Simone Vona, l’analisi dell’esperto

L’anno scorso con il Bella Farnia è stato tra gli artefici di una delle più bella pagine della storia del calcio dilettantistico pontino, con l’accoppiata Coppa Lazio – campionato mai riuscita a nessuna squadra latinense. Il direttore sportivo Simone Vona adesso guarda il mondo del calcio nostrano da spettatore, ma, ne siamo convinti, durerà davvero 

Leggi tutto

L’anno scorso con il Bella Farnia è stato tra gli artefici di una delle più bella pagine della storia del calcio dilettantistico pontino, con l’accoppiata Coppa Lazio – campionato mai riuscita a nessuna squadra latinense. Il direttore sportivo Simone Vona adesso guarda il mondo del calcio nostrano da spettatore, ma, ne siamo convinti, durerà davvero poco. Intanto si gode il meritato riposo (si fa per dire) tra lavoro, famiglia e partite, dopo che a dicembre è arrivata la conlcusione del rapporto con il Bella Farnia. Un’avventura bella, intensa e soprattutto vincente, all’apice di una lunga e ricca carriera che ha reso Vona uno dei più importanti e richiesti diesse nel panorama dilettantistico del capoluogo: “Quella con il Bella Farnia – spiega Vona non senza un pizzico di emozione – Sarà una pagina della mia carriera che non dimenticherò mai. Certamente la cosa più bella che mi sia capitata finora nel mondo del calcio, ma che, come tutte le cose belle, ha avuto un inizio e conosciuto una fine. Non mi voglio soffermare su questo argomento, ma posso dire di aver fatto tesoro delle esperienza maturate nel corso di questa avventura per coltivare con il solito entusiasmo e la medesima professionalità questa mia passione”.

L’ANALISI SUI CAMPIONATI – La domanda, a questo punto, è d’obbligo. Come fare d’altronde a non approfittare dell’esperienza di Simone Vona per lasciarsi condurre nell’analisi dei campionati che lo hanno visto protagonista negli ultimi anni come quelli di Promozione, Prima e Seconda categoria. Quali sono le squadre che hanno lavorato meglio, quali le favorite?: “In Promozione non ho dubbi. La Circe dell’amico Vittori è di un’altra categoria. Ma Itri e Sermoneta meritano rispetto, soprattutto i gialloblu che hanno lavorato bene e, che, anche se molti dicono il contrario, sono in mano ad un allenatore emergente e preparato. Per quanto riguarda la Prima categoria, credo sia una lotta a due tra Latina Scalo e Lido dei Pini. La favorita, però, è la squadra di Marco Iannarilli, che insieme al presidente Palombo ha allestito una rosa completa in ogni reparto e perfetta per questo tipo di campioanto. Peccato per il Bella Farnia. Senza presunzione penso che quella squadra, con gli innesti che avevo indicato e che poi non sono andati in porto a dicembre dopo la mia uscita, poteva ambire al primato. In Seconda categoria ho visto poco. Ma osservando Grappa, Agora e Bainsizza posso affermare tranquillamente che il livello si è nettamente alzato, anche se il Bella Farnia dell’anno scorso (sorride Vona n.d.r.) avrebbe vinto comunque”.

IL FUTURO – E in ultimo, ma non meno importante, il futuro…: “Ho avuto già a dicembre 4 offerte, anche di categorie superiori alla Prima – conclude Vona – Ma non è nella mia indole prendere squadre in corsa. Voglio sposare un progetto sin dall’inizio e lavorare in sinergia con tecnico e società a modo mio. Aspetto, quindi, la prossima stagione, quando certamente mi rivedrete in sella”.

Lascia un commento