rinuncia a giocare. Al 20′ Colato scappaper vie centrali ne brucia due e poi impegna Cojcaru. Subito dopo è Piva da sinistra provare dalla distanza: tiro forte che il portiere ospite deve respingere con i pugni. Al 25’, proprio, nel momento migliore del Bella Farnia, arriva l’enorme occasione per il Lido dei Pini. Sandi imbuca per Loreti, che solo davanti al portiere invece di tirare cerca al centro Ascente viene anticipato dalla diagonale di Pozzobon. Alla mezzora un altro lampo del Lido dei Pini. Da 40 metri Gallotti spara e trova la traversa, la difesa non sbroglia l’area di rigore con la palla che finisce sui piedi di Aluigi che in diagonale trova la spettacolare oppposizione di Raucci. Il gol è nell’aria, e arriva puntuale al 31’. E’ un’invenzione di Sandi (vero faro della squadra di Panicci) a sbloccare il risultato con una punizione meravigliosa dai 20 metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali.

LA RIPRESA – Nella ripresa il Lido dei Pini preme subito e raddoppia al 7’: cross di Ascente, perfetto inserimento di Loreti che di testa fa 2-0. Reazione del Bella Farnia che inizia al 14′: palla al centro di Attivani, Piva tira a botta sicura con la palla che finisce sul palo torna sui piedi di Fantin che fa gridare al gol se non fosse per il prodigioso riflesso di Cojcaru che devia in angolo. Buon Bella Farnia in questo frangente. Bellissima azione tutta di prima sull’asse Piva, Colato, Rieti con quest’ultimo che apre per Mancini il cui tiro di prima però è troppo sbilenco. La supremazia biancoverde si concretizza con la rete che riapre il match. Su tiro di Rango l’arbitro vede le mani di Bressan e fischia il rigore. L’ottimo Piva si incarica della battuta e non sbaglia. Ma il Lido dei Pini da grande squadra non si scompone, aspetta il proprio turno e poi colpisce in modo netto e decisivo. Al 35′ si chiude la gara con Loreti che costringe all’errore Attivani che spazzando scivola regalando all’«otto» ospite il gol del definitivo 1-3.

L’HERMADA sbanca il «Mirko Ricci» di Tre Cancelli grazie ad un acuto di Beltramini, resta da solo al secondo posto della graduatoria con trentaquattro punti e tiene il passo della capolista Cedial Lido dei Pini. Dopo dieci minuti di sostanziale equilibrio, al 9’ sono gli ospiti a rendersi pericolosi: cambio di gioco da destra a sinistra di Craciun per Palmacci, il quale stoppa e conclude, ma spedisce alto sulla traversa. Al 20’ Di Rocco apre per Craciun, che aggancia col destro e calcia di sinistro, ma il pallone finisce a lato. Alla mezzora tocca a Palmacci provarci dal limite, ma il tiro è centrale e Marzoli blocca senza difficoltà. La ripresa si apre con una buona iniziativa di Palmacci, che si destreggia bene al limite dell’area ma conclude fuori misura. Al 60’ Marzoli si esalta su un tiro a colpo sicuro da distanza ravvicinata di Beltramini. Passano quattro minuti e D’Onofrio prova a spaventare Carbone con un colpo di testa in mischia. All’81’ arriva il gol-partita: su un lungo rilancio di Carbone, Baratta anticipa Tomassi e prolunga la palla quel tanto che basta per mettere fuori causa De Santis e innescare Beltramini, il quale addomestica la sfera, entra in area, scarta anche Marzoli e deposita il pallone in fondo al sacco. A quel punto i padroni di casa provano il tutto per tutto e al 92’ sfiorano il pari: sugli sviluppi di un corner di Padula, D’Onofrio tocca di testa e serve involontariamente Marzoli – spintosi disperatamente in avanti -, il quale lascia partire un destro su cui De Santis arriva con un pizzico di ritardo.

L’AIRONE Ardea rifila un netto 4-1 al Real Marconi Anzio e, in attesa del recupero del 25 gennaio in casa della Virtus Nettuno, sale a ventiduepunti. Match pirotecnico al «Tiziano Righetti», dove Latina Scalo e Calcio Sezze pareggiano per 3-3 al termine di un match in bilico fino all’ultimo. Ad aprire le danze è il solito Di Giorgio: il numero undici biancoverde, infatti, fa 1-0 al 10’ con una rasoiata da venticinque metri su cui nulla può Mercoliano. Dodici minuti più tardi Bovolenta raddoppia: Maggi batte corto un corner per Di Giorgio, il quale, dal vertice destro dell’area di rigore, lascia partire un tiro a giro che impatta sull’incrocio dei pali, la sfera arriva così a Bovolenta che insacca comodamente da due passi. Al 32’, però, Delle Donne trasforma il penalty concesso dall’arbitro per un fallo di mano di Bovolenta e riporta in partita i suoi. A sessanta secondi dall’intervallo Fabrizio Di Emma ristabilisce la parità facendosi con un tap-in vincente. Al 60’ il Latina Scalo reclama all’indirizzo del direttore di gara per un fallo di mano in area non ravvisato dello stesso Fabrizio Di Emma. Passano tredici minuti e Sacchetti porta avanti i suoi ancora dagli undici metri. La gioia per il vantaggio, però, dura soltanto centottanta secondi perchè al 76’ Bovolenta pareggia approfittando di un’errata presa di Mercoliano.

TORNA finalmente al successo l’Atletico Nettuno. La squadra di mister Graziosi, infatti, si impone per 2-1 nel derby tutto romano con l’Indomita Pomezia e interrompe una striscia di sei sconfitte consecutive. Per i pometini, invece, sempre terzultimi in classifica, le sconfitte di fila diventano cinque.

QUARTA vittoria di fila per il Sonnino, che, come da pronostico, passa 3-0 in casa del Real Vallemarina, scavalca il Bella Farnia, tocca quota ventidue e si porta a soli cinque punti dalla zona Coppa Lazio. Gli ospiti passano in vantaggio al 10’ grazie al calcio di rigore trasformato da Sampaolo e concesso dal direttore di gare per un fallo di mano di Carlo Altobelli. Al 48’ Grossi raddoppia ribadendo in rete una conclusione di Pantuso inizialmente respinta da Nico Bianchi. Al 65’ Sampaolo chiude i giochi con una perfetta rovesciata.

ATLETICO Cisterna e R11 Latina si devono accontentare di un punto a testa. Al «San Valentino» il confronto tra le squadre di Peppe Orbisaglia e Marco Pupatello finisce con un 2-2 firmato dalle reti di Saba e D’Amore e dalla doppietta di Sannino. Il numero undici biancoceleste porta in vantaggio i suoi al 25’. Al 52’ gli ospiti trovano il pari con Sannino, che poi firma anche il momentaneo 2-1 ventisei minuti più tardi. All’80’, però, D’Amore fissa il punteggio sul 2-2.

IL TABELLINO

MONTELLO – MONTE SAN BIAGIO 1-1
Montello: Brignone, Molinari, Tenaglia, De Luca (20’st Proia), Lisi (27’st Perica), Petruolo, Sambataro, Terrinoni, Tomei, Giarola, Della Millia. A disp.: Fecchi, Russo, Fioravanti, Fabrizi, Cannariato. All.: Colucci.
Monte San Biagio: Cannella, Conti, De Santis, Rizzi, Parisi, Bartolomeo F., Guglielmelli, Trillò, Di Vito (40’st Persichino), Izzo (8’st Obialo), Sorrentino. A disp.: Raimondi, Di Crescenzo, Vuolo, Stefanelli, Panella. All.: Bartolomeo A.
Arbitro: Moscetti Roma 2.
Marcatori: 39’pt Di Vito, 2’st Della Millia.
Note – Espulsi: Cannella al 40’st; ammoniti: Molinari, Lisi, Petruolo, Sambataro, Giarola (M), Trillò (MSB).

BELLA FARNIA – CEDIAL LIDO DEI PINI 1-3
Bella Farnia: Raucci, Pozzobon, Attivani, De Bonis, Fantin, Rango, Colato, Piva, Palmarini (12’pt Toselli U.), Rieti, Mancini (32’st Mumametay). A disp.: Zanutto, Toselli L. All.: Villani
Lido dei Pini: Cojacaru, Bressan, Aluigi, Floris, Sandi, Tomassi, Mercuri, Loreti, Gallotti (37’st Ottolini), Panicci (35’st Zamparini), Ascente (16’st Ottolini). A disp.: Massimi, Franco, Bolletta. All.: Panicci
Arbitro: Tambolleo di Formia
Marcatori: 33’pt Sandi, 12’st Loreti, 25’st (rig.) Piva, 35’st Loreti
Note – Ammoniti: Ascente, Bressan

VIRTUS NETTUNO – HERMADA 0-1
Virtus Nettuno: Marzoli, Bernardini, Falessi, Scagnetti (32’st Rossi), De Santis, Tomassi, Lubtchev (30’st Pezzulla), Sallusti, Padula, D’Angeli, Gabriele (20’st De Carolis). A disp.: Maglione, Grizzanti, Guerra, Fortini. All.: Pollastrini.
Hermada: Carbote, Parolisi, Rossi, Forzellin, D’Onofrio, Cannarella, Beltramini (40’st Andrita), Di Rocco, Traccitto (1’st Saoud), Craciun (28’st Baratta), Palmacci. A disp.: Ceccacci, Simoneschi, Senesi, Quarrad. All.: Tosti.
Arbitro: Cataldi di Roma 2.
Marcatori: 36’st Beltramini.

AIRONE ARDEA – REAL MARCONI ANZIO 4-1
Airone Ardea: Leggio, Draisci, Cacciotti, Tomei, Innocenzi, Mancini, Pettinari, Vallo, Ludovici, Cristofari, Valenza (42’st Patacca). A disp.: Mazzucchi, Siciliano, Grammatico. All.: Del Grosso.
Real Marconi Anzio: Del Signore, Mastroianni, D’Amato, Bianchi (21’pt Reccolani), Mazza (43’st Perla), Libernini, Musilli, Raffaelli (14’pt De Marco), Iorio, Porcari, Menichelli. A disp.: Felli, Vaudi, Serpa, Novelli. All.: Lucioli.
Arbitro: Franco di Cassino.
Marcatori: 18’, 21’, 23’pt Cristofari, 29’pt Pettinari, 6’st Porcari (rig.).
Note – Espulsi: Cacciotti al 22’st e Musilli al 40’st per bestemmia.

LATINA SCALO – CALCIO SEZZE 3-3
Latina Scalo: De Nardis, Marcelli (27’st Fiaschetti), Forzan, Maggi, Palombo, Ciampini, Coletta, De Angelis (11’st Civitani), Bovolenta, Persichino (11’st Banin), Di Giorgio. A disp.: Perna, Salata, Di Stasio, Rossi. All.: Iannarilli.
Calcio Sezze: Mercoliano, Lo Russo, Costantini, Di Emma F. (20’st Panico), Pecorilli, Di Emma G., Morichini, Baroni, Delle Donne, Italiani (30’pt Castello), Salnitro (15’st Sacchetti). A disp.: Salati, Centra, Fiori, Pizzuti. All.: Bastianelli.
Marcatori: 10’pt Di Giorgio, 22’pt, 31’st Bovolenta, 32’pt Delle Donne (rig.), 44’pt Di Emma F., 28’st Sacchetti (rig.).
Note – Espulsi: Ciampini al 41’st per doppia ammonizione; ammoniti: Di Giorgio, Maggi (LS), Costantini, Di Emma F., Morichini (CS).

ATLETICO NETTUNO – INDOMITA POMEZIA 2-1
Atletico Nettuno: Pasquino, Battagliero, Durastanti, Pompucci, Zeppieri, Bardi, Galuppi (32’st Bellori), Pacchiarotti, Magistri (33’st Chiriacò), Riitano, Giansanti (1’st El Bader). A disp.: Zanchi, Picone, Bellori, Leoni, Chiriacò, Polito. All.: Graziosi.
Indomita Pomezia: Capitani, Terranova (36’st El Amaoui), Muse, Raparelli, Marinelli A., Pelagalli, Mililli (21’st Izzo), Capriati, Bramucci, Romagnuolo, Marinelli G. A disp.: Bergami, Zanotti, Bertini, Fabbroni, Palumbo. All.: Padula.
Arbitro: Gennaro di Latina.
Marcatori: 6’st El Bader, 30’st Bramucci, 38’st Pompucci.
Note – Ammoniti: Galuppi, Durastanti, Pacchiarotti (AN), Marinelli G. (IP).

REAL VALLEMARINA – SONNINO 0-3
Real Vallemarina: Bianchi N., Renzi, Macchiusi Si., Paparello (25’st Macchiusi F.), Altobelli C. (5’st Pecchia), Tarquinio, Bianchi M., Marotta, Battista, Vaccaro, Di Vezza (22’st Colantuono). A disp.: Altobelli F., Baino, Savelli, Macchiusi St. All.: Bracciale.
Sonnino: Tarricone, Rossetti, Reggio, Luceri, Garofalo, Casaburi (30’st Bernardini), Pantuso (20’st Iacovacci), Triola, Sampaolo, Grossi (40’st Verdone), Milo. A disp.: Coppola, Iannotta, Ferrara, Stefanelli. All.: D’Andrea.
Arbitro: Montano di Formia.
Marcatori: 10’pt (rig.), 20’st Sampaolo, 3’st Grossi.
Note – Espulsi: mister Bracciale al 20’st per proteste.

ATLETICO CISTERNA – R11 LATINA 2-2
Atletico Cisterna: Sciacqua, Lanesi, Mezzoprete, D’Angelo, D’Annibale, Di Bianco, Varrera (32’pt D’Amore), Rosati, D’Antimi (45’st Marcozzi), Orbisaglia B., Saba. A disp.: Orbisagliam Miki, Nonne, Sanna, Mandrone, Corona. All.: Orbisaglia G.
R11 Latina: Lampacrescia, De Felice, Di Martino, Salvini, Paoletti, Marcotulli, Sannino, Di Marcantonio (18’st Merola), Salvadori, Pernasilici, Bologna (45’st Morelli). A disp.: Scerra, Caputo, Valenza, De Lucia. All.: Pupatello
Arbitro: Pannozzo di Formia.
Marcatori: 25’pt Saba, 7’, 33’st Sannino, 35’st D’Amore.
Note – Espulsi: D’Annibale; ammonti: Varrera, Orbisaglia, Lanese (AC), Salvini (RL).

Lascia un commento