Il Cisterna sbanda e perde la vetta. Formia a segno, poker Terracina

INIZIO anno indigesto per Vigor Cisterna, che inaugura il 2012 con una sconfitta, che costa la testa della classifica a vantaggio del San Cesareo. Al “Caslini” di Colleferro la formazione locale supera quella biancoceleste con il minimo scarto grazie ad una rete messa a segno da Matozzo sul finire della prima frazione. La Vigor Cisterna 

Leggi tutto

INIZIO anno indigesto per Vigor Cisterna, che inaugura il 2012 con una sconfitta, che costa la testa della classifica a vantaggio del San Cesareo. Al “Caslini” di Colleferro la formazione locale supera quella biancoceleste con il minimo scarto grazie ad una rete messa a segno da Matozzo sul finire della prima frazione. La Vigor Cisterna dal canto suo non ha di certo offerto una delle sue migliori prestazioni ma nonostante tutto, ai punti, avrebbe meritato molto di più che tornare al Bartolani a mani vuote. Merito soprattutto dell’estremo difensore locale Bucciarelli autore nei novanta minuti di almeno tre interventi salva risultato che hanno tenuto a galla i rossoneri. Una partita maschia con due accenni di rissa a cavallo dei due tempi che il direttore di gara, signor Madonia, con molta fatica riesce a far rientrare. Nel primo tempo si conteranno cinque azioni per la Vigor contro le due dei locali, una delle quali, è la rete che ha deciso il match. Nella ripresa il monologo della Vigor, intervallato da alcune ripartenze del Colleferro non produce l’agognato pari, anzi la formazione ospite recrimina per le parate di Bucciarelli e reclama per un presunto rigore non concesso per fallo di mano della barriera rossonera su punizione al limite di Troisi. In un secondo tempo dove si è giocato veramente poco (dieci minuti di gioco rapportati ai quarantacinque totali della ripresa), per le nuemrose interuzioni di gioco provocate dai giocatori locali costantemente a terra, la partita finisce con l’1-0 a favore del Colleferro, che obbliga ora la Vigor al pronto riscatto domenica prossima quando sul sintetico del Bartolani arriverà la Lupa Frascati per un big match che ora come ora la Vigor non può e non deve sbagliare.

PRIMO TEMPO – Al 18′ è Vigor Cisterna: Chiaraviglio dalla lunetta dell’area di rigore lascia partire un destro centrale che Bucciarelli blocca a terra. Poco dopo è il turno di Troisi, ben imbeccato sul settore sinistro del campo entra in area e da posizione defilata calcia sul primo palo con la sfera che termina fuori vicinissima al palo. Al 39′ ancora Troisi sulla sinistra rientra verso il centro e dal limite d’area lascia partire un tiro che viene nettemente deviato da Petrella; strpitosa la risposta di bucciarelli che con un balzo felino va togliere la palla dalla linea di porta rifugiandosi in corner; dallo stesso angolo ancora Bucciarelli nega la rete di testa a Chiaraviglio ben appostato sul secondo palo. Proprio nel momento migliore Vigor arriva il gol decisivo. Al 43′ il Cisterna aziona male la linea del fuorigioco che lascia Matozzo davanti a Leone privo di marcature, la punta di casa appoggia in rete da due passi.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa subito Vigor all’assalto. Al 3′ percussione in area di Paglia sulla destra che lo porta al tiro con Bucciarelli che alza sopra la traversa. All’11’ Branicki fa a sportellate con tre giocatori avversari arriva al limite d’are a chiede l’uno due a Salvini che gli restituisce la palla troppo lunga sciupando così una ghiotta occasione. Risposta dei padroni di casa che al 17′, ancora  con Matozzo che prova ad andare in rete vincendo una serie di rimpalli sulla trequarti che lo mettono di nuovo davanti a Leone; questa volta il rossonero calcia alto. Poi il Colleferro alza le barricate e il Cisterna, seppur con Branicki in campo, non riesce a pungere.

Il Formia apre il 2012 così come aveva chiuso il 2011: con tanti gol, una bella vittoria esterna e qualche brivido di troppo nel finale. Dopo il successo esterno sul campo della Lupa Frascati, i biancocelesti si impongono anche in casa del Ceccano. Una vittoria importantissima per la formazione allenata da Davide Palladino: il Formia balza infatti al secondo posto a un punto dalla capolista San Cesareo, agganciando la Vigor Cisterna sconfitta in quel di Colleferro. Il grande protagonista è ancora una volta Mariniello. L’attaccante formiano sembra non voler più smettere di segnare e mette a segno un’altra doppietta, la terza consecutiva. E’ proprio lui a portare in vantaggio i tirrenici al 24’, facendosi trovare al posto giusto al momento giusto. Grande azione condotta da Scipione, al rientro dopo un infortunio, tiro del giocatore del Formia e respinta corta dell’estremo difensore ciociaro Olevano. Sulla traiettoria c’è Mariniello, che non si fa pregare e insacca il pallone del vantaggio. La formazione biancoazzurra sembra controllare bene la gara, ma nel finale si concede qualche distrazione di troppo. Al 41’, su un brutto pallone perso a centrocampo, la formazione biancoazzurra subisce la rete del pareggio. Sugli sviluppi della ripartenza, il pallone finisce tra i piedi di Perrotti. Il Formia è scoperto e il giocatore avversario non ci pensa due volte, sfoderando un destro forte e preciso dal limite dell’area. palla all’incrocio dei pali, nulla da fare per Salemme. Nella ripresa i tirrenici si riversano subito nell’area avversaria alla ricerca del nuovo vantaggio. Tocca ancora una volta a Mariniello togliere le castagne dal fuoco: gran cross dalla destra di Fiorillo, l’attaccante formiano anticipa anche il compagno di squadra Liccardi e si avventa sul pallone, firmando la rete del 2-1. Liccardi si riscatta poco più tardi. Al 31’, infatti, il centravanti biancoceleste sfrutta l’ennesima respinta corta di un incerto Olevano e porta i suoi in doppio vantaggio. Sembra fatta, ma anche stavolta il Formia concede qualcosa di troppo ai rivali. A dieci minuti dalla fine, Perrotti accorcia le distanze e firma la sua doppietta personale. Nonostante il finale di sofferenza, Mariniello e compagni riescono a uscire dal Dante Popolla con tre punti preziosissimi in sacca. Nel prossimo turno il Formia ospiterà il Roccasecca.

IL Podgora di Paloni pareggia 1-1 col Segni ultimo in classifica, ma il punto può essere considerato buono visto che i borghigiani hanno giocato dal 25’ del primo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Pestrin. Pronti via e subito Podgora in avanti, dopo appena un paio di giri di orologio è Verdini ad aprire la girandola delle occasioni tirando al lato con Bernardini battuto, sessanta secondi dopo Antonelli arriva in ritardo su un invitante cross di Ferri. Proprio nel momento migliore del Podgora, arriva il vantaggio del Segni: Seppani esita in un paio di occasioni a spazzare via la palla e commette fallo, battono gli ospiti con Pecchi che crossa al centro, Menè viene dimenticato dalla retroguardia locale e di testa mette alle spalle dell’incolpevole Paoletti. Poi al 25’ arriva l’episodio che sembra chiudere i conti, il rosso a Pestrin. Si va al riposo con gli ospiti in vantaggio. Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, il Podgora cerca il tutto per tutto e riesce a trovare il pari con Giuffrida. Una volta raggiunto il pari, la squadra di casa ci crede e crea due limpidissime occasioni da rete ma Antonelli e Di Chiara non le sfruttano. Poi non succede più nulla fino al 90’: il Segni si porta a casa un punto prezioso, il Podgora recrimina per aver giocato in inferiorità la maggior parte del match e per aver fallito importanti occasioni da rete.

Vittoria importante e schiacciante del Terracina che ha mandato al tappeto con un 4-0 netto e roboante il Morolo nella gara giocata al Colavolpe. Ilvantaggio dei tigrotti arriva al 32’: La Cava serve un assist al centimetro per Cavaliere ben appostato sul palo più lontano, colpo di testa vincente sul quale D’Ambrosio non può veramente nulla. Sull’onda dell’entusiasmo i padroni di casa hanno più di qualche occasione per raddoppiare con Reali: la prima conclusione vene neutralizzata dal portiere, mentre la seconda, un diagonale in corsa sul portiere in uscita, finisce di pochissimo a lato del palo più lontano. Le squadre vanno al riposo con i tigrotti in vantaggio. Nella ripresa, poi, il Terracina dilaga. Al 60’ La Cava mette a sedere tre giocatori ciociari tagliando l’area avversaria da sinistra a destra e lascia partire un diagonale rasoterra preciso che supera il portiere ed impatta il palo, arriva come un falco Reali che firma il 2-0. Al 73’ i tigrotti mettono a segno la terza rete: il neoentrato Matteo che raccoglie la sfera nella propria metà campo arriva sui 25 metri e con un destro potente e ad effetto inganna D’Ambrosio. Al 76’ il colored Osagiedè semina Buonanno e mette sul piattone di Reali la palla per la sua doppietta personale, che vale il 4-0 finale.

I TABELLINI

BORGO PODGORA-SEGNI 1-1
Borgo Podgora: Paoletti, Porcelli (18’ st Onorato), Pacchiarotti, Cannariato, Seppani, Verdini, Ottaviani (Urs 30’st), Pestrin, Antonelli, Ferri( Di Chiara 26’st), Giuffrida. A disp: Ramiccia, Sossai, Rubino, Seccafien. All. Paloni
Segni: Bernardini, Centra, Barni, Raimondi, Menè (26’st Carloni), Coccia, Pecchi (40’st Peghi ), Latini, Flavi (36’st Marocchi), Colaiori, Pizzuti. A disp: Conidi, Paluzzi, Iacobucci, Pistolesi. All. Tantari
Marcatori: 7’ Menè, 23’st Giuffrida
Ammoniti: Antonelli, Cannariato, Barni
Espulsi: 23’ Pestrin
Calci d’angolo: 5-2
Arbitro: D’Aquino sez. Rm1, Campania sez. Cassino, Scaccia sez. Fr

TERRACINA-MOROLO 4-0
Terracina: Cuomo, Altobelli, Serapiglia, Drogheo, Cavaliere, Botta, Costabile (77’ Minieri), Festa, Reali, La Cava (68’ Matteo), Borelli (60’ Osagiede’). A disp.: Sidoni, cappolella, venerelli, pallisco. All. Germano
Morolo: D’ambrosio, Ippoliti, Buonanno, Risi, Fasani, Ledda, Gaitan (45’ Aulicino), Capuano (81’ De Angelis), Perrella (52’ Annunziata), Del Grande, Trossi. A disp.: Boni, Frasca, De Rosa, Ndaw. All.: Rendina
Arbitro: Maranesi di Ciampino
Note – Ammoniti: Fasani, Costabile, Osagiede. Espulso: 41’ Trossi per doppia ammonizione e 47’ Rendina per gioco violento
Marcatori: 32’ Cavaliere, 60’ Reali, 73’ Matteo, 76’ Reali

COLLEFERRO – VIGOR CISTERNA 1-0
Colleferro: Bucciarelli, Moriconi, Fiacco, Molle, Petrella, Nilson, Mastrantonio (36’st Pazienza) , Abbondanza, Coppola (30’st Salvagni), Matozzo, Pedrocchi. A disp.: Tiseo, Abu Salem, Alessandri, Osmari, De Santis. All.: Baiocco
Vigor Cisterna: Leone, Paglia, Cannistrà, Travaglione, Magni, Latini (7’st Di Mauro), Chiaraviglio, Salvini (1 1’st Cerro), Branicki, Mariti, Troisi. A disp.: Assogna, Di Girolamo, Frattarelli, De Gennaro, Toto. All.: Greco
Arbitro: Vincenzo Madonia sezione di Palermo, assistenti Castaldo (Roma2) e Intorre (Roma1)
Marcatori: 43’pt Matozzo
Note – Ammoniti Molle, Petrella, Abbondanza, Leone

CECCANO-FORMIA 2-3
Ceccano: Olevano, Pavia (1’ st Tombolillo), Orsinetti, Sanna, Pessia, Tiberia, Braccani, Lillo, Lucchetti, Santopadre, Perrotti. A disp.: Rossi, Di Stefano, Colafrancesco, Latini, Ciotoli, Carcasole. All.: Adinolfi
Formia: Salemme, Bernisi, Borrino, Vitale, Di Franco, Lavalle, Scipione (5’ st Cacace), De Santis, Mariniello, Fiorillo (30’ st Valente), Liccardi (45’ st Volpe). A disp.: D’Alessio, Iannitti, Capogrosso, Marzullo. All.: Palladino
Arbitro: Manzi di Nocera Inferiore. Assistenti: Pierotti e Noce di Roma Uno.
Marcatori: 24’ pt Mariniello, 42’ pt Perrotti, 19’ st Mariniello, 31’ st Liccardi, 36’ st Perrotti
Note: Ammoniti: Tiberia, Sanna, Di Franco, De Santis

Lascia un commento