Squalifiche pesanti per la Sa.Ma.Gor. Ecco le decisioni del giudice sportivo

COME prevedibile la mano pesante del Giudice Sportivo si è abbattuta sulla Sa.Ma.Gor. Nel consueto comunicato ufficiale del mercoledì il CR Lazio ha inflitto, seguendo evidentemente il referto stilato dal signor Di Marco, squalifiche a iosa e un’ammenda pecuniaria alla squadra di mister Gennaro Ciaramella. Il tutto a causa di un dopogara agitato, provocato, come 

Leggi tutto

COME prevedibile la mano pesante del Giudice Sportivo si è abbattuta sulla Sa.Ma.Gor. Nel consueto comunicato ufficiale del mercoledì il CR Lazio ha inflitto, seguendo evidentemente il referto stilato dal signor Di Marco, squalifiche a iosa e un’ammenda pecuniaria alla squadra di mister Gennaro Ciaramella. Il tutto a causa di un dopogara agitato, provocato, come commentato dagli stessi protagonisti nel post-partita contro il Pescatori Ostia, da un atteggiamento spocchioso e da una serie di scelte poco felici da parte del fischietto di Ciampino. Ecco, quindi, le decisioni in merito. Alla Sa.Ma.Gor. Viene inflitta un’ammenda di 400 euro: “Per indebita presenza, di due estranei negli spogliatoi, che insultavano l’arbitro. Questi era costretto ad abbandonare l’impianto sportivo scortato dalla Forza Pubblica fatta intervenire per le gravi intimidazioni subite da parte di tesserati della Società”. Ad onor del vero va sottolineato come all’arrivo della Forza Pubblica non vi fosse alcun tesserato e tantomeno tifoso della Sa.Ma.Gor. Presente nella zona antistante gli spogliatoi. Squalifiche pesanti a carico di giocatori. 5 giornate a Peppe De Chiara, che: “Espulso per atto di violenza nei confronti di un avversario in azione di gioco, alla notifica del provvedimento disciplinare ed a fine gara minacciava gravemente l’arbitro intimidendolo; successivamente colpiva con pugni la porta dello spogliatoio arbitrale”. Due giornate anche a mister Ciaramella, quattro gare a Daniele Cinque (perché, a fine gara, minacciava gravemente l’arbitro intimidendolo. Successivamente colpiva con pugni la porta dello spogliatoio arbitrale) che dovrà anche scontare una giornata di squalifica per recidività in ammonizione; due gare, infine, a Riccardo Calvani.

LE ALTRE – Sempre in Promozione, ma nel girone D, spiccano due squalifiche pesanti in casa della capolista Nuova Circe che dovrà fare a meno degli attaccanti Sannino e Di Roberto. La Nuova Itri dovrà invece rinunciare al centrocampista Soscia. Una gara anche a Micheletti e Carlo Spogliatoio del Sabotino, oltre che a Perfetti (Pontinia) e Ferrante (Bassiano). Tra i mister una giornate di squalifica a Paolo Pelucchini del Flora. In Eccellenza ammenda di 300 euro al Podgora (indebita presenza di tre non identificati nella zona spogliatoi che insultavano l’arbitro) e una giornata di squalifica a Travaglio del Cisterna e Pestrin del Podgora.

Lascia un commento