Il Formia è grande, Cisterna pari nel big match

ANCORA una vittoria per il Formia di Davide Palladino, che batte di misura il Roccasecca e rimane nella scia del San Cesareo al secondo posto in classifica. Tre punti fondamentali, che permettono ai biancocelesti di accumulare un lieve distacco sulle terze in classifica e di trasformare sempre di più questo campionato in una corsa a 

Leggi tutto

ANCORA una vittoria per il Formia di Davide Palladino, che batte di misura il Roccasecca e rimane nella scia del San Cesareo al secondo posto in classifica. Tre punti fondamentali, che permettono ai biancocelesti di accumulare un lieve distacco sulle terze in classifica e di trasformare sempre di più questo campionato in una corsa a due. Decisivo ancora una volta Mario Mariniello, che non sembra voler più smettere di segnare, insieme a Flavio Marzullo, che riprende il posto in squadra dopo qualche problema fisico e bagna il rientro con un gol importantissimo. Buona partenza per i padroni di casa – si gioca sul neutro di Itri per l’indisponibilità del «Perrone» – che provano a imporre il loro gioco fin dalle prime battute. Al 15’ Liccardi sfrutta bene un rimpallo e cerca l’angolino più lontano, mandando il pallone di pochissimo a lato. Ancora Formia in avanti tre minuti più tardi con Marzullo, il cui pallonetto si spegne di poco alto. Ci prova anche Mariniello al 20’, ma il suo diagonale dal limite dell’area si stampa dritto sul palo. Il gol, però, è nell’aria: ci pensa Marzullo al 22’ con una bella punizione dal limite sulla quale nulla può l’estremo difensore ciociaro Remiddi. Due minuti più tardi, i tirrenici trovano anche la rete del raddoppio. Fa tutto da solo Mariniello, che si porta avanti il pallone e supera il portiere avversario con un tocco morbido. Gara subito in discesa, dunque, per la formazione biancoazzurra, che sembra essere in grado di controllare il doppio vantaggio. Nel finale di frazione, però, gli ospiti accorciano le distanze con un tiro di Mancone deviato nettamente dal difensore formiano Di Franco. 2-1, dunque, all’intervallo.

LA RIPRESA – Nella ripresa il Formia prova a non disunirsi e a gestire il vantaggio in maniera oculata. Ci prova subito Mariniello in rovesciata, con Reniddi che blocca a terra. Ancora padroni di casa in avanti al 9’ con Marzullo, che di potenza sfiora l’incrocio dei pali. Sul capovolgimento di fronte ci prova Gatti, ma il suo pallone si spegne alla destra di Salemme. Al 22’ ancora una grande azione biancoazzurra: Marzullo smarca bene Bernisi, il cui destro termina a lato di un soffio. Il Roccasecca si riversa alla ricerca del pareggio, scoprendo però il fianco alle ripartenze letali degli uomini di Palladino. Ci prova anche Scipione, che salta due uomini ed entra in area senza però trovare la porta. Nel finale c’è ancora un legno, stavolta preso in pieno da Bernisi. Vince dunque il Formia, che nel prossimo turno proverà a prolungare la striscia vincente sul campo dell’Anitrella.

LA nona gara interna non regala alla Vigor Cisterna la nona vittoria. Al «Domenico Bartolani», nella supersfida della seconda giornata del girone B di Eccellenza, la formazione locale viene fermata sull’1-1 dalla Lupa Frascati al termine di una gara combattuta e che ha visto le due formazioni, protagoniste delle zone alte della classifica, giocare a viso aperto e alla caccia dei tre punti. La sfida si accende al 4’ con una punizione di Garat dai venticinque metri e con la palla respinta dalla barriera. Al 7′ punizione fotocopia ma a parti invertite, con Polverino che scaraventa la sua conclusione sulla testa di Branicki. Due minuti dopo, sugli sviluppi di una calcio piazzato in favore della Lupa Frascati, la palla viene raccolta da De Vizzi che spara di prima intenzione e con Assogna che blocca centralmente. Al 16′ calcio piazzato di Polverino per Pietrucci che, in area piccola, prova a girare di destro verso la porta ma Assogna è attento a deviare di piede la palla in corner. Al 23′ apertura di esterno destro di Garat che manda Branicki all’uno contro uno sulla linea di fondo: la punta polacca elude l’intervento di Sbardella e mette in mezzo dove Troisi trova il tempo dell’inserimento ma non prende lo specchio della porta da pochi passi. Al 29′ lo stesso Branicki, con un colpo di tacco filtrante, apre un corridoio per Troisi che appena entrato in area tira di destro in diagonale e Di Mario para in due tempi. Al 40′ apertura di Mariti dall’out di sinistra verso il secondo palo per Troisi che prende il tempo a Celli e da posizione defilata spara una botta sul primo palo che Di Mario «disinnesca» in corner.

LA RIPRESA – La ripresa si apre col gol della Lupa Frascati: è il 2’ e un’amnesia difensiva della formazione di casa lascia un’autostrada sulla destra a Leccese che arriva nei pressi dell’area, vince il contrasto con Magni e si presenta a tu per tu con Assogna: la punta castellana calcia con la palla che prima sbatte sul palo prima di ballare sulla linea di porta e finire in rete. Al 5′ la Lupa Frascati va ancora vicina al gol con Pietrucci che lasciato solo in area sugli sviluppi di una punizione battuta dal vertice destro devia malamente di testa una palla incredibile. All’11′, sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, la Vigor Cisterna si rende pericolosa con il colpo di testa di Chiaraviglio che termina alto sulla porta di Di Mario. Al 15′ cross dalla destra che supera il centro dell’area e arriva sul sinistro di Salvini che spara di prima intenzione ma la palla sorvola la traversa di pochissimo. Al 29′ la Vigor Cisterna pareggia: Spinetti, entrato in campo da meno di due minuti, dal settore destro del campo converge verso il centro, elude l’intervento di Celli e disegna con il suo sinistro una parabola a giro che termina sotto l’incrocio lungo difeso da Di Mario. Al 32′ Vigor Cisterna vicinissima al vantaggio con Salvini che nel cuore dell’area di rigore gira di piatto sul secondo palo un tiro cross sul quale Branicki non arriva e che Di Mario sventa grazie a un colpo di reni.

NEMMENO il cambio in panchina sortisce gli effetti sperati in casa Podgora che contro il Lariano incappa nella decima gara senza successi e in un incontro che l’ha visto in campo con un atteggiamento deludente. La doppia assenza di Giuffrida e Antonelli, che ha privato la squadra dei suoi due terminali offensivi, ha finito per pesare come un macigno sull’economia della squadra pontina. Il primo tiro, al 7’, è di Moroni ma Paoletti devia in calcio d’angolo. Poco dopo ci prova Scacchetti direttamente su punizione dal limite ma con poca precisione. Al 24’ gialloverdi in vantaggio: gli ospiti battono un corner e sulla ripartenza si fanno trovare impreparati e Sbraglia serve Scacchetti che s’invola a tu per tu, evita il portiere, e deposita in rete. Alla mezz’ora ci prova Sbraglia da fuori area ma il tiro esce di un niente. Prima dell’intervallo Scacchetti si libera di Verdini poi tira ma il suo sinistro è impreciso. Nella ripresa l’undici di Solimina controlla senza rischiare nulla. All’11’ tiro di Cornacchione su assist di Soldano ma Seppani tocca in calcio d’angolo. I pontini sono inconsistenti e il Lariano chiude la pratica al 22’. Gran lancio di Sbraglia,Scacchetti stoppa di sinistro e col destro segna all’angolino senza dare scampo a Paoletti. Il Lariano con questa vittoria sale a 30 punti a ridosso delle prime mentre per la matricola biancoceleste la strada della salvezza è ancora lunga.

Un gol del centrocampista Festa all’ultimo minuto consente al Terracina di mister Emanuele Germano di espugnare 1-0 il campo dell’Almas Roma e di centrare la seconda vittoria consecutiva e tre punti preziosi. Un risultato forse severo per i padroni di casa che hanno avuto il controllo del gioco per larghi tratti della gara ma anche il demerito di non concretizzare le occasioni create, senza contare che l’espulsione di Bartoleschi alla mezz’ora della ripresa, con la conseguente inferiorità numerica, ha cambiato l’inerzia della partita. La gara. Poche le emozioni nel primo tempo, con le due squadre che faticano nel costruire occasioni da rete, ma al 41’ Costabile, a seguito di un contrasto con Ricciardi, cade in area e l’arbitro Del Toso assegna il calcio di rigore per il Terracina. Sul dischetto si presenta Reali ma la sua conclusione viene parata da Federici e sulla ribattuta l’attaccante biancoceleste spedisce clamorosamente sopra la traversa.
Nella ripresa, i padroni di casa stringono d’assedio la squadra di Germano, soprattutto nel primo quarto d’ora, ma senza essere incisivi sotto rete. Al 30’ Bartoleschi viene espulso per fallo da ultimo uomo su Reali e al 45’ il Terracina trova la rete della vittoria sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con il pallone che arriva sul secondo palo dove Festa svetta su tutti gli altri e di testa trafigge un incolpevole Federici.

Stefanelli e Mancini

I TABELLINI

FORMIA – ROCCASECCA 2-1
Formia: Salemme, Bernisi (43’ st Capogrosso), Borrino, Vitale, Di Franco, Lavalle, Fiorillo, Volpe (14’st Scipione), Mariniello, Maruzllo, Liccardi (14’st Valente). A disp.: D’Alessio, Iannitti,Gioiello, Cacace. All.: Palladino
Roccasecca: Remiddi, Montemitoli, Cozzolino, Cristini, Mancone, Gemmiti, Lombardi (38’ st Umani), Grassi, Gatti, Gambone (26’ st Ricci), Zonfrilli (23’ st Gatta). A disp.: Grimaldi, Tedeschi, D’Agnanno, Chiarlitti. All.: Riccio
Arbitro: Pashuku di Albano. Assistenti: Zamporlini e Perna di Roma 1
Marcatori: 21’ pt Marzullo, 23’ pt Mariniello, 40’ pt Mancone
Note: Allontanato il tecnico del Formia Davide Palladino al 40’ st per proteste. Ammoniti Vitale, Cozzolino. Recuperi 1’ e 4’.

VIGOR CISTERNA – LUPA FRASCATI 1-1
Vigor Cisterna: Assogna, Paglia, Toto, Chiaraviglio, Magni, Latini (8’st Di Mauro), Frattarelli, Salvini, Branicki, Garat (34’pt Mariti – 27’st Spinetti), Troisi. A disp.: Leone, Cannistrà, Di Girolamo, Cerro. All.: Greco
Lupa Frascati: Di Mario, Sbardella, Celli (32’st Ritori), De Vizzi, Pietrucci, Pollini, Scibilia, Lolli (32’st Masciantonio), Leccese (41’st Guardabascio), Cerrai, Polverino. A disp.: Bertolino, Cinelli, Ristori, Cacciaglia, Masciantonio, Neri, Guardabascio. All.: Gregori
Arbitro: De Remigis di Teramo
Marcatori: 2’st Leccese, 29’st Spinetti
Note – Espulsi: al 34’st Troisi per somma di ammonizioni; ammoniti Assogna, Frattarelli, Scibilia, Lollì, Pietrucci

LARIANO – BORGO PODGORA 2-0
Lariano: Marini, Rossi, Moroni (29’st Iannotti), De Vecchis (16’st Zucchelli), Marongiu, Amoroso (31’st Deporzi), Soldano, Sbraglia, Cornacchione, Scacchetti, Alexei. A disp.: Mattogno, Tiburzi, Giordani, Pantaleoni. All.: Solimina
Borgo Podgora: Paoletti, Ciarla, Rubino, Sossai, Seppani, Verdini, Porcelli, Cannariato, Di Chiara (1’st Onorato), Ottaviani, Ferri. A disp.: Ramiccia, Cimadon, Pacchiarotti, Grasso, Urs, Biondo. All.: Montarani
Arbitro: Leo di Roma 2
Marcatori: 24’pt e 22’st Scacchetti
Note: ammoniti Verdini, De Vecchis e Rossi

ALMAS ROMA – TERRACINA 0-1
Almas Roma: Federici, Bartoleschi, Ricciardi, Di Gioacchino (47’st Trobiani), Fondi, Bertarelli, Tesfai (44’st Liotti), Ioppolo, Camilli (21’st Giusto), Binaco, Marras. A disp: Pensa, Cortesi, Proia, Giancotta. All.: Santececca
Terracina: Cuomo, Altobelli, Drogheo, Festa, Cavaliere, Botta, Costabile, Antonini (49’st Coppolella), Reali, La Cava (25’st Matteo), Borelli (13’st Osagiede). A disp.: Sidqui, Minieri, Venerelli, Savarese. All.: Germano
Arbitro: Del Toso di Maniago
Marcatori: 45’ st Festa
Note: espulso al 30’ st Bartoleschi per fallo da ultimo uomo; ammoniti Ricciardi, Di Gioacchino, Bertarelli, Marras.

Lascia un commento