Aprilia chiude in bellezza. Pari per il Fondi

L’APRILIA si regala l’ottava vittoria stagionale in casa del Melfi e saluta un 2011 storico per i colori biancoblu con un successo rotondo (3-1 il finale) che proietta i biancoazzurri di Vivarini al settimo posto a -6 dalla zona playoff. Bilancio nettamente positivo, dunque, per il girone di andata del primo campionato disputato tra i 

Leggi tutto

L’APRILIA si regala l’ottava vittoria stagionale in casa del Melfi e saluta un 2011 storico per i colori biancoblu con un successo rotondo (3-1 il finale) che proietta i biancoazzurri di Vivarini al settimo posto a -6 dalla zona playoff. Bilancio nettamente positivo, dunque, per il girone di andata del primo campionato disputato tra i professionisti nella storia del club pontino. Tutto facile per le rondinelle che battono la penultima forza del campionato, cancellano le due sconfitte consecutive e si affacciano alla seconda metà del campionato con rinnovato entusiasmo, a patto che dal mercato di gennaio arrivino comunque i rimpiazzi dei partenti Esposito, Siclari, Branicki e Foderaro che hanno lasciato povertà di scelte a Vivarini, soprattutto in avanti.

LA CRONACA – In Calabria una sfida delicata che i ragazzi di Vivarini hanno giocato subito su ritmi altissimi mettendo in difficoltà l’avversario e rendendosi immediatamente pericolosi sotto la porta avversaria. Poche emozioni nei primi minuti di gioco, quando le due squadre si studiano prima di affondare il colpo. A fare la partita è l’Aprilia che macina gioco a centrocampo non riuscendo però a trovare spazio tra le maglie dei padroni di casa, rintanati nella propria metà campo senza lasciare nulla all’avversario. Il match si sblocca solo al 35’, quando Buonaiuto dall’out di sinistra supera un uomo e riesce a mettere al centro per l’appostato Ceccarelli, che di prima intenzione mette a segno il vantaggio biancoazzurro e l’undicesimo centro personale in questa stagione. L’Aprilia dopo aver disputato un ottimo primo tempo, riesce ancora con una splendida azione personale di Buonaiuto a raddoppiare prima di andare al riposo. L’azione parte proprio dal giovane classe 92’ fresco di convocazione nella rappresentativa di Lega Pro, che riesce con un numero a superare ben tre uomini gialloverdi e, a tu per tu con l’estremo difensore di casa, fa centro mettendo in archivio il discorso tre punti. Ma non c’è nemmeno il tempo di esultare che un amen più tardi il Melfi riapre una partita che sembrava chiusa con Ambrogetti che sfrutta al meglio uno spiovente dalla sinistra riuscendo ad accorciare le distanze e rimettendo tutto in discussione. Nella seconda frazione di giuoco, l’Aprilia riesce a dominare ancora l’avversario e non corre grossi rischi. Gli attaccanti del Melfi provano con qualche azione sterile a mettere in difficoltà la retroguardia biancoazzurra, che comunque si è comportata ottimamente e non permettendo ai padroni di casa di abbozzare una reazione convincente. Proprio allo scadere poi, arriva la rete di Iovene che chiude definitivamente il match, vinto meritatamente dalla formazione di mister Vivarini.

IL FONDI interrompe la serie negativa strappando un punto in casa con il Campobasso nell’ultima gara del girone d’andata. Un pareggio che non smuove tantissimo la classifica ma che fa morale, anche perché i rossoblu hanno giocato quasi 70 minuti in inferiorità numerica. Anzi, paradossalmente il Fondi ha giocato meglio dopo l’espulsione di Palumbo, trovando la rete del pareggio con Alleruzzo e sfiorando il vantaggio nella ripresa in più di un’occasione. Adesso ci sarà una lunga sosta, che servirà al Fondi per recuperare qualche infortunato e riordinare le idee. Vaccaro e compagni torneranno in campo a gennaio, consapevoli che servirà una media punti diversa per evitare i playout.

LA CRONACA – La prima vera occasione della partita arriva al 14’: sugli sviluppi di un corner battuto da Quadri, Altobello svetta più in alto di tutti e colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Il Campobasso fa male in contropiede e al 20’ passa in vantaggio: passaggio illuminante di D’Anna per Cruz Pereira che batte Gasparri con un perfetto diagonale rasoterra. Ma per il Fondi piove sul bagnato: tre minuti dopo Palumbo si rende protagonista di un fallo su Cruz lanciato a rete. Rosso diretto per lui e Fondi che si ritrova in svantaggio di un gol e di un uomo con una partita intera ancora da giocare. Nonostante l’inferiorità numerica, i rossoblù provano a scuotersi con una punizione di Conte che però non impensierisce la retroguardia del Campobasso. Il Fondi, paradossalmente, gioca meglio in dieci che in undici e al 32’ trova la rete del meritato pareggio: punizione battuta dal solito Conte che si stampa sulla traversa, il pallone torna in campo e Alleruzzo lo ribadisce in rete. I rossoblù chiudono in attacco la prima frazione di gioco: al 40’ Merlonghi fa tutto da solo, si libera al tiro e cerca la porta, ma Iuliano si supera in allungo e mette in corner. La ripresa si apre subito con una colossale occasione per il Fondi: punizione battuta ancora da Conte, palla a Bernasconi che prova a deviare in rete ma colpisce il palo. Sulla ribattuta Ricciardo prova a girarsi in area ma viene recuperato dalla retroguardia avversaria. Il Campobasso ci prova con un colpo di testa di D’Anna su cross di Esposito, bravo Gasparri a bloccare a terra. Ancora ospiti in avanti all’8’, ma il destro di Esposito termina alto. La palla del vantaggio capita sui piedi di Ricciardo: l’attaccante si porta in avanti il pallone di testa e cerca la soluzione personale con Bernasconi completamente solo. Pallone che esce di pochissimo sul secondo palo. Al 18’ Parisella si gioca la carta Vaccaro al posto di Merlonghi. Proprio il nuovo entrato serve immediatamente Bernasconi, lasciato solo dalla difesa, ma l’attaccante perde il tempo del tiro. Al 29’ ci prova Quadri su punizione, pallone alto. Ancora un’occasione per il Fondi al 33’ con Vaccaro che libera Ricciardo, l’attaccante spara addosso al portiere. Al 43’ conclusione velenosa di Quadri, il rimbalzo stava per ingannare Gasparri, bravo a mettere in corner con un riflesso. Sul calcio d’angolo successivo ci prova D’Anna, ancora attento Gasparri a respingere. Finisce dunque 1-1 al «Purificato».

I TABELLINI

FONDI – CAMPOBASSO 1-1
Fondi: Gasparri, Pacini, Passiatore, Palumbo, Tamasi, Conte, Alleruzzo, Finocchiaro, Ricciardo, Bernasconi (40’st Iovinella), Merlonghi (18’st Vaccaro). A disp.: Mezzacapo, Castaldi, Chiarini, Konate, Formuso. All.: Parisella
Campobasso: Iuliano, Modica, Posillipo (24’st Cirillo), Forgione, Mateo, Altobello, Esposito, Piano, Cruz Pereira, Quadri, D’Anna (44’st Cenciarelli). A disp.: Falcone, Fatticcion, Fassari, Fazio, Iannotti. All.: Imbimbo
Arbitro: Fanton di Lodi. Assistenti: Ascione e Mertino di Torre Annunziata
Marcatori: 20’ pt Cruz Pereira, 32’ pt Alleruzzo
Note: Espulso Palumbo al 23’ p.t. Ammoniti Mateo, Posillipo, Altobello, Tamasi, Modica, Iuliano. Corner 6-4. Recuperi 2’ e 3’.

MELFI – APRILIA 1-3
Melfi: Scuffia, Spirito, Russo Roberto, Viola, Gennari, Moretto, Russo Giorgio, Tirelli, Sineri, Giunta, Ambrogetti. A disp.: Della Luna, Borin, Bertocchi, Caprioli, Lionetti, Franchino. All.: Rodolfi

FC Aprilia: Pellegrino, Gomes, Pinna, Stankovic, Carta, Criaco, Croce, Cruciani, Buonaiuto (35’st Iovene), Calderini (30’st Salese). A disp.: Castagnaro, Diakite, Fratangeli. All.: Vivarini.

Arbitro: Raffaele Losito di Pesaro. Assistenti: Pasquale D’albore di Caserta e Gianluca Palazzo di Taranto

Marcatori: 35’pt Ceccarelli, 42’pt Buonaiuto, 45’pt Ambrogetti, 45’st Iovene

Lascia un commento