Latina, finalmente la legge del Francioni

Dopo sei giornate di digiuno il Latina torna alla vittoria ed è, è proprio il caso di dirlo, un successo che vale doppio viste le contemporanee sconfitte di tutte le altre cinque pretendenti alla salvezza dei nerazzurri. Il Latina cosi’ balza al sestultimo posto, due punti in piu’ rispetto al Piacenza che occupa l’ultimo gradino 

Leggi tutto

Dopo sei giornate di digiuno il Latina torna alla vittoria ed è, è proprio il caso di dirlo, un successo che vale doppio viste le contemporanee sconfitte di tutte le altre cinque pretendenti alla salvezza dei nerazzurri. Il Latina cosi’ balza al sestultimo posto, due punti in piu’ rispetto al Piacenza che occupa l’ultimo gradino che porta ai tanto temuti play-out. Quello che fa ben sperare però è la qualità dei nuovi innesti: oltre a Bruscagin (oggi in panchina ma che ha destato una buona impressione a Siracusa) e Burrai, già perno del centrocampo pontino e uomo dai buoni piedi e dalla spiccata personalità, oggi abbiamo assistito all’esordio di Burzigotti. Il difensore centrale ha mostrato grandi doti fisiche che gli permetteranno di fronteggiare senza paura i migliori centravanti della categoria, ma anche qualche incertezza dettata soprattutto da un lieve ritardo di forma che verrà presto colmato. Chi ormai sta diventando una certezza è Fossati che, rigore decisivo a parte, sta mostrando quelle doti per cui era stato acquistato in estate, ossia cambi di ritmo, verticalizzazioni geniali ed anche una buona dose di umiltà.

AVVIO NEL SEGNO DEI BABY – Il Latina parte con il consueto 4-3-2-1. Jefferson, ancora fuori forma, non ce la fa, e cosi’ tocca ancora a Bernardo fare da terminale piu’ avanzato, con i baby Fossati e la sorpresa Pagliaroli ai suoi lati. E’ proprio il piccolo esterno di Sonnino il protagonista dell’avvio di gara: al 6’, lanciato da una geniale verticalizzazione di Fossati, si presenta davanti a Nocchi ma strozza troppo il facile sinistro. Passano tre minuti e la premiata ditta Fossati-Pagliaroli ci riprova: stavolta la discesa palla al piede di Pagliaroli è fermata da Piccini che stende fallosamente in area il numero undici nerazzurro. Rigore netto ed ammonizione per il terzino toscano: dal dischetto Fossati angola bene il tiro che entra nonostante il tocco disperato in tuffo di Nocchi. Il Latina continua a macinare gioco ed è Burrai a far vedere le sue capacità balistiche con un buon destro di poco a lato su sponda di Bernardo. Giovinco prova ad alleggerire la pressione con una conclusione ben respinta in uscita da Martinuzzi ma gli ospiti sembrano narcotizzati ed il Latina non fa fatica a controllare il vantaggio. Al 35’ seconda svolta della gara: Piccini, già ammonito,  entra in modo scomposto su Toscano e si becca il secondo giallo della sua gara lasciando la Carrarese in inferiorità numerica. Il tempo si chiude nel segno di Fossati il cui sinistro secco dal limite viene bloccato da Nocchi.

ECCO LA CARRARESE – Ad inizio ripresa Sottili prova a dare la scossa ai suoi, lasciando negli spogliatoi Corrent e Giovinco ed inserendo Bregliano e Taddei. Il copione però non cambia con un Latina sempre padrone del campo e del possesso palla e pericoloso subito con l’ennesima discesa palla al piede di Fossati che serve forse un pò tardi Matute, anticipato miracolosamente da Anzalone. Al 10’ cambia anche Ghirotto: fuori Pagliaroli, in campo il neo-acquisto Siciliano. Al 12’ si vede la Carrarese: sull’angolo calciato da Bregliano la difesa nerazzurra libera l’area, la palla arriva a Orlandi che dal limite non inquadra la porta. La partita cambia all’improvviso con il Latina che ora sembra meno sicuro e la differenza si vede subito: Gaeta raccoglie una palla vagante, salta troppo facilmente Burzigotti e poi scarica un destro che coglie il palo a Martinuzzi battuto. Al 25’ si vede Bernardo: l’attaccante di Erice raccoglie un errato disimpegno della difesa toscana e in acrobazia sfiora il palo alla destra di Nocchi. La spinta dei toscani si esaurisce progressivamente, pur rimanendo gli ospiti pericolosi su qualche sporadica palla ferma. Il Latina torna a mostrare un buon possesso palla ma spreca diverse occasioni potenziali in contropiede per chiudere la gara. Burrai mostra ancora le sue qualità balistiche poco dopo la mezzora con un buon fendente dal limite ma è Tortori, entrato al posto di Berardi, che spreca il raddoppio nel recupero. Ormai però non c’è piu’ tempo per la Carrarese ed il Latina si porta a casa la prima, fondamentale vittoria del 2012.

Davide Di Cesare

IL TABELLINO

LATINA-CARRARESE 1-0

Latina: Martinuzzi, Cafiero, Toscano, Burrai, Burzigotti, Farina, Matute, Berardi (38’ st Tortori), Bernardo, Fossati, Pagliaroli (10’ st Siciliano). A disp.: Baican, Bruscagin, Agius, Citro, Giannusa. All.: Ghirotto

Carrarese: Nocchi, Piccini, Vannucci, Pacciardi, Pasini, Anzalone, Orlandi (34’ st Merini), Corrent (1’ st Taddei), Cori, Gaeta, Giovinco (1’ st Bregliano). A disp.: Gazzoli, Benassi, Conti, Belcastro. All.: Sottili

Arbitro: Bindoni di Venezia. Assistenti: Abruzzese di Foggia e Calò di Molfetta

Note – Ammoniti: Piccini, Fossati, Cafiero, Corrent. Espulsi: 35’ Piccini per doppia ammonizione

Marcatori: 9’ Fossati (rig.)

Lascia un commento